Prandelli, c’eravamo tanto amati: sarà ancora così?

Prandelli torna la seconda volta dopo 10 anni. Da Chiappella a Radice, da Valcareggi ad Agroppi

di Redazione VN
cesare-prandelli

La Nazione si concentra sui ritorno sulla panchina della Fiorentina. Il primo fu Chiappella nel 1978 che subentrò a Mazzone.

Ferruccio Valcareggi fu richiamato nel 1984-85 per sostituire De Sisti. Disse sì solo per amore della città e rimise in linea di galleggiamento la barca viola che stava affondando sotto le ondate di uno spogliatoio diviso a metà dalla presenza di Socrates.

Gigi Radice fu richiamato a distanza di 18 anni. Dapprima le cose andarono bene. Fino a quando, dopo uno 0-1 casalingo con l’Atalanta, Vittorio non scese negli spogliatoi a chiedere chiarimenti e successe l’irreparabile. Sulla vicenda circolano varie versioni. Fatto sta che poi Cecchi Gori jr andò in tv e licenziò in diretta Radix, colpevole sostanzialmente di giocare con la difesa zona.

A Radice subentrò un altro protagonista di questo romanzo, ovvero il piombinese Aldo Agroppi. Anche lui nella sua prima esperienza in viola nel 1985/’86 aveva fatto bene (quarto posto). Cacciato a sorpresa dai Pontello, venne richiamato dai Cecchi Gori a suturare lo strappo. Non andò bene. L’esordio fu disastroso: sconfitta 4 a 0 a Udine. Il resto, ancora peggio. Preda di una confusione tattico-atletica, la Fiorentina non seppe più vincere e precipitò in zona serie B.

Fu solo la forza della disperazione a portare lo sciagurato Cecchi Gori a rivolgersi all’ultimo protagonista di questa epopea, ovvero a Luciano Chiarugi. Costui, prese il posto di Agroppi quando la squadra era già condannata e a lui restò l’onta di un almanacco che per sempre lo indica come allenatore nel giorno della retrocessione.

Una storia che, drammaticamente, si ripeté nel 2002, quando, subentrando a Ottavio Bianchi che era subentrato a Roberto mancini, fu chiamato al capezzale di una squadra senza né capo né coda che era già in B.

Firenze, primo allenamento del nuovo allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli al centro sportivo 2020-11-10 ©Niccolò Cambi/ Massimo Sestini
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy