Tristezza e caviglia malconcia, ma quanti complimenti per Ribery!

Dai social

di Redazione VN

Dopo l’ennesima grande prestazione al Meazza sono arrivati all’unisono un fiume di complimenti per Franck Ribery. I social del campione francese sono stati sommersi da tifosi ed addetti ai lavori incantati dalla sua tecnica e personalità. Da Boateng fino al super-procuratore Davide Lippi, in tantissimi hanno fatto arrivare il proprio affetto ed ammirazione all’ex Bayern.

Ribery che tuttavia non ha vissuto un post partita soddisfacente a causa del deludente risultato maturato sul campo. Inequivocabile un “Je suis triste”, (sono triste), pubblicato su Instagram. In aggiunta, da registrare qualche problemino alla caviglia destra prontamente soccorsa con ghiaccio. Da monitorare la sua condizione nelle prossime ore ma non dovrebbe essere niente di grave.

 

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

    Complimenti anche ai tifosi interisti che hanno applaudito Ribery e Borja Valero. Non capita spesso negli stadi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Va tutto bene, grande campione, grande persona, insostituibile ma ieri nel primo tempo ha giocato malissimo ed ha sulla coscienza (colpo di tacco inopportuno e inutile) il goal del pareggio. Ogni tanto si incaponisce (Vedi Torino e primo tempo di ieri) tenendo palla per poi perderla pericolosamente o sbagliando il passaggio. Che poi sia un campione come nessuno questo non lo si può negare. Il secondo tempo di ieri lo ha dimostrato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      29 agosto, mi è piaciuta l’analisi su Ribery. La penso perfettamente come te. Lo ringrazio per la classe che ha ed il contributo che ci da, ma anche lui non è immune di errori che da uno come lui non ci si aspetta. Intwndo gli errori da primo tempo, quelli dopo il 60o, sono causa del inormale calo fisico. Infatti se Iachini lo sostituisce, non li fa certo di buon cuote. FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. SOLOROGER - 1 mese fa

      Probabilmente non hai visto il primo tempo visto che ha fatto un numero incredibile e ha messo Kuame davanti al portiere che bastava spingerla dentro. Spera che regga tutto l’anno senza che gli venga neppur un mal di testa altrimenti son dolori con tutti gli altri campioni che abbiamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dellone68 - 1 mese fa

    Mi auguro che Iachini abbia tolto Ribery per la caviglia e non per scelta tecnica perchè in tal caso la sconfitta l’avrebbe lui sulla coscienza. Noi abbiamo un unico grande campione che realmente fa la differenza, e fa a pezzi le squadre avversarie con le sue giocate, salta gli avvresari, detta i tempi, aspetta gli inserimenti, confeziona assist di pura classe calcistica, mette in apprensione le difese, apre gli spazi. Se non lo toglieva non so se l’Inter avrebbe avuto la forza di vincere anche se loro hanno una panchina da paura. Ma uno come Ribery deve giocare 95 minuti a meno che NON CHIEDA LUI DI ESSERE SOSTITUITO. Mi sembra una cosa così chiara che, ripeto, se l’ha tolto per scelta tecnica la partita l’ha totalmente persa BEPPE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 1 mese fa

    Mettetevi nei panni di uno che ha vinto tutto, più volte, a parte un Mondiale perso ai rigori dopo essere stato sostituito da quel pagliaccio di Domenech e un Pallone d’oro che non gli è stato concesso solo perché la Fifa, per mere ragioni commerciali, doveva portare avanti la solita pantomima di Messi vs. Ronaldo.

    Mettetevi nei panni di uno così, costretto a vedere quello che ha dovuto vedere ieri sera.

    Dovremmo volergli bene solo per non avere rescisso il contratto immediatamente dopo il triplice fischio finale di ieri sera. Quello che gli rimarrà di ricordo, di questi due anni fiorentini, saranno solo decine di partite come quella di ieri sera.

    Scusali Franck. Scusali, se puoi. Questa pantomima di società, con i suoi continui teatrini per lo stadio alternati a silenzi tombali e ritardi biblici per tutto ciò che riguarda il mercato e la parte sportiva, non ti merita. Non ti ha mai meritato e mai ti meriterà.

    Grazie comunque per averci voluto bene e per avere reso questi due anni un po’ meno amari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alesquart_3563070 - 1 mese fa

      Io ti ho sempre rispettato in passato perché tu, pur nella critica contro la precedente proprietà, sei sempre stato obiettivo. Ora invece sei particolarmente avvelenato, forse anche inizialmente obnubilato dalle dichiarazioni di Commisso che era convinto di poter spendere e spandere, non dico come gli sceicchi, ma poco ci manca. Invece si è trovato il FFP da una parte, la politica toscana dall’altra aggiungici un primo anno di inesperienza ha fatto quello che poteva compresi tanti errori che stiamo pagando ora. Ci troviamo in una situazione assurda, tu vedi che soldi non li ha nessuno, la Juve vorrebbe Chiesa, ma deve vendere Bernardeschi e Costa, l’Inter deve cedere Skriniar. Noi siamo nei casini perché tutti vogliono quelli che ci potrebbero portare in alto, Chiesa e Milenkovic. E uno andrà via. Chiesa forse e con lo sostituisci. Delofeu non sa fare una diagonale difensiva come quella di ieri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 1 mese fa

        Ah sì, su una cosa, una soltanto, ma c’hai ragione. Sono avvelenato come un cobra. Lo sono perché vedo un livello tale di pressapochismo e di inadeguatezza mascherati dall’iniziale entusiasmo (che adesso sta per fortuna scemando, mostrando le magagne anche a quelli un po’ più lenti) sui quali solo chi non vuole bene alla Fiorentina può tacere.

        Com’è che si diceva quando c’era la Megaditta precedente? “I presidenti passano, la Fiorentina resta”. Ebbene, valeva per quegli altri come vale adesso per questo qui. Si stanno vedendo le stesse identiche cose che si vedevano con i Della Valle delle ultime stagioni, con la differenza che i marchigiani erano a fine corsa e puntavano a vendere, mentre questo in linea teorica (MOLTO teorica, per ora) dovrebbe essere nella fase in cui s’impegna e investe.

        E basta con la contingenza, lo stadio, il fair play finanziario, le cavallette, la nonna malata e altre patetiche scuse. Non andava rifatta la squadra, bisognava solo prendere un centravanti che facesse la differenza, e per prendere questo singolo giocatore i soldi c’erano eccome, tant’è che Iachini, che certo non è Conte in quanto a pretese, lo aveva richiesto espressamente.

        Solo che il non comprare più nessuno finché non gli faranno fare lo stadio è una decisione NON TECNICA giunta direttamente dall’alto, nel bel mezzo di questa ormai fastidiosa diatriba per il Franchi. Ma l’Atalanta, che ha cominciato a rifare lo stadio soltanto adesso, dopo anni di successi con Gasp, dimostra che i soldi veri si fanno programmando una buona squadra e giocando le coppe, non certo con le pur utili cittadelle. E per fare le buone squadre non servono i miliardi, bastano i manager bravi a cogliere le occasioni, non i Pradè di turno. Nella fattispecie, ripeto, bastava mandare in prestito Vlahovic, rinunciare a Cutrone e accontentare Mandzukic sull’ingaggio, se proprio non avessi voluto cedere Chiesa. Secondo te un Mandzukic avrebbe fatto le cose che hanno combinato Vlahovic e Kouamé, nelle due aree di rigore? E questa domanda potrebbe estendersi a tante altre partite perse per colpa dell’assenza di attaccanti proponibili. Quella di ieri sera è stata solo l’ultima in ordine di tempo.

        Ah, a proposito di stadio e delle presunte avversioni politiche contro il povero Rocco: gli hanno fatto una legge che gli permette di rifare quasi per intero il Franchi fregandosene della Soprintendenza, fatto senza precedenti in Italia; e in ogni caso, se il Franchi non gli andasse bene, c’è Fossi che se potesse glielo costruirebbe lui, con secchiello e paletta, lo stadio a Campi. Volendo si erano candidate pure Signa e Figline, a suo tempo. E allora, cos’altro vuole, ancora? Forse risparmiare ulteriormente?

        Domande che proprio il non essere tifoso di questo o quel presidente, ma DELLA FIORENTINA, mi porta a fare, soprattutto dopo scempi come quello di ieri sera che certo non sono colpa di Iachini, come dicono i pasdaran commissiani, e neppure di Vlahovic in sé, ma della cattiva gestione societaria che vuole andare “fast fast fast” solo per lo stadio. E stai pur certo che queste domande continuerò a farmele finché sarà necessario, piaccia o non piaccia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 1 mese fa

          Se potessi ti stringerei la mano. Commento sensato come pochi
          Ma qui si va avsnti solo rispondendo Leccavalle. Probabilmente perché non si ha alcuna voglia di commentare i fatti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. alesquart_3563070 - 1 mese fa

          Guarda che non ho detto che non hai ragione, ho detto solo che sei particolarmente avvelenato. Io ho un approccio diverso, sicuramente Commisso fa degli errori che sono dettati da inesperienza e convinzione caparbia di avere le soluzioni giuste, mentre invece ha fatto commesso parecchie cappelle.
          Però ha messo 25 milioni di sponsorizzazione, fa il centro sportivo, che comunque serve.
          Che poi la società debba essere organizzata meglio non ci piove.
          Ma continuo a dire che il peccato originale sia della precedente gestione, il famoso patto Della Valle Ramadani pubblicata sul NYT (chissà come mai non in Italia eh?) ha invogliato tutti i migliori ad andarsene. e ci ritroviamo in un grande casino difficile da risolvere. Mala Tempora currunt

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jameslabriexxx - 1 mese fa

    Sei un grande la cosa che mi turba è esser qui a sperare che tu possa rinnovare con noi per un altro anno, senza di te pur con i tuoi anni la Viola è senza luce! Ti vogliamo bene Frank.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy