Zurkowski /1: “Arrivo in estate per due motivi. A Firenze sono gentili: pazzi al volante, l’infermiera…”

Zurkowski /1: “Arrivo in estate per due motivi. A Firenze sono gentili: pazzi al volante, l’infermiera…”

Le parole del calciatore polacco, acquistato dalla Fiorentina durante il mercato di gennaio per cinque milioni di euro potenziali

di Redazione VN

Il giocatore della Fiorentina – in prestito al Gornik ZabrzeSzymon Zurkowski ha rilasciato un’intervista a Przeglad Sportowy. Vi proponiamo l’estratto in cui parla del trasferimento a Firenze. Qui invece la parte dove tratta la propria sfera personale.

Perché arriverai a Firenze solamente in estate? Non potevo lasciare il Gornik in una situazione così difficile, devo troppo a questo club. Ho disputato con lui il primo campionato, non potevo lasciarlo in un momento del genere. La seconda cosa: mi piacerebbe imparare la lingua italiana abbastanza da sapere cosa dicono i colleghi dello spogliatoio della Fiorentina, quello che spiega l’allenatore. Penso che durante questi pochi mesi riuscirò a farlo. È difficile imparare una lingua solo in teoria. Per tanti anni sono andato a scuola e ho imparato l’inglese, e ho scoperto che non ho bisogno di metà di questa conoscenza. Il miglior allenamento è parlare tutti i giorni con gli stranieri, vado d’accordo con Igor Angulo. Prima temevo l’inglese, anche se in teoria ne conoscevo tutti i verbi. Questa è la differenza tra la scuola e la vita reale.

Il tuo sbarco in Italia? Ora non penso molto alla Fiorentina. Ce l’ho nella parte posteriore della mia testa, analizzo il suo gioco, ma mi concentro sul Gornik. Sono contento di avere serenità nel trasferimento, so cosa mi aspetta dopo la fine del campionato.

Cos’hai pensato quando sei volato a Firenze? Ho sentito molto stress. Mi chiedevo se potevo farcela, se avessi superato i test medici. Non ho mai avuto un’analisi così dettagliata, e ci sono stati casi occasionali in cui il trasferimento non ha avuto luogo all’ultimo minuto perché il giocatore ha avuto alcuni problemi di salute. Avevo molta paura. Da qualche parte nella parte posteriore della testa ero consapevole di aver avuto un infortunio di recente. Almeno ora so che è stato curato al cento per cento.

Il calcio italiano? È un mondo diverso, un calcio diverso, un approccio diverso a tutto. Ho avuto l’impressione che gli italiani siano troppo carini. Durante le analisi mediche, l’infermiera sorrideva sempre, mi afferrava le guance come un figlio, una donna incredibilmente positiva. Tutto è andato molto bene. Nessuno aveva fretta. Gli italiani sono pazzi solo del volante, ma questo non mi infastidisce, perché mi piace guidare in quel modo.

Italia? Piatek mostra come si fa. Devi imparare dai tuoi errori, ecco perché penso che alla Fiorentina sarò deciso”.

Violanews consiglia

Le cifre dell’affare Zurkowski: valutazione da 5 milioni (bonus compresi)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Staffa - 1 mese fa

    già che già obbligarci a consumare traffico dati per vedere video pubblicitari non mi pare giusto, ma che passiate la pubblicità della dececco con a tavola i giocatori della juve mi pare un pò troppo no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Ida Addbloker e nonnvedi pubblicità. Semplice

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy