Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

ex viola

Veretout come… Ilicic e Muriel: un’altra fioritura lontano da Firenze

Photo by Paolo Bruno/Getty Images

Veretout ha fatto di tutto per lasciare la Fiorentina, ma dispiace vederlo così determinante con una maglia diversa da quella gigliata. Anche perché i suoi successori hanno deluso e non poco

Stefano Niccoli

L’Artemio Franchi lo conosce bene. D’altronde è stata la sua casa dal 2017 al 2019. Quella di stasera sarà una gara particolare per Jordan Veretout. Il francese dirigerà, come sempre, il traffico in mezzo al campo.

Nella Capitale il livello delle sue prestazioni si è alzato in maniera esponenziale. In poco tempo è diventato una colonna della squadra allenata da Paulo Fonseca. Il tecnico giallorosso si fida ciecamente del transalpino al quale ha affidato le chiavi della mediana giallorossa. Veretout ha ripagato alla grande la fiducia dell’allenatore portoghese. Nella stagione 2019-20 ha segnato sette gol: sei in Serie A, uno in Europa League. Nell’attuale i centri sono già undici: dieci in campionato, uno in EL. E siamo solo all’inizio di marzo. Grazie alla rete siglata contro il Milan, Veretout è diventato il primo centrocampista francese dai tempi di Platini a sfondare il muro della doppia cifra, quota che non era stata avvicinata nemmeno da Zidane. Non due giocatori qualunque. Il record durava da più di trent’anni.

E’ vero che Jordan considerava finita la sua avventura alla Fiorentina e che ha fatto di tutto per lasciare Firenze, ma dispiace vederlo così determinante con una maglia diversa da quella gigliata. Anche perché i suoi successori hanno deluso e non poco. In riva all’Arno si è fatto conoscere dal pubblico italiano, a Roma è sbocciato. Un po’ come avvenuto con Ilicic e Muriel a Bergamo. Sarà un caso?

tutte le notizie di

Potresti esserti perso