Commisso/2: “Chi dice che non ho speso è bugiardo. Vincere a Firenze, la mia ultima impresa”

Altre dichiarazioni del numero uno viola

di Redazione VN

L’intervista con Rocco Commisso sulle pagine de La Nazione prosegue toccando altri temi, dalla Mercafir all’opzione Campi:

“Io credevo che sulla Mercafir fosse tutto pronto, ma non era così. Un progetto irrealizzabile, una gran perdita di tempo”… che comunque non ha intaccato i rapporti con il Comune, sempre buoni. Rocco dice le cose in faccia e non accetta chi critica alle spalle. “Ma non si può sentire che lo stadio Franchi è un altro Ponte Vecchio”. Commisso sostiene che ci sia un problema di sostanza, di mentalità.

Alla domanda circa la possibilità che qualcuno a Firenze si possa offendere del progetto dello stadio a Campi Bisenzio, Commisso risponde che al limite si potranno offendere gli architetti fiorentini che non lavorano. “C’è molta invidia in questa città, ci sono molti ricchi diventati tali coi soldi di papà”. Non si aspettava tanta attenzione, il presidente.

“Io devo prendere il buono con il meno buono, negli affari funziona così. Ma se dite che non ho speso, siete dei bugiardi”. Il riferimento ai 70 milioni di ingaggi tra calciatori e staff è naturale, una rivoluzione mai attuata prima. “Come potevo non confermare Montella? Ha tre anni di contratto a 1,8 milioni netti…”

Di Firenze ricorderà sempre i tifosi, le serenate all’hotel, il regalo del Centro Sportivo. “Ma ormai è questo il mio posto di lavoro, mi rilasso quando torno in America: lì non mi conosce nessuno, mi lasciano in pace”. Chiusura sull’ultima fatica di Rocco: “Vincere qualcosa qua. E’ la mia ultima impresa, e io non ho mai fallito” .

CLICCA PER LEGGERE LA PRIMA PARTE

FLORENCE, ITALY – OCTOBER 07: President Rocco Commisso of ACF Fiorentina during the international friendly match between Italy and Moldova at Artemio Franchi on October 7, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

 

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonio da Papiano - 6 giorni fa

    Ha ragione su tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 7 giorni fa

    Forza Rocco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Hap Collins - 7 giorni fa

    Vai branco di piranha, ora che v’ha dato di bugiardi piccatevi e attaccatelo a morsini come vi piace a voi rientrando rapidamente in quel coro di amatori senza responsabilità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prurito - 7 giorni fa

      Meno male che ci sono i fenomeni in questo mondo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hap Collins - 6 giorni fa

        I fenomeni che in sala stampa scodinzolano e in radio fanno i commentini che vanno di moda quella settimana lì.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Eziogòl - 7 giorni fa

    ha ragione. È altrettanto inconfutabile che abbia speso (molto) e molto male. Spese da incompetenti di calcio. I risultati si vedono,si vedranno. A novembre,dopo la batosta a roma avremo 4 o 5 punti massimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mario - 7 giorni fa

    Commisso ha capito benissimo che vincere a Firenze è un’impresa, ed è proprio per questo che ha accettato la sfida. Questo atteggiamento incarna il vero spirito fiorentino, quello che trova il gusto della vita nelle sfide quasi impossibili, tutto il contrario di quei giocatori che per vincere cercano di aggregarsi ad una squadra già piena di campioni. Che gusto c’è a vincere facile? Chiunque, e con chiunque intendo anche una capra, potrebbe vincere uno scudetto se tesserato in una squadra di campioni. Ma solo i campioni nei piedi e nella testa possono vincere con certe squadre. Campioni come Riva e Antognoni, il primo c’è riuscito, il secondo è stato fermato dal muro dell’antiposrtività (il gol annullato a Cagliari e il rigore regalato alla Juve), ma entrambe sono campioni solo per averci provato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 7 giorni fa

      Una capra non la comprano, semplice.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dallapadella - 7 giorni fa

    Innegabile che Commisso abbia speso e che continuerà a spendere. Però il riferimento a Montella è poco intelligente, vuol dire che non hai la capacità di giudicare la situazione e subisci le scelte altrui.
    Che poi diciamocelo, investire 60 mln sul CS e sentirsi “prigioniero” di un contratto che pesa 1/10 beh non torna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Violino - 7 giorni fa

      Tu li potevi pagare te i 10 milioni dovuti a Montella

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. adrian sbrodi - 7 giorni fa

    “C’è molta invidia in questa città, ci sono molti ricchi diventati tali coi soldi di papà” purtroppo per noi non posso che essere d’accordo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ghibellino viola - 7 giorni fa

    Inutile girarci intorno. Un Presidente si giudica dai risultati. Non andare in Europa per due anni di file è un risultato deludente. Ok centro sportivo ok stadio. Per questo si merita 10 in pagella. Ma io sono un tifoso e prima di tutto voglio i risultati sul campo. Speriamo bene e forza viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea - 7 giorni fa

      È già finito il campionato? Non me ero accorto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. guidomaria.nicolod_14975666 - 7 giorni fa

    Grandissimo Presidente, non dia retta a discorsi del genere. Chi è sano di mente non li farà mai.
    Lei crea, come naturale, invidie a più non posso. Lei ci farà diventare grandi immensi. Roma sappiamo che non fu fatta in un giorno…
    Grazie Rocco, non ti curar di loro ma guarda e passa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco 2 - 7 giorni fa

      Questo ci manda in B, altro che ci farà immensi. E le frasi vanno citate esatte: “non ragioniam di loro, ma guarda e passa” (Dante, Inferno, Canto III).

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy