Sarri, i nodi da sciogliere con la Juve. La verità sui contatti con Fiorentina e Roma

Il tecnico valuta il suo futuro

di Redazione VN
Maurizio Sarri

Niente accordo, per il momento, fra Sarri e la Juventus. La Gazzetta dello Sport assicura che non c’è ancora nessuna firma, sebbene le parti siano al lavoro e la svolta possa arrivare in fretta. La Juve ha intenzione di chiudere il rapporto entro domani, ma per farlo Sarri dovrebbe rinunciare alla penale che gli spetterebbe dato il mancato prolungamento. E qui emerge l’orgoglio del tecnico toscano che ritiene di aver fatto un ottimo lavoro, visti i problemi che anche Pirlo sta riscontrando. La Juventus, per lui, è una ferita aperta. 5,5 milioni netti più tre mensilità congelate l’anno scorso non sono una bazzecola, ad oggi manca l’accordo sulla spalmatura che il club bianconero vorrebbe estendere fino al 2021-2022.

E il futuro? I contatti con Roma e Fiorentina non ci sono stati, possibile che questo sia un anno sabbatico in stile Allegri. Entrare in corsa in una nuova realtà è da evitare per il suo calcio, fatto di molti meccanismi a memoria, e la pandemia spaventa. Probabilmente conviene aspettare.

LE PAROLE DI CASTROVILLI: “FIDUCIA A IACHINI”

Maurizio Sarri
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alexdp72 - 4 settimane fa

    Premesso la stima e simpatia che ho verso Iachini come uomo ed ex calciatore, come allenatore è totalmente inadatto alla squadra che ha a disposizioni e alle ambizioni della piazza, detto ciò purtroppo in questo periodo di incertezza non sapendo se il campionato finirà non conviene a nessuno un cambio adesso, quindi la cosa intelligente a mio avviso è fare due mosse:
    – bloccare Sarri per il prossimo campionato con tutte le garanzie del caso.
    – parlare con chiarezza con Iachini fargli capire/imporre che la squadra va messa in campo diversamente rispettando i ruoli dei giocatori in campo, per il bene ed il rendimento dei giocatori in questione, ormai lo dicono pure i sassi, e per il mister in modo da riuscire a chiudere l’avventura rilanciandosi come Mister….
    Forza e sempre W la Viola!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. I' Mastica - 4 settimane fa

    Ora si…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Julinho - 4 settimane fa

    Credo che ci siano nell’aria solo le solite esigenze di scrivere per vendere i giornali. Sarri non credo, e nessuno di noi lo farebbe, voglia rinunciare a 5,5 milioni di euro che gli spettano più gli altri emolumenti. Indipendentemente dall’orgoglio. Lo potrebbe fare solo con un contratto da subito di 10 milioni all’anno. Quindi penso che Sarri possa essere un allenatore da prendere a solamente a giugno 2021. Quindi, sperando in una veloce inversione di tendenza del gioco e dei risultati della Fiorentina targata Iachini che ci consenta di non ricominciare un periodo con un allenatore obbligatoriamente da poco (stipendio di Montella più quello di Iachini più quello del nuovo traghettatore, chi farebbe una cagata simile?), penso che la dirigenza viola dovrebbe da subito intavolare un discorso serio con Sarri, che è un top allenatore, valutare se il suo ingaggio sia compatibile con le casse viola e blindare il buon Maurizio per giugno 2021. Con tutto il tempo abbondante a disposizione per mettergli su una rosa adeguata che gli consenta di allenare una squadra valida per lui e per il suo modo di fare calcio da primi posti in classifica. Quindi per noi certezza di investimenti e risultati. Altrimenti anziché in un anno di transizione saremmo in un lustro di transizione….. e lo sai che gioia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Masai - 4 settimane fa

    Ancora con Sarri?? Rocco l’ha detto chiaramente, siccome almeno per lo stipendio del mister i soldi dobbiamo contarli, fintantoché abbiamo da pagare lo stipendio a Montella e Iachini il nuovo mister, che sia Sarri o un altro ce lo possiamo scordare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SoloLaViola - 4 settimane fa

    Visto che quest’anno si sa che si parte ma non si sa se si arriva, non so quanto converrebbe investire su un terzo allenatore (costoso) e rischiare di non vedere i frutti sperati. Chiaro che se il cambio lo fai subito, per gennaio un minimo di meccanismi e di mentalità si vedrebbero, il problema è che non si sa se a gennaio il campionato ci sarà!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ilRegistrato - 4 settimane fa

    Un minimo di maggiore realismo ci vorrebbe. Sarri prende 5,5 milioni l’anno senza fare nulla. Tutti i discorsi che “è un uomo di campo”, che “a Sarri piace allenare e non starsene seduto a casa”, si infrangono di fronte al muro dei 5,5 milioni. Anche a uno sanguigno come Sarri quando è messo di fronte alla prospettiva reale di rinunciare a quella cifra i bollenti spiriti si raffreddano subito. Avanti con Iachini e speriamo bene, alternative ce ne sono molte poche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dallapadella - 4 settimane fa

    In effetti non ce lo vedo entrare in corsa e tutte le voci di possibili accordi sono campate in aria.
    Se arrivasse la prossima stagione sarebbe garanzia di investimenti e soprattutto di strategia, cosa in cui la dirigenza fiorentina non brilla ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy