Uva contrario al nuovo stadio a Campi: “Brand, infrastutture e macroarea: 90 punti da considerare”

Il consulente di Nardella ha stilato 90 punti: i pro e contro del super-manager incaricato dal sindaco

di Redazione VN
michele-uva

“Non voglio aprire polemiche tra le fazioni che si creano, questa è una fase delicata. La mia missione è aiutare il Comune e trasversalmente la Fiorentina a fare la scelta migliore per la città e per il club”. Così il vice presidente Uefa Michele Uva, ha parlato sulle colonne di Repubblica. Il super-consulente incaricato da Dario Nardella afferma che l’idea del nuovo stadio è affascinante, mentre non è ideale quella relativa al restyling del Franchi. Anche se “non so se questa ipotesi sia del tutto tramontata”.

Anche la Mercafir è ancora in ballo, mentre non scalda l’idea di costruire il nuovo impianto a Campi Bisenzio: “Uno stadio nuovo si fa dove ci sono infrastrutture. Strade adeguate e connessioni con gradi vie, aeroporto, tramvia e una fermata della ferrovia. Com’è da tenere bene in considerazione il brand della città” avverte Uva. E in questo caso Firenze batte nettamente Campi. Nella sua griglia ci sono 90 punti, con tutti i pro e i contro che comportano: “Ognuno pesa, ma è chiaro che infrastrutture e macroarea sono quelli principali”.

Sul Franchi pesa il ‘no’ all’abbattimento delle curve sentenziato dalla Sovrintendenza, alla Mercafir i tempi sono più lunghi (almeno 4 anni e mezzo), mentre il punto a favore di Campi è un terreno privato che può essere sbloccato dal Comune in sei mesi. Tre anni in tutto per costruire il nuovo impianto: “Dobbiamo pensarlo che guardi ai prossimi 20 anni” afferma il manager, che venerdì si incontrerà con il sindaco. Commisso si è preso un mese per valutare, a fine ottobre sarà tutto più chiaro.

Nuovo stadio, il gioco del cerino e il rischio di un Franchi abbandonato

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fff055 - 1 anno fa

    Sentiamo ora che dice i’ vorpe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 1 anno fa

    Digli a Nardella che cominci a traslocare la Mercafir, non era tutto pronto da anni? Vergognatevi e finitela di prendere in giro tifosi e cittadini. In qualsiasi altra città del mondo un’amministrazione del genere dopo un mandato andava a casa di corsa, o magari addirittura rincorsa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Staffa - 1 anno fa

    ed ecco il primo passo di nardella contro la fiorentina…i nodi vengono al pettine…
    che strano silenzio dei nardelliani tifosi viola…strano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LupoAlberto - 1 anno fa

    Nardella e il suo consulente: La volpe e l’Uva….
    Il SUPERCONSULENTE ha notato
    1) che il terreno di campi è praticamente attaccato allo svincolo dell’autostrada, a pochissima distanza dall’aeroporto e quindi dalla tramvia che potrebbe essere allungata facilmente, quindi con una viabilità che con pochi ritocchi potrebbe essere molto migliore di quella della Mercafir (dove non c’è spazio per allargare le strade d’accesso)?
    2) Ha provato già ora dall’uscita Firenze Nord a raggiungere la Mercafir senza trovare code già dallo svincolo di Sesto Fiorentino?
    3) Ha visto molti stadi a livello europeo che distino meno di 10 km dal centro della città?
    4) Crede davvero che lo stadio della Fiorentina perderebbe il “brand della città” perché in un comune limitrofo?
    5) Mi spiega dove ha visto il progetto operativo dettagliato sui modi e tempi per l’abbattimento della Mercafir e per la ricostruzione dei capannoni a nord e lo stadio a sud (in 4 anni, 5 mesi e 29 giorni e 16 ore esatte, perché Nardella ha calcolato in modo preciso…) senza interrompere o trasferire l’operatività del mercato ortofrutticolo e di tutte le altre attività attualmente funzionanti nell’area (è questa la mancanza di programmazione operativa che ha fatto arrabbiare Rocco, come spiegato da Basile mentre i giornalisti a Radio Bruno pensavano si riferisse ai problemi burocratici)?
    Lui ha collezionato 90 punti, io solo 5, ma sarei curioso di avere risposte sensate anche solo a 3.
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ginox - 1 anno fa

    Nardella deve sentire proprio culino se fa uscire allo scoperto questo qui.
    Ma va via, che tu pensi che siamo tutti riportati dalla piena?
    Ma poi neanche sa (o forse lo sa anche fin troppo bene) di cosa stia parlando. Novoli, Campi o Peretola cosa cambia? Le infrastrutture e la microarea sono le stesse. Il brand (la macroarea) è Firenze. Certo cambiano le concessioni e più che altro l’acquisto dei terreni Unipol….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. violadasessantanni - 1 anno fa

    Che deciderà sarà Commisso; penso che la scelta sarà di costruire lo stadio dove non ci siano vincoli od ostacoli che dilazionano l’inizio dell’opera. Questa è anche la mia speranza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Enzo2 - 1 anno fa

    CHi ti paga a…fine mese? Oppure: chi è il tuo datore di lavoro? O anche: chi ti ha dato l’incarico per la consulenza?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Slipperman1967 - 1 anno fa

      Mi pare ben evidente!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Valdemaro - 1 anno fa

    Ma pensa te dove vanno i soldi di noi cittadini fiorentini.
    Sarei curioso di sapere quanto paga il
    Comune questa consulenza delle ovvietà.
    A Firenze è 30 anni che si parla di nuovo stadio e siamo sempre fermi, eppure il colore politico è sempre stato lo stesso.
    Vaia vaia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ziomario - 1 anno fa

      E provare a cambiare colore?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. filippo999 - 1 anno fa

    l’unica cosa vera che ha detto riguarda le infrastrutture , ma per il resto ,
    siamo al ridicolo…anche se fossi Campi , è sempre lo stadio della Fiorentina ,
    e nell’area metropolitana fiorentina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. aurelianodamacondo - 1 anno fa

    Mi sembra evidente che l’unica soluzione è attaccare e conquistare militarmente Campi Bisenzio annettendola a Firenze. Così lo Stadio rimarrà nel Comune

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 1 anno fa

      Esatto! L’avevo pensato anch’io 🙂 è l’unico modo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ziomario - 1 anno fa

    Un consulente di Nardella cosa volete che dica? Dai Rocco spazza via tutti questi ciarlatani. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. tramvia=idiozia - 1 anno fa

    Il tipo qui ripete parola per parola quello che dice Nardella, più che un “consulente indipendente”…è un “ripetente a pappagallo” …ed in fondo i consulenti dicono quello che vogliono (nel possibile) chi li assume…mica sono fessi (beh, non così tanto almeno).

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy