Che numeri: la tripletta di Ronaldo vale un anno di ricavi della Fiorentina

Che numeri: la tripletta di Ronaldo vale un anno di ricavi della Fiorentina

Tre gol da 270 milioni: la Juventus vola in borsa

di Redazione VN
La notte magica di Cristiano Ronaldo e la remuntada contro l’Atletico Madrid regalano alla Juventus in 90 minuti (più recupero) un jackpot da 270 milioni. Il grosso di questa pioggia d’oro – pari più o meno alla somma dei ricavi annuali di Lazio e Fiorentina – arriva dalla Borsa: Piazza Affari ha festeggiato la vittoria all’Allianz Stadium con l’entusiasmo di un ultrà della curva, spingendo al rialzo del 17% i titoli dei bianconeri e facendo lievitare di 214 milioni il valore della squadra torinese.
Il resto – meno effimero e molto più concreto – sono i soldi garantiti dal prosieguo del cammino nel torneo europeo: i gol di CR7 hanno regalato alla squadra di Massimiliano Allegri 10,5 milioni di premio per l’accesso ai quarti ( cifra che porta a 92 milioni il guadagno cumulato finora grazie alla partecipazione alla Champions) più un altro potenziale record di incasso al botteghino nel prossimo match, dopo i 5,5 milioni di euro di biglietti venduti ieri. Non solo: se la Juventus – facendo gli scongiuri del caso – porterà a casa la coppa con le orecchie, l’assegno per il vincitore potrebbe far salire a 126 milioni i premi Uefa. La tripletta di Ronaldo, a conti fatti, ha generato in una sola partita un tesoretto potenziale di 50 milioni. Pari a 555mila euro per ogni minuto della gara contro l’Atletico o alla somma incassata al botteghino in un’intera stagione da Bologna, Chievo, Empoli, Genoa, Sampdoria, Torino, Sassuolo, Spal, Cagliari, Parma, Atalanta e Frosinone messi assieme. Lo scrive Repubblica.
vnconsiglia1-e1510555251366

Bernardeschi, Chiesa e non solo: che Italia per Mancini

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alesquart_3563070 - 6 mesi fa

    Purtroppo la Viola non è l’unica squadra italiana ad essere arrivata in finale di tutte le competizioni europee. La Juventus vinse la Coppa Coppe nell’84, quindi è l’unica squadra italiana ad aver vinto tutte le coppe Europee. Non lo dico perché sono juventino, li detesto, però così stanno le cose. Comunque, a prescindere da ciò, senza pretendere investimenti faraonici, ci sono Società, vedi Napoli e Lazio, che con risorse inferiori hanno ottenuto risultati migliori dei nostri e quest’anno potrebbe riuscirci pure il Torino. Dell’Atalanta non parlo perché loro hanno un vivaio talmente forte che riescono a sopperire tranquillamente. E chi pensa che questi giocatori sono buoni solo da loro, porterei ad esempio Spinazzola che contro l’Atletico Madrid ha dimostrato quello che è….altro che Biraghi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14134146 - 6 mesi fa

    Questo è il motivo che i DV hanno smesso di buttare i soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. woyzeck - 6 mesi fa

    La lezione è un’altra, ovvero che INVESTIRE è LUNGIMIRANZA!!! Il calcio alla meno dei DV, il calcio platonico, il calcio senza passione e senza VISIONE è un calcio MORTO! Ecco perchè i DV sono dei veri perdenti, perchè pur essendo imprenditori di successo al di fuori del calcio, nel calcio non hanno saputo nè voluto comprendere come si opera efficacemente e fruttuosamente, adottando una politica FALLIMENTARE ad ogni possibile livello. Ecco perchè quasi ogni altro presidente di serie A ha fatto meglio di loro, compresi Lotito, DL, Percassi e persino Ferrero che sta facendo meglio dei ricchissimi e ugualmente tirchissimi Garrone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 6 mesi fa

      PERDENTI NATI!
      Purtroppo i piu’ mediocri della SERIE A li abbiamo noi
      MEDIOCRI PERDENTI TIRCHI e pure ANTIPATICI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alan1971 - 6 mesi fa

      Infatti il punto sta tutto qua:
      loro, che tifosi non sono (Diego ha messo piede allo stadio di Firenze per la prima volta a 49 anni e Andrea a 36, tanti ne avevano nel 2002: a quell’età NON si diventa tifosi di nulla) non gliene ha fregato mai nulla di competere ed “investire con lungimiranza”…
      visto che a loro basta intascare quelle 4-5 plusvalenze che saltano fuori ogni tanto (Toni, Jovetic, Ljajc, Cuadrado, Alonso, Berna, Babacar, Chiesa… e avrebbero voluto fare lo stesso con Rossi e Salah) per continuare a stare nel giro senza cacciare soldi.

      In attesa di un fantomatico “stadio”, dl quale non si intravede alcun progetto nè finanziatori, nonostante le corsie preferenziali date dalla politica locale.
      Se pensi che non si sono neanche “impegnati” a trovare uno sponsor, capisci bene cosa gliene frega a loro della Fiorentina.

      Il tutto – sia bene dirlo ogni giorno – con la compiacenza di 20-30mila clienti che li sostengono terrorizzati dal regionale per Gubbio e il supporto mediatico quotidiano dei vai scribacchini che ogni tanto straparlano di Europa a portata, di “gioco spumeggiante”, di “tridente da sogno”, di “proprietà migliore possibile”, di “tieniamoceli stretti”, di Sarri e di tutto ciò che viene detto per abbindolare i gonzi.
      Ma ormai il pettine si sta avvicinando ai nodi: una volta dato via Chiesa (che non sarà MAI sostituito con un pari valore) il castello di fuffa comincerà a cadere e allora sì che ne vedremo delle belle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pepito4ever - 6 mesi fa

    è stata stratosferica la Juve e stratosferico Ronaldo ma allora facciamo giocare solo la Juve……non ho capito le altre squadre in italia che giocano a fare……i tifosi del Bayern in curva sud all’Allianz Arena hanno messo uno striscione:”il calcio moderno ha ucciso il calcio”. Se si continua così si uccide il calcio davvero. Lo sport sottoposto ai soldi. E di certo con queste cifre si tutela prima chi ha i soldi e gli altri sempre peggio. La Fiorentina è stata la prima squadra italiana a fare finale di Coppa Campioni e l’unica ad aver fatto la finale di tutte le competizioni europee. E questo con queste cifre sarà difficile che si ripresenti se non cambia il sistema.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 6 mesi fa

      Diciamo che sara’ impossibile finche resta la Braccini&Braccialetti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ivo - 6 mesi fa

      Il problema è che la visione europea del concetto di sport è contraria all’essenza stessa dello sport. In Europa è sempre stato così, chi ha i soldi vince, gli altri partecipano per fare contorno.
      La corretta idea di sport è quella che hanno negli Stati Uniti, lì si che si può parlare di vera e propria competizione sportiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy