Sottil: dodici gare per conquistarsi un futuro in viola

Sottil: dodici gare per conquistarsi un futuro in viola

Il giovane prodotto dell “cantera” viola non vede l’ora di poter dimostrare il proprio valore

di Redazione VN
Il Corriere dello Sport-Stadio si concentra sulla stagione di Riccardo Sottil. Il giovane prodotto del vivaio viola era partito col piede giusto, schierato titolare da mister Montella al debutto di campionato. La gara col Napoli lasciava ben sperare, ma da lì il figlio d’arte ha raccolto solo 12 presenze, con soli 398′ all’attivo. Probabilmente lo stesso Sottil si aspettava un impiego diverso, con un percorso più regolare in prima squadra. Il ragazzo possiede grande fiducia nei propri mezzi, oltre ad una gran voglia di dimostrarli sul campo. Le occasioni però sono state davvero poche e soprattutto irregolari per un giovane alla prima vera esperienza nella massima serie. La Fiorentina ha dimostrato di credere in lui rinnovandogli il contratto sino al 2024, con opzione per un ulteriore stagione. Un investimento su un prospetto interessante, ma soprattutto specchio della fiducia che Pradè e la società di Commisso ripongono su Sottil. Il futuro passa dalla ricerca definitiva di una posizione che possa esaltarne le caratteristiche, come ha dimostrato lo stesso Iachini, provandolo esterno a tutta fascia, nel suo 3-5-2. Esperimento rimasto in allenamento, vittima della classifica in bilico. A Sottil dunque il compito di determinare il proprio futuro, sfruttando le dodici partite che rimangono. Preferibilmente a Firenze, oppure altrove: per tornare un giorno in viola.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy