Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

Il provvedimento

Milan multato dalla questura: venduti biglietti scontati a tifosi con il Daspo

Milan multato dalla questura: venduti biglietti scontati a tifosi con il Daspo

I biglietti finivano a un nuovo club formato da circa 2mila persone, molti di loro con il Daspo, guidato da un ultrà 35enne daspato

Redazione VN

Il questore di Milano - si legge su La Repubblica - ha sanzionato la società sportiva A.C. Milan per aver venduto "in forma diretta o indiretta" biglietti a prezzo agevolato a tifosi sottoposti al Daspo, il divieto di avvicinamento ai luoghi dove si svolgono competizioni sportive, o altre misure di prevenzione. La violazione amministrativa, specifica la questura, può essere pagata in misura ridotta, per un importo di 66.667 euro. Gli accertamenti sono iniziati a settembre 2021: la polizia avrebbe ricostruito come, in occasione di partite in casa, il Milan, tramite l'Associazione italiana Milan club, avrebbe ceduto biglietti al club "2° Blu" che ha come associati tifosi appartenenti alle frange ultrà destinatari di Daspo.

Dai controlli effettuati dalla Digos che hanno anche preso le testimonianze di alcuni dei tifosi sottoposti a verifica, è emerso come in alcuni casi numerosi tagliandi classificati con la "tariffa AIMC" fossero in possesso e intestati a tifosi non appartenenti all'associazione ma aderenti alla Curva Sud o comunque vicini a essa. A luglio è stato associato all'Associazione italiana Milan club un nuovo club, appunto, denominato "2° Blu" costituito da circa 2mila persone in gran parte appartenenti alle frange ultrà e presieduto da uno dei leader della Curva Sud stessa, un 35enne più volte destinatario di Daspo e mai riabilitato, spiega la polizia. Scrive la questura che "è emerso inoltre come fosse prassi ricorrente la maggiorazione del prezzo nominale del biglietto variabile in base all'importanza della partita e al singolo acquirente. Tale gestione, oltre ad agevolare il fenomeno del secondary ticketing è in evidente contrasto con la normativa di settore".

 Paul Singer, fondatore e azionista del fondo Elliot