Ferrara scrive: “Nuovo stadio e mercato, le frenate di Della Valle”

Ferrara scrive: “Nuovo stadio e mercato, le frenate di Della Valle”

Il commento alle parole di Andrea Della Valle, tra mille dubbi e una stagione che non parte con gli auspici sperati

di Redazione VN

Così Benedetto Ferrara su Repubblica in edicola oggi. Il commento alle parole di Andrea Della Valle da Moena, tra mercato e stadio:

Riti di mezza estate. I soliti, sempre più sgonfi e a tratti surreali, però. Il presidente teorico e quello esecutivo salgono a Moena per un bagnetto di folla e per parlare con il povero Pioli, che ormai aspetta giocatori con la pazienza di chi aspetta Godot, che forse è anche un obiettivo di mercato di Freitas, chissà. Poi Adv si prende qualche spicciolo di applauso e sparge in giro parole, regalando altri infiniti tormentoni che verranno depredati dal testo della sua sceneggiatura. (…) Poi c’è la storia dello stadio e un caso diplomatico che riguarda i rapporti tra la Fiorentina e il Comune di Firenze. Dice Della Valle: «Entro il 31 dicembre non accadrà niente. A settembre ci incontreremo e vedremo di prendere le decisioni finali. Da lì serviranno altri sei mesi, quindi andiamo a primavera. Mi auguro che per Nardella lo stadio non sia così fondamentale per le elezioni». […] Poi c’è la storia del mercato. Ma qui si entra nel metafisico. Adv parla di rinforzi, rinforzini, due, due o tre. … La risposta è un guizzo «C’è sempre il mercato creativo» . Già. Prestiti onerosi con riscatto e senza. Come se fosse antani, in ogni caso.

vnconsiglia1-e1510555251366

Pioli: “Motivati per l’EL, Diks in crescita. Mercato creativo? Ecco cosa intendeva ADV…”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Horsenoname - 1 anno fa

    Finalmente qualcuno che ha il coraggio di riportare le notizie con correttezza , si parla di bagnetto di folla e di spiccioli di applausi per ADV, quando invece negli articoli dei giorni scorsi sembrava che mezza Firenze fosse a Moena ad incensare l’arrivo del padrone , certamente l’accostamento al Conte Mascetti almeno come figura grottesca calza a pennello al fratellino . Su Nardella che dire di più di ciò che non sia stato detto , un sindaco che parte da Firenze per andare in un paesetto semi sperduto nelle Marche a prostrarsi ai due figuri per avere rassicurazioni su chissà poi che cosa dato che oltre le parole non si è visto niente (neppure la conferma di mettere in vendita una società nella quale oramai non si mettono neppure gli spiccioli del resto della spesa del supermercato) e adesso sio parla ancora del nuovo stadio da affidare alle mani di simili millantatori ? Certo noi poveri fiorentini ci siamo ormai bevuti quei pochi neuroni che avevamo perchè neppure noi abbiamo mai il coraggio di cambiare un egemonia di partito che perdura dalla notte dei tempi e che ha partorito personaggi come Renzi la Boschi e compagnia cantante , ed anche alle prossime elezioni ci tapperemo il naso e riconfermeremo colui che non solo non ha emesso nessuna ordinanza per l’abbattimento del campo nomadi del Poderaccio (covo di ladri ed assassini) ma quei nomadi semmai accadesse avranno priorità sugli alloggi popolari rispetto ai cittadini stessi .
    Non è così che dovrebbe funzionare ma chi siamo noi per criticare ? Come diceva la bonanima della mì nonna “Ormai il mondo va a rovescio”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mauro1949 - 1 anno fa

    …..sono riusciti in un’impresa che nemmeno il fallimento aveva sfiorato….disintegrare la Fiorentina, mi raccomando, continuate a sostenerli….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lallero - 1 anno fa

    E’ andata proprio così, e ormai non ci resta che l’ironia, il resto se lo sono preso tutto piano piano questi osceni personaggi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-2073653 - 1 anno fa

    A casa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. nostalgico - 1 anno fa

    Il povero Pioli sembra davvero il Melandri che passa da una risata ad un pianto, Andrea della Valle con i suoi “come se fosse antani” è proprio nel ruolo del Mascetti, il buon Diego pare più il Dott Sassaroli ma quando conosce la combriccola in ospedale, Pantaleo lo vedo nel ruolo del Necchi, dice qualche boiata ogni tanto e fa la sua parte…..siamo proprio sul set di AMICI MIEI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bitterbirds - 1 anno fa

    contentarsi che alla domenica vi mettano in scena il giochino, ed è già tanto per le vostre ambizioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gio79 - 1 anno fa

    Ferrara… sei troppo ganzo!! Mi fai pisciare addosso dalle risate …..top!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy