Fiorentina, quattro cardini (Chiesa a parte) per Commisso

Il patron punta forte su questi quattro nomi

di Redazione VN

Rocco Commisso alza il muro. Come titola oggi il Corriere dello Sport-Stadio, la Fiorentina non vuole privarsi in alcun modo dei suoi migliori giocatori. E così, se per Chiesa è in programma un incontro negli USA, il giornale analizza la situazione degli altri quattro giocatori.

Si cerca di convincere Bartolomiej Dragowski con un prolungamento di contratto ed un consistente ritocco all’ingaggio (da 200 a 600 mila euro annui), che dovrebbero rendere il polacco sordo alle sirene inglesi – il Bournemouth mette sul piatto dieci milioni. Ma la Fiorentina spara alto, vuole il triplo per privarsi di Drago, e c’è la sensazione che non basti nemmeno quello. Si lavora per un accordo, a coronamento della pazienza del giocatore e della volontà del club.

Per German Pezzella, che ha concluso al terzo posto la Copa America, se ne riparlerà al suo rientro dalle vacanze, a fine mese. Il capitano non si cede, il discorso vale soprattutto per lui, che comunque si confronterà, come tutti, con la nuova società.

Nikola Milenkovic è atteso venerdì col gruppo, dopo la deludente esperienza in Under 21: il 2019 per lui è stato finora da dimenticare, la Fiorentina vuole farlo ripartire e tornare ai massimi livelli.

Gio Simeone, infine, non vale meno di Cutrone, per il quale il Milan chiede 25 milioni; del resto, una stagione sotto la doppia cifra è ancora poco per cestinare l’investimento fatto, e allora si punta ancora, anche se non solo, su di lui.

Manovre in corso col Sassuolo: spunta l’idea Boateng. Bennacer, niente Milan?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy