Pioli e la squadra con le spalle al muro: siamo alle solite

Pioli e la squadra con le spalle al muro: siamo alle solite

Con il comunicato di ieri la Fiorentina ha, di fatto, dato la colpa a Pioli e ai giocatori. Gli errori li hanno commessi, ci mancherebbe, ma gran parte della responsabilità ricade su chi ha costruito la squadra

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

La linea è tracciata ed è quella della pace armata. Alla fine ci sono volute meno di 48 ore alla proprietà viola per decidere le sorti di Stefano Pioli. Il tecnico resta, ma – come scrivevamo pochi giorni fa – è un dead man walking. Indipendente da come finirà la stagione, l’allenatore emiliano lascerà Firenze. Il toto nome già impazza.

Duro, durissimo il comunicato pubblicato lunedì sera dalla Fiorentina. La traduzione è semplice: Pioli (soprattutto) e i giocatori sono stati messi con le spalle al muro. L’attuale decimo posto in classifica è solo ed esclusivamente colpa loro. La società chiede il rispetto per la maglia e l’impegno che “deve essere totale da parte di tutti“. Il gruppo, quindi, viene rimproverato di non dare il cento per cento in campo.

Ancora più acerbi i toni nell’ultima parte della nota. I vertici viola si rivolgono a Pioli, chiamato a “gestire questo momento con la competenza e la serietà che ha dimostrato nella prima parte di campionato“. Anche in questo caso la traduzione è facile: dall’inizio del 2019 il tecnico ha guidato la squadra senza professionalità. L’accusa è pesante.

La proprietà è convinta di avere una squadra forte. Sarà anche così, ma la triste realtà racconta, purtroppo, di un anonimo e grigio decimo posto e di un campionato finito da settimane.

Insomma: siamo alle solite. Corvino gode ancora della fiducia di Diego e Andrea Della Valle e, soprattutto, la colpa è sempre degli altri. Pioli e i giocatori hanno commesso tanti errori, ci mancherebbe, ma gran parte della responsabilità ricade su chi ha costruito la squadra. Volano gli stracci, non certo il modo migliore per preparare la semifinale di Coppa Italia.

Tra meno di due mesi finirà l’esperienza viola dell’allenatore parmense. La Fiorentina ricomincerà da zero per l’ennesima volta. Continuità, questa sconosciuta.

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gasgas - 2 settimane fa

    Ma fatela finita, credete di avere in squadra una serie di campioni quando invece abbiamo 1 fenomeno (Chiesa), 1 giocatore buono, con colpi da campione, ma discontinuo (Muriel), un possibile buon giocatore ma in calo (Milenkovic), Pezzella per carità di tutto rispetto, ma che ti combina diverse cappelle spesso e volentieri decisive. E poi? Un portiere definito fenomeno che per ora è insicurezza e basta (tant’è che ha fatto la sua figura Terraciano), Hugo per carità di Dio, Biraghi sarà pur nazionale ma è scarso!!!!, Benassi il bomber letale ma col centrocampo non c’entra nulla!!, Gerson (stendiamo un velo pietoso), Simeone tanto generoso quanto povero tecnicamente. Un discorso a parte Veretout, buon giocatore fuori ruolo per sopperire alle mancanze della rosa… Non abbiamo centrocampo, il settore nevralgico della squadra costruita malissimo da sua eccellenza il Mago del Salento, da esonerare immediatamente! E prima era colpa di Sousa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. folder - 2 settimane fa

    Sembra che Pioli si sia dimesso.MENO MALE! E ora sotto con l’allenatore del prossimo anno.Per chi non se lo ricorda nel 1975 Mario Mazzoni vinse,da allenatore,la Coppa Italia ma in tribuna c’era già Mazzone che non poteva essere l’allenatore ufficiale dei viola in quanto ancora legato da contratto all’Ascoli.Ora si potrebbe fare lo stesso.Si vuole DiFrancesco?Si fa lo stesso.Nel caso di Montella sarebbe ancora pèiù facile:è libero!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gianluca - 2 settimane fa

    Sig. Niccoli, lei è per caso uno di quelli del comunicato firmato Curva Fiesole ? Battute a parte, lei ha si scritto che Pioli e i giocatori non sono esenti da colpe, ma ha anche scritto che la colpa è di chi ha costruito la squadra. Si decida per favore, perché questa squadra ha perso almeno 12 punti contro squadre nettamente inferiori, avrebbe 50 punti e lotterebbe per l’Europa senza che nessuno dica nulla. Si faccia una domanda, chi ha la colpa di perdere contro squadre inferiori se non chi va in campo e chi li manda in campo ? Mi sembra fin troppo elementare la risposta…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. folder - 2 settimane fa

    L’unica mossa che potevano fare era:allontanamento immediato di Mister Scarsone
    e ingaggio di altro allenatore che sapesse motivare la squadra al posto del melenso parmigianino.Non l’hanno fatto? Bene: ora si puppino le conseguenze!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. i'campigiano - 2 settimane fa

    Ma questi sono tutti, ma proprio tutti, dilettanti allo sbaraglio. Se si mandano a La Corrida fanno un figurone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Matt - 2 settimane fa

    Pioli ha fallito senza alcuna ombra di dubbio. Non ce l’ho affatto con lui che mi sta pure simpatico e l’ho sempre difeso più o meno. Ha sicuramente anche lui degli alibi validi ma i dati non mentono. Il secondo anno ha sempre fatto male. La squadra più che passa il tempo continua a non avere un minimo di gioco. La difesa piglia gol anche con gli attaccanti più scarsi della serie A. Le manovre di attacco non sono mai avvolgenti e gli attaccanti sono tutti in difficoltà tranne Chiesa che per il suo ruolo, le sue doti di dribbling e velocità ha la possibilità di andare fuori schema. Il centrocampo è una voragine. A livello di testa non si riesce a reggere un vantaggio per mezz’ora. Se vai sotto non recuperi mai. Ditemi voi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. STEFANO - 2 settimane fa

    Giusto! Di chi la responsabilità del fallimento tecnico della squadra, se non di Pioli? Dei punti persi con squadre come Cagliari, Frosinone, Bologna, Udinese, Parma, Chievo, Sassuolo ed Empoli, che hanno comportato il gap nei confronti delle squadre che ora stanno lottando per il 6/7 posto, avremmo avuto senza alcun dubbio quei 10/12 punti in più che ora ci permetterebbero di essere a lottare per l’Europa League, non è colpa forse della gestione tecnica di Pioli? Se i ragazxi sono ora demotivati non è lui il responsabile tecnico della squadra? La Società ha dato in mano a Pioli un organico migliorato rispetto alla passata stagione e su questo non ci sono dubbi. Poi sicuramente ci sono colpe anche da parte della Società, ma principalmente il fallimento tecnico ha un solo nome: Pioli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 settimane fa

      Oh ma te lo segui il campionato o parli perchè c’hai la lingua? Guarda che con il Chievo s’è vinto 2 volte su 2 e con l’Empoli s’è vinto 3-0 e ancora si deve giocare il ritorno.Se fate delle critiche fatele giuste e non a rava come la tua!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. L'Omino di Ferro - 2 settimane fa

    Sousa fece 60 punti con in difesa Tomovic, Sanchez adattato e l’alternanza tra Maxi Olivera e Salcedo. Oltre al povero Astori … Pioli ha centrale Argentina, centrale Serbia, terzino Italia, vincitore Brasilerao da titolare … Oltre a terzino Slovacchia completamente ignorato … I DV hanno una sola grave colpa: averlo scelto e continuare a tenerlo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Barsineee - 2 settimane fa

    La più grande colpa di questa società, ed è una colpa GRAVISSIMA, è quella di farsi tenere per le palle da allenatori e giocatori. Purtroppo quando i tifosi veri dicono che i Della Valle non hanno esperienza e capacità di calcio dicono il vero proprio per questo motivo. Una proprietà con le PALLE avrebbe esonerato Prandelli quando erano venute fuori le prime voci sul famoso pranzo con Bettega, esonerato senza se e senza ma, avrebbe esonerato Sousa (Montella lo lascio fuori perché comunque ha solo detto quello che pensava ma è stato mediamente rispettoso della società) non appena fatta la prima conferenza stampa cone le uova, avrebbe esonerato Pioli ai primi segni di squilibrio avuti già l’anno scorso. Purtroppo i Della Valle trattano il calcio in maniera UMANA, come fanno con le loro aziende e questo nel calcio è MALE. E i giornalisti, piccoli squaletti alla ricerca di qualche clic in più, tuonano i soliti “siamo alle solite”. Alle solite? Si siamo alle solite … cioè la solita società che tratta i suoi dipendenti solo con le carezze e niente bastone. Da Gonzalo a Borja, da Kalinic a Bernardeschi … tutta gente che prende i soldi e dovrebbe essere solo trattata come fa Lotito … A FRUSTATE! Ecco l’errore più grande della ACF Fiorentina oggi.

    E comunque come già detto qua sotto, se la squadra è così carente e deficitaria non ci saranno problemi se VENDIAMO TUTTI QUESTI INFIMI GIOCATORI e facciamo un bel 200 milioni (che fessi quelli che comprano questi bidoni per così tanti soldi vero? sarà un caso ma Veretout da quando ha deciso di andare a Napoli gioca di merda … e chi è il responsabile che non lo sbatte in tribuna? come dovevano fare con Montolivo, con Gomez, con Bernardeschi … ). VIA TUTTI e si riparte da capo. Se poi incassano abbastanza … via anche i Della Valle e poi saremo alle solite con petrolieri, yankee, cinesi e co. che vogliono FIRENZE. Alle solite …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ottone - 2 settimane fa

    E vorrei ben vedere che le colpe non siano IN PRIMIS dello sciarpato ed del fratellino. Ma che si scherza veramente? I fumogeni li vadano a tirare nelle Marche, non da noi. Per domenica ci s’ha un’arma letale e non violenta: STADIO VUOTO !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. fabio1926 - 2 settimane fa

    Pioli e la squadra sono i primi responsabili di questa classifica perché i giocatori migliori non sono stati venduti e il tecnico ha sempre avallato il mercato di Corvino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. leolod_2329036 - 2 settimane fa

    Egregio Sig. Niccoli,
    Le chiedo: ma Lei la partita di domenica scorsa l’ha vista? In campo c’erano i Della Valle e Corvino? Già era sbagliata la formazione iniziale (viste le condizioni forse era il caso di fare riposare Chiesa o di farlo giocare un tempo e contro il Frosinone non si riesce a far giocare Simeone???) poi per correggere togli 2 centrocampisti? Quelli del Frosinone correvano e i nostri no: è colpa della Società? Questi signori sono dipendenti e pigliano dei begli stipendi. L’unica colpa della Società è che dovrebbero smettere di pagarli invece di fare i comunicati. Forza Viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano Niccoli - 2 settimane fa

      Abbiamo scritto, infatti, che Pioli e i giocatori hanno le loro colpe. Non li abbiamo “salvati” in toto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 2 settimane fa

        IN TOTO? Non li avete salvati in toto? Cosa vuol dire “siamo alle solite”??? Che poverini non hanno avuto una società che li ha tutelati nel momenti del bisogno? Alle solite siamo perché nonostante tutti lo chiamate l’omo nero … a noi ci servirebbe proprio uno che faccia l’omonero. Che scenda negli spogliatoi e dica “ok ragazzi, domani 8 ore di allenamento al mercato ortofrutticolo. Si carica e scarica casse di patate!”. Invece di “spendere bisogna spendere” vorrei sentire “correre bisogna correre” Ecco cosa vorrei sentire! Salvati …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. folder - 2 settimane fa

          Ma che tu ammetta che le colpe sono di tutti…mai?( Poi,anche per me,con un allenatore normale,s’aveva 6/8 punti in più)!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Elmauri - 2 settimane fa

      Scusate, ma i calciatori della rosa e l’allenatore chi li ha scelti? I tifosi? Chi ha richiamato quella piaga di Corvino dopo risultati disastrosi? Se per ristrutturare casa ingaggi pessimi muratori, che avevano già dato prova di lavorare male, poi dovresti prendertela con te stesso se il risultato finale è disastroso, non con loro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Johan Ingvarson - 2 settimane fa

    Scusate una domanda: se Milenkovic, Chiesa, Biraghi, Pezzella, Simeone, Muriel, Veretout, Lafont sono cercati da club di mezza Europa, come voi giornalisti sostenete da mesi con centinaia di articoli, come è possibile che questa squadra sia al decimo posto? I casi sono 2: o la squadra è mediocre (e quindi i big club compresa la Juve, e Mancini che li convoca in nazionale, sono folli ad apprezzare i nostri giocatori) oppure lo staff tecnico non riesce a farli esprimere al meglio. Altri discorsi non c’è ne stanno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano Niccoli - 2 settimane fa

      Abbiamo scritto, infatti, che Pioli e i giocatori non sono esenti da colpe

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 2 settimane fa

        E allora mi sfugge dove sia la colpa della Società se i giocatori non rendono, ma si sostiene che siano buoni giocatori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. sipontino - 2 settimane fa

    Pioli ha fatto i suoi sbagli,(specialmente quando non ha dato fiducia ai nostri giovani ), ma non si può pretendere ad un allenatore di fare miracoli quando a gennaio abbiamo preso solo Muriel dimenticando idi rinforzare la squadra a centrocampo. mentre tutte le altre squadre si sono attrezzate. Dimenticavo: Hanno fatto degli acquisti ma solo ragazzini per la primavera.
    Allora Corvino, la dirigenza e i proprietari cosa hanno veramente in testa per la Nostra FIORENTINA…?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 settimane fa

      Domanda:perchè il Lindo e Capace Pioli un ha dato le dimissioni?Se era ALTAMENTE insoddisfatto della campagna acquisti poteva farlo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. fudo77 - 2 settimane fa

    una squadra che ha un 50 – 60 % delle sue componenti, ricercato da mezza Italia e da buona parte d’Europa … quindi le questioni sono diverse …
    1) sono incompetenti nelle altre società !?
    2) le scelte della dirigenza sono realmente così orribili, come i Vuturiani sostengono !?
    3) chi va in campo e panchina é realmente solo una vittima sacrificale, oppure é solo la scusate alla quale vi appigliate voi giornalisti e i lenzolai !?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy