news viola

Toglietegli tutto, ma non Jordan: Pioli è innamorato di Veretout, il suo multifacette migliorato

Il centrocampista francese è indispensabile per la Fiorentina: recuperi, gol e qualità in mezzo al campo

Giacomo Brunetti

"Mentre i fiorentini dibattono ancora sulla pronuncia del suo cognome - niente a che vedere con Dragowski, ma al pari del dilemma Eysseric - Stefano Pioli e il suo staff ne calcolano e studiano i progressi. Iniziando dai match analyst, Gianmarco Pioli e Luciano Vulcano, che riportano numeri superiori rispetto a quelli ottenuti nella scorsa stagione, come ammesso dal tecnico viola in conferenza stampa: "In tutti i dati che possediamo, Veretout sta migliorando in tutto e per tutto rispetto all'anno passato, a livello di passaggi, soluzioni e precisione".

"Il calciatore francese - insieme ad Alban Lafont l'unico titolare della colonia transalpina in riva all'Arno - è il tuttofare della Fiorentina e anche il cambio di posizione, allenato e studiato durante tutta l'estate, non ha scalfito la qualità delle sue prestazioni. Reduce dai dieci gol complessivi nel 2017/2018, è già a quota due grazie ai rigori trasformati contro Atalanta e Cagliari. Già, i sardi, la stessa partita che cinque mesi fa gli regalò le tre giornate di squalifica a causa del calcione a Joao Pedro.

"È indispensabile per Pioli, per la Fiorentina. Mentre dalla patria arrivano le chiamate e anche l'Inter continua a monitorarlo: il prezzo non sarà sicuramente accessibile, visto che la società viola ha in programma il suo rinnovo. È altrettanto facile che non sarà facile trattenerlo. Togliete tutto al mister, ma non Veretout: questo sia chiaro. Il centrocampo è ripartito da due certezze: lui e Benassi. A settembre è diventato padre di Kaylie, nata a 'Careggi', ma genitore del reparto centrale, quello del 'Franchi' lo era già. Ora deve trascinare i viola in Europa League.

http://redazione.violanews.com/altre-news/all-schalke-confessa-tifo-per-la-fiorentina-terim-e-stato-un-grande-a-firenze/

"

tutte le notizie di

Potresti esserti perso