Mercafir e aeroporto, iter complesso: ancora troppi i rebus da sciogliere

Mercafir e aeroporto, iter complesso: ancora troppi i rebus da sciogliere

Ieri la presentazione del progetto del nuovo stadio, ma la strada per poggiare la prima pietra è ancora lunga

di Redazione VN

La strada per la realizzazione dello stadio in quattro anni non è tutta in discesa. Come sottolinea La Nazione, dall’aeroporto di Peretola e dal suo sviluppo (con o senza la pista paralallela) dipende il futuro dell’area di Castello di proprietà Unipol. Ed è proprio in quella sede che si dovrà trasferire la Mercafir per liberare lo spazio per la realizzazione della cittadella. Inoltre il progetto per la cittadella, pur essendo in una fase avanzata, non è un progetto definitivo. Né esecutivo. Se intanto possono partire i lavori per la Vas (la valutazione ambientale strategica), serviranno molte integrazioni soprattutto per quanto riguarda il centro commerciale e il maxi albergo per proseguire nel percorso che prevede un’altra variante urbanistica con cui Palazzo Vecchio destina l’intera area di Novoli alla cittadella viola, la gara pubblica per la realizzazione dei lavori (che, pur con un diritto di prelazione, la società viola potrebbe anche non aggiudicarsi), la conferenza dei servizi.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 3 anni fa

    Ah, La Nazione. Quelli dello stadio uguale a Bordeaux e di un milione di altre notizie sparacchiate qua e là?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy