Repubblica: per Milinkovic-Savic manca solo la firma

Repubblica: per Milinkovic-Savic manca solo la firma

Già oggi il giocatore potrebbe mettersi in viaggio per l’Italia. Diversa, invece, la visione di Stadio

di Redazione VN

Spazio al mercato su La Repubblica. Chiuso lo scambio Savic-Suarez con l’Atletico Madrid, la dirigenza viola si è messa a lavorare giorno e notte per regalare a Paulo Sousa Milinkovic- Savic. La Lazio si era mossa prima, ma nelle ultime ore Pradè e soci avevano messo la freccia. Il problema è che Lotito non aveva nessuna voglia di mollare la presa. Anzi. Ecco perché nella giornata di ieri Andrea Rogg (per la seconda volta nel giro di una decina di giorni) è volato in Belgio. L’obiettivo è portare a casa il sì del Genk e del giovane centrocampista serbo. Una missione iniziata in tarda mattinata, e che è entrata nel vivo nel pomeriggio.

 

Anche perché nel frattempo si erano messi in viaggio anche il papà-agente del calciatore. Facile immaginare quindi che l’incontro fosse programmato, e che fosse quello decisivo. Il blitz, tra l’altro, era stato preceduto da altri contatti. Sia col Genk che con l’entourage di Milinkovic. Sul tavolo (adesso) le carte sono scoperte. I Della Valle offrono circa 7 milioni di euro più una ricca percentuale (vicina al 50%) sulla futura (ed eventuale) cessione (proposta già accettata dai belgi), mentre per il ragazzo è pronto un contratto di cinque anni di poco inferiore al milione di euro netto all’anno.

 

Sensazioni? Positive. Molto positive. Diciamo che (pur volendo mantenere i piedi per terra) in tarda serata i dirigenti viola erano convinti di aver centrato l’obiettivo. Non a caso Rogg già all’ora di cena era di ritorno a Firenze, mentre via mail era in corso lo scambio di documenti tra società. Di fatto, uno degli ultimi passaggi prima di arrivare agli annunci. Sostanzialmente manca solo la firma di Milinkovic che però, già oggi, potrebbe mettersi in viaggio per l’Italia. Diversa la visione di Stadio, secondo cui la battaglia con la Lazio resterà aperta fino all’ultima «cartuccia».

 

Come riporta Giampaolo Marchini su La Nazione mancano le firme, ma l’accordo di massima sarebbe arrivato nella notte dopo che Rogg aveva definito la cessione – sulla base di 9 milioni – con il club belga. Poi si è affrontato il discorso con il suo entourage. Sul tavolo la durata dell’accordo e alla fine il giovane centrocampista (classe 1995) ha detto si a un contratto fino al 2020, con un ingaggio che dovrebbe aggirarsi intorno ai 600mila euro a stagione, riconoscendo al Genk una ‘quota’ per l’eventuale cessione futura del giocatore. La Fiorentina, così, ha superato la Lazio per non incorrere in una pericolosa asta. Anche sul Corriere Fiorentino Leonardo Bardazzi parla di Milinkovic Savic, ormai ad un passo dalla Fiorentina. Rogg è già rientrato a Firenze, a conferma di un accordo ormai certificato nei fatti. Per concludere manca solo la firma del giocatore sul contratto (a circa 700mila euro a stagione) che lo legherà alla Fiorentina per le prossime 5 stagioni.

 

REDAZIONE

Twitter: @Violanews

 

LINK – Gazzetta: “La Fiorentina vince il testa a testa per Miliinkovic”

         – La scheda del giocatore del Genk

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy