Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Corriere di Bologna

Commisso ed il patto atlantico: pronta l’alleanza con le altre proprietà Usa

SESTO SAN GIOVANNI, ITALY - SEPTEMBER 11: ACF Fiorentina president Rocco Commisso attends the Primavera 1 match between FC Internazionale U19 and ACF Fiorentina U19 at Stadio Breda on September 11, 2021 in Sesto San Giovanni, Italy. (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Le convergenze dei club "nordamericani" in vista dell'elezione del presidente di Lega. Commisso è il kingmaker

Redazione VN

Lunedì scorso, a margine delle votazioni per il presidente di Lega Serie A, si è tenuta una riunione dei club con proprietà nordamericana: una sorta di patto atlantico - si legge sul Corriere di Bologna - svelato dall’ad rossoblù Claudio Fenucci, che vede coinvolte Bologna, Fiorentina, Roma, Milan, Genoa, Venezia e Spezia. Tanti i temi sul piatto riguardanti le riforme calcistiche: i fondi, le infrastrutture, i poteri dei procuratori da ridurre (la Fiorentina ci si è appena ustionata con Vlahovic, ma anche il Milan), l’idea del salary cap. La volontà è portare nel calcio italiano una ventata di novità, senza stravolgere — e neanche «americanizzare» troppo — ma sfruttando l’esperienza sportiva d’oltreoceano per applicarla al sistema calcio italiano.

Sullo sfondo, ovviamente, c’è l’elezione del futuro presidente di Lega dopo le dimissioni di Dal Pino: per eleggerlo martedì servono 14 voti su 20 (dalla votazione successiva 11), pertanto si deve passare anche dalle sette nordamericane. Che non sono rigide su una figura politica a capo della Lega, ma vorrebbero comunque un futuro presidente in grado di dialogare con la politica, in primis sul tema fondamentale dei ristori. Il kingmaker del trust atlantico sembra Rocco Commisso: figura decisamente spigolosa (come dimostrano i recenti scontri furibondi con l’Inter, proprio su temi di politica economico-sportiva), ma con la volontà di far crescere il sistema e creare più competizione. La dirigenza viola — in testa il frontman Joe Barone — ha ottimi rapporti con la Roma dei Friedkin e dialoga apertamente con il Bologna («compravo i formaggi da Lino Saputo per i miei locali», disse Commisso alla prima presenza al Dall’Ara): il piano è cercare di allargare il fronte presentandosi alla prossima assemblea con 10-11 club per poter esprimere una nuova governance, cercando di imbarcare qualche altra big come il Napoli o la Lazio.

 GENOA, ITALY - SEPTEMBER 18: Joe Barone general manager of Fiorentina looks on before the Serie A match between Genoa CFC and AFC Fiorentina at Stadio Luigi Ferraris on September 18, 2021 in Genoa, Italy. (Photo by Getty Images)
tutte le notizie di