VIDEO – Spalletti, che sketch sui social. E sulla maglietta spunta il giglio…

Spalletti protagonista sui social di un simpatico sketch: dalla campagna toscana l’allenatore che piace alla Fiorentina presenta la sua papera “Biancaneve”. E sulla maglietta si nota il giglio di Firenze…

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fedrighelliar_3319520 - 2 settimane fa

    Questi due checché ci si voglia sempre lamentare hanno fatto vedere con le squadre che hanno allenato sempre un bel calcio offensivo, con i loro schemi le loro squadre hanno sempre avuto una ottima media di occasioni create e i loro atraccanti non giocano spalle alla porta ma gli arrivano sempre tanti cross dal fondo da buttare dentro…Secondo me è da questo tipo di mentalita che bisogna ripartire se si vuol riportare entusiasmo in una tifoseria che sono tre anni che e’ costretta a vedere se va bene quattro .cinque tiri in porta a partita, il loro giocatore più forte che fa il terzino , e giocatori come Benassi e Pezzella che fanno più gol degli attaccanti..Non esistono allenatori che non hanno fallito in qualche Piazza e non sono stati esonerati , lo stesso Gasperini che adesso sembra essere il santone del gioco del calcio e’ stato mandato via a pesci in faccia dall Inter…Esistono però allenatori che vogliono vincere giocando meglio delle altre squadre e quelli che pensano prima a non perdere cercando di far giocare male le avversarie…quelli che appartengono alla prima caegoria sono ricercati dalle società ambiziose , gli altri da quelle che sanno di non avere ambizioni e puntano a salvarsi ..TUTTO QUI …..IO penso che se la fiorentina punta ad essere ambiziosa avendo anche la consapevolezza che ancora non può avere una rosa piena di fuoriclasse , faccia bene a puntare su questo genere di allenatori…quando poi avrà una rosa piena di fuoriclasse servono allenatori tipo Spalleti , Ancellotti e Allegri che hanno anche la personalità giusta per saperseli gestire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giannino - 3 settimane fa

    La Viola serve di più a Spalletti che nn Spalletti alla Viola…detto questo, proporrei un bel triennale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nicco - 3 settimane fa

    Io nn api sono che s aspetta a offrire un contratto a questo signore, quanto vuole ? 3/4/5 glieli darei se vogliamo diventare grandi nn si può lasciare la panchina a iachini che oltre al catenaccio nn sa far altro, e’ riuscito anche a rovinare un patrimonio enorme come vlahovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele72 - 3 settimane fa

      E pensa che c è qualcuno che lo vorrebbe pure riconfermare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. matt da boston - 3 settimane fa

      Secondo me il problema sono Antognoni e Prade’, se fai arrivare un altro fiorentino gli sparigli le carte a quei due…

      Spalletti sarebbe troppo piu’ importante e “pesante” da gestire per questa societa’…

      Ricordiamoci che Spalletti ha fatto fuori Totti e Icardi perche’non remavano come voleva lui… tu immagina cosa chiederebbe a Commisso… primo fuori Antonio e Prade’, la squadra la vuole fare lui…

      quindi un sogno che non si puo’ avverare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vecchio briga - 3 settimane fa

        Ha fatto fuori Totti e Icardi perché ha avuto le palle di farlo e perché era giusto. Il resto sono fantasie tue

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ameviola - 3 settimane fa

        Quoto il vecchio briga. Che c’entra Antognoni o Pradè?
        Totti aveva quasi 40 anni e l’ha fatto fuori perché giocava da fermo. Icardi lo ha fatto fuori perché era un gasato e creava problemi (stile Balotelli). Quindi fa fuori 1) chi è finito 2) chi non rende 3) chi crea problemi. Mi pare a noi serva uno così. Spalletti è l’occasione, è toscano, vive a 20km, verrebbe a corsa se gli danno garanzie. Se poi si vuole fare i braccini, allora si prende Zenga, Di Francesco, Juric, De Rossi, Delio Rossi, o tutta questa banda di gente che non è bona.

        Fortuna che a Settembre si riparte, quindi l’allenatore per la prox stagione si sa tra massimo 3 settimane. Da quello si sa subito l’obiettivo per il prossimo anno (Salvezza o lotta per l’Europa). Non servono 500 milioni, vedi Atalanta, serve gente giusta per il modulo giusto dell’allenatore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy