Inter-Fiorentina, gara piena di duelli. I viola chiamati all’impresa

Sulle fasce le sfide più avvincenti

di Redazione VN

Prima del centrocampo dell’Inter, a livello di prezzo, soltanto il Chelsea. E non è che negli altri reparti la squadra di Conte sia messa tanto peggio. La Nazione apre la sua analisi con questa considerazione sui prossimi avversari della Fiorentina, che sarà chiamata ad ingaggiare duelli individuali molto complicati. Chiesa contro Young è il primo: entrambi spingono molto, e la chiave sarà nel riuscire a dare equilibrio, con il vantaggio dell’età che sorride a Federico. Discorso diverso dalla parte opposta, dove Biraghi troverà la freccia avvelenata Hakimi, che corre a punte di 36 km all’ora. Poi c’è Castrovilli contro Barella: giovani, italiani, il viola più offensivo e il nerazzurro più bravo anche in ripiegamento. E poi Vidal contro Duncan, Amrabat contro Eriksen, e la difesa gigliata contro i bombardieri meneghini, 55 gol in due la scorsa annata. Più impari il confronto sul fronte opposto, dove uno fra Kouamé e Vlahovic dovrà sgomitare fra tre colossi come Bastoni, Kolarov e Skriniar.

ADANI: “LA MIGLIOR DIFESA NON VUOL DIRE NULLA, VI SPIEGO”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 4 settimane fa

    Cerchiamo solo di essere competitivi e di non barricarci indietro come l’ultima volta. Certi “valori” si vedono da partite come questa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy