De Paul: “L’Udinese ha respinto tutte le offerte che erano arrivate per me”

De Paul: “L’Udinese ha respinto tutte le offerte che erano arrivate per me”

L’argentino giura amore ai colori bianconeri: “Udine è la mia seconda casa ed è grazie all’Udinese che sono arrivato in Nazionale”

di Redazione VN

Dopo un’estate caldissima sul fronte mercato, Rodrigo De Paul riabbraccia l’Argentina. Il jolly offensivo dell’Udinese ha preso parola dal ritiro della sua nazionale: “Finalmente il mercato e il suo trambusto sono finiti, ora ho la testa più calma. Rimango all’Udinese, che mi ha voluto fortemente e ha respinto tutte le offerte che sono arrivate. Per questo sono molto felice, Udine è la mia seconda casa ed è grazie all’Udinese che sono arrivato in Nazionale”. RIFIUTATI I 33 MILIONI PROPOSTI DALLA FIORENTINA

Pradè: “Soddisfatto all’80%, è mancato solo un colpo. De Paul, Raphinha e Oudin, vi spiego. Tonali ci piace”

Dt Udinese replica a Pradè: “La Fiorentina ha parlato con De Paul, ma nessuna offerta consistente”

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 3 settimane fa

    Quindi Pradè ha detto la verità. Le dichiarazioni di De Paul sono chiare. La domanda è: perché Marino ha raccontato una balla?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 3 settimane fa

    Fino a 48 h fa voleva scappare (giustamente) dalla sua squadra ed ora ne parla in toni entusiasti? Come è cambiato in peggio il calcio, ancora ho negli occhi la B2 cioè Baggio e Borgonovo, ed entrambi ci rimasero seriamente male di andarsene da Firenze, l’ipocrisia d’altronde a quei tempi non era ancora legge dello Stato Calcistico Italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sblinda - 3 settimane fa

    Bravo. Almeno ha fatto una dichiarazione, mica come bimbominchia nostro che tace e non alza mai la testa in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 3 settimane fa

      Sul bimbo sappiamo che già sognava la maglina con quelle strisce inguardabili, alla fine se gioca bene e ci fa vincere e poi a giugno prossimo se ne va magari regalando alla società un maxi pacco di soldi utili per acquistare giocatori in gamba, a noi fondamentalmente che ce ne frega se il capìno lo tiene giù? Ormai lo abbiamo capito che le bandiere esistono solo se remunerate al massimo livello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Violaviola - 3 settimane fa

    Io piuttosto che te avrei preso suso, altro che storie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. i'giannelli - 3 settimane fa

      suso o politano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CippoViola - 3 settimane fa

    In teoria stando a quanto letto nei post a commento delle dichiarazioni di Pradè e del ds dell’Udinese sull’affare DePaul.. dovremmo dare di bugiardo anche a lui.
    No perché uno dice di non aver fatto offerte, uno di dice di non averne mai ricevute, uno dice che chiedevano troppo, uno dice che non erano arrivate offerte ritenute sufficienti, uno dice che non aver mai contattato l’enturage del calciatore, ecc… mi pare una barzelletta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. batigol222 - 3 settimane fa

    Facile dire così a mercato chiuso, le dichiarazioni d’amore si fanno prima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Dany66 - 3 settimane fa

    Chiesa purtroppo non è molto contento di essere rimasto…almeno da quel che fa capire…ma sicuramente col passare del tempo si riattaccherà ai colori viola…certo lo squadra deve dargli una mano cominciando a fare risultato..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 3 settimane fa

      Mmmm… per me Chiesa a giugno chiederà di essere ceduto, anche perché a quel punto il suo contratto sarà di soli 2 anni, e il potere contrattuale della società sarà minore. Per me non è neanche una questione di soldi, perché è chiaro che senza una successione di piazzamenti europei, giocatori come Chiesa dopo un paio di anni chiedono di andarsene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Hap Collins - 3 settimane fa

    also spracht de paul…
    e chiesa quand’è che rilascia dichiarazioni in cui dice che Firenze è la sua città e che è grato alla società per averlo tenuto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Stai scherzando vero? Mi paragoni Chiesa alla Guagni? E’ come paragonare un manifesto elettorale alla Venere del Botticelli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hap Collins - 3 settimane fa

        non ci avevo pensato, questo ragazzino diaccio che non dispensa gol e assist ma facce contrite e ostili. dovrebbero fargli una lezione filologica sull’espressione “rubare i’ffumo alle schiacciate”

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy