Vitor Hugo a VN: “Tiferò sempre Fiorentina, Davide e i tifosi nel mio cuore. La scorsa stagione? Demotivante”

Vitor Hugo a VN: “Tiferò sempre Fiorentina, Davide e i tifosi nel mio cuore. La scorsa stagione? Demotivante”

A qualche giorno dall’addio alla Fiorentina, Vitor Hugo si racconta ai nostri microfoni

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

A proposito di ritorni. Mentre Milan Badelj sta per tornare alla Fiorentina, Vitor Hugo ha lasciato Firenze per vestire nuovamente la maglia del Palmeiras. Una scelta che il difensore brasiliano torna a commentare, a qualche giorno dall’ufficialità. Queste le sue parole ai microfoni di Violanews.com:

Ti aspettavi che la tua avventura in Fiorentina finisse così? Chi ha preso questa decisione? “Le cose prima o poi finiscono, specialmente nel calcio, dove tutto molto dinamico. Non mi aspettavo che l’accordo con Palmeiras arrivasse così in fretta, ma sono molto contento di questa decisione e di questo ritorno”.

Sai che a Firenze hai lasciato un bellissimo ricordo? Molti tifosi, negli ultimi giorni, ti hanno salutato con affetto sui social. Ti è stato addirittura dedicato uno striscione allo stadio… (FOTO) “Sì, questi omaggi sono stati molto belli. La mia famiglia e io siamo sempre stati trattati molto bene dai tifosi. Il loro sostegno resterà dentro di me per tutta la vita”.

Facciamo un passo indietro: cosa ti ha lasciato la drammatica scomparsa di Astori? “È stato un momento molto triste per tutti. Davide era il nostro capitano e un amico di tutto il gruppo. E’ stato difficile affrontare la sua scomparsa ma penso che la squadra abbia fatto di tutto per onorare sul campo la sua memoria”.

Cosa non ha funzionato nella scorsa stagione? “A volte nel calcio le cose non vanno come vogliamo. Abbiamo commesso degli errori in alcuni momenti in cui non dovevamo sbagliare. Alla fine ci siamo un po’ demotivati. Spero che il tifo per la squadra aiuti a realizzare una stagione migliore dell’ultima”.

Pioli e Montella: qual è stato il tuo rapporto con loro e cosa ti viene in mente pensando a loro? “Avevo un buon rapporto con entrambi. Sono due grandi allenatori, mi hanno insegnato molto. Devo solo ringraziarli per tutto il supporto che mi hanno dato durante la mia avventura a Firenze”.

Cosa pensi del nuovo corso viola targato Commisso, Barone e Pradè? “Auguro alla Fiorentina tanta fortuna e tanto successo per il futuro. Ora sono un giocatore del Palmeiras ma tiferò sempre per la Viola. Provo grande affetto per il club, oltre che per i tifosi”.

Come hai trovato Federico Chiesa in America? “Negli States è successo tutto velocemente, ho avuto modo di salutare i miei ex compagni di squadra al volo. Posso solo dire che auguro a Federico tutta la fortuna del mondo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy