Il quarto posto come acqua nel deserto: l’ansia da prestazione è tutta per il Milan

Il quarto posto come acqua nel deserto: l’ansia da prestazione è tutta per il Milan

Il Milan necessita del quarto posto per motivi di prestigio, ma soprattutto economici. Questo non vuol dire che la Fiorentina non abbia obiettivi europei, ci mancherebbe, ma il rischio di ansia da prestazione è tutto dalla parte del Diavolo

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

L’ennesimo passo falso della Lazio, quello contro Atalanta, aveva concesso al Milan la possibilità di allungare sulla squadra biancoceleste e, più in generale, sul gruppone di metà classifica. Occasione fallita perché i rossoneri, a Bologna, si sono impantanati nella partita più brutta e anonima della stagione. Per di più la Roma ha recuperato due punti al diavolo. Per la formazione di Gattuso la chance di scendere al quinto posto c’è eccome. Posizione, questa, che non rientra nei piani del fondo Elliot. L’obiettivo è chiaro da mesi: arrivare in Champions League. Non solo per motivi di prestigio, ma anche – se non soprattutto – economici. Grazie ai soldi della massima competizione continentale, il Milan avrebbe maggiori probabilità di raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2021 (così ha decretato la Uefa, ma attenzione al ricorso al Tas).

In casa rossonera l’aria è tesa anche per questo motivo. È vietato sbagliare, anche se Gattuso sta facendo più del previsto considerando la marea di infortuni (domani sarà in emergenza totale). Il presidente Paolo Scaroni è stato chiaro alla festa del settore giovanile: “Il Milan è un po’ così così, ma c’è una novità importante e cioè che siamo quarti. Questa è la cosa più importante perché noi abbiamo bisogno che il Milan torni in Champions. Siamo quarti, se siamo capaci di rimanere lì a me basta“. La maggior rilassatezza, unita alla rosa completamente a disposizione, sono elementi che la Fiorentina dovrà cercare di sfruttare al massimo oggi pomeriggio. Questo non vuol dire che i viola non abbiano obiettivi, ci mancherebbe (l’ultimo a ribadire la voglia di tornare in Europa è stato Biraghi a La Gazzetta dello Sport), ma non c’è dubbio che il rischio di ansia da prestazione sia tutto dalle parti di Gattuso & co.

L’occasione è ghiotta, ma guai a svegliare il can che dorme. “E’ vero che hanno qualche assenza importante ma quando ti mancano giocatori metti in campo qualcosa di più“: le parole di Pioli siano da monito in vista dell’esame alla Scala del Calcio.

vnconsiglia1-e1510555251366

Pioli: “Domani la nostra occasione. Simeone carico. Mercato? Ho parlato coi dirigenti”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vecchio briga - 3 mesi fa

    Occhio all’arbitro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy