Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

esclusive

Spalluto a VN: “Che emozione il 1° gol! Fiorentina, tornerò. Su Vlahovic…”

GERMOGLI PH: 3 FEBBRAIO 2021 FIRENZE STADIO BOZZI DUE STRADE COPPA ITALIA PRIMAVERA FIORENTINA VS MILAN NELLA FOTO ESULTANZA SPALLUTO

La nostra intervista all'ex bomber della primavera Viola oggi in prestito a Gubbio. Con lui abbiamo affrontato tanti temi: dal suo rapporto con gli ex compagni, all'ambientamento nella prima stagione da professionista.

Filippo Caroli

Classe 2001, fiuto del gol e fisico da corazziere. Samuele Spalluto è il bomber che, a suon di reti, ha trascinato la Fiorentina Primavera a vincere la terza Coppa Italia di fila, la sua seconda personale. Quest'anno Samuele è uscito dal nido, destinazione Gubbio dove si sta cimentando nella sua prima esperienza fra i professionisti in Serie C. Non moltissimo spazio per lui fin qui in campionato, ma il ragazzo ha determinazione da vendere e lo abbiamo constatato in un'intervista esclusiva concessa ai nostri microfoni. Queste le parole di Spalluto in esclusiva a Violanews.com:

Samuele, questa è la tua prima stagione fra i professionisti, come ti stai trovando?

"Sono venuto qui a Gubbio e sono stato accolto come in una famiglia. Non è semplice per un ragazzo che viene dalla Primavera imporsi fra i 'grandi'. Per me è il primo anno ma mi sto trovando molto bene. Mi alleno per migliorare e imparare cose nuove. Ripeto, allenarsi con i 'grandi' fa sì che tu possa imparare molto"

Ambientarsi, come hai detto tu, non è semplice. Ma contro la Carrarese hai trovato il primo gol fra i professionisti, che emozione è stata?

"Un'emozione bellissima. Non gioco molto ma mi alleno a mille per mettere il mister in difficoltà e farmi trovare pronto quando decide di mettermi in campo. È stata una grande emozione perché io vivo per il gol, essendo un attaccante. Quel che spero è poterne fare tanti altri"

Da Firenze non sei partito però da solo, con te è venuto a Gubbio anche Ghidotti...

"È un ragazzo molto interessante sia calcisticamente che umanamente. Sono molto amico con lui e nello spogliatoio siamo seduti anche accanto. Scherziamo molto insieme. In campo lui sta dimostrando tantissimo. E se lo merita perché è un giocatore veramente con delle grandi doti."

L'anno scorso hai fatto faville in Coppa Italia con la Primavera, continui a sentire i tuoi ex compagni?

"È normale che continui a sentirmi con loro. In particolare con quelli che sono usciti dal settore giovanile: Fiorini, Pierozzi, Dutu... Ci sentiamo spesso e ci raccontiamo come stiamo andando nelle nostre rispettive avventure. Sono ancora in contatto anche con chi è rimasto nella cantera Viola però e mando un grosso abbraccio a tutti. La vittoria della Coppa Italia, soprattutto l'ultima in cui ho firmato una doppietta in finale, è un qualcosa che non si può descrivere a parole, è un'emozione che mi porterò dietro per tutta la vita."

Mi hai detto che vivi per il gol e vuoi migliorare sempre di più. Ti sei posto degli obiettivi? Sogni di tornare a Firenze?

"Adesso sono concentrato su ciò che sto facendo a Gubbio. Poi, ovviamente, il mio obiettivo è quello di uscire, migliorare, crescere per poi tornare alla Fiorentina in prima squadra e dare il mio contributo"

A proposito di prima squadra, ti sta piacendo la nuova Fiorentina targata Italiano?

"Vedo sempre le loro partite. Stanno facendo un ottimo campionato perché il mister ha dato un nuovo volto alla squadra ed esprime il suo calcio ovunque e contro chiunque, questo è il bello di questa nuova Fiorentina."

E nella Fiorentina gioca anche un tuo ex compagno: Vlahovic. Che idea ti sei fatto sulla questione relativa al suo rinnovo?

"Questa situazione riguarda lui soltanto. Quel che posso dire è che si tratta di un ragazzo in gamba e, come ben vedete, è concentrato sulla maglia Viola. Sta dando il suo contributo al massimo nella maniera che gli riesce meglio: con i gol."

Calcisticamente vi assomigliate un po' per quel che riguarda la struttura fisica e i movimenti. È uno degli attaccanti a cui ti ispiri?

"Certo, da uno come lui c'è soltanto da imparare. È stato mio compagno e, guardandolo, c'è solo da trarre insegnamenti."

tutte le notizie di