La moViola: giusta l’espulsione di Koulibaly, il tocco di mano di Albiol…

La moViola: giusta l’espulsione di Koulibaly, il tocco di mano di Albiol…

Sono buoni i gol del 2-0 e del 3-0 di Simeone: nel primo caso Albiol sembrerebbe tenere il gioco il Cholito, nel secondo lo tiene invece sicuramente in gioco Mario Rui

di Redazione VN

Viene giudicata positivamente dai due principali quotidiani sportivi nazionali la direzione di gara di Mazzoleni e del resto della squadra arbitrare che ieri ha diretto Fiorentina-Napoli. Vediamo le valutazioni nel dettaglio:

CORRIERE DELLO SPORT

KOULIBALY – L’episodio sul quale concentrare la moviola, dunque, è l’espulsione di Koulibaly. Nell’occasione, comunque la vogliate guardare, sia Mazzoleni in campo che Massa al VAR hanno preso la decisione giusta. Veniamo a quello che è successo in campo: Koulibaly interviene su Simeone lanciato a rete, l’intervento – falloso – è comunque “genuino”, cioè il difensore azzurro voleva colpire il pallone, mentre il Cholito lo anticipa togliendoglielo da davanti. A velocità normale Mazzoleni assegna il rigore senza esitazione, ritenendo il contatto dentro l’area. In questo caso, per la revisione della “tripla punizione” (rigore, rosso e squalifica per il turno successivo), non c’è più il rosso diretto, ma il giallo (chiara occasione dentro l’area di rigore in presenza di un fallo “genuino”). Interviene il VAR, Massa, che controlla tutta l’azione. Compresa la posizione del fallo, che è fuori dall’area di rigore (sia quando Koulibaly tocca il petto di Simeone, sia quando abbassa la gamba sulla coscia del viola, foto Sky). A quel punto, l’ex “tripla sanzione” e la sua revisione cessano di esistere, non c’è più il rigore, e il fallo (“genuino” quanto volete) diventa da cartellino rosso. Unica annotazione: vero, come per il fuorigioco, anche la posizione del fallo è puramente geometrica, dunque non necessita di OFR (On Field Review). Però, visto tutto quello che è successo nell’ultimo turno, magari poteva andarlo a rivedere.

NO OFF SIDE – Sono buoni i gol del 2-0 e del 3-0 di Simeone: nel primo caso, pur mancando immagini che chiariscano al 100% (o almeno, non sono passate in tv), Albiol sembrerebbe tenere il gioco il Cholito. Lo tiene invece sicuramente in gioco Mario Rui sul 3-0.

NO RIGORE – Tocco di braccio destro di Albiol sul cross di Simeone: posto che gli tocca sul piede (anche se Rizzoli aveva distinto, nella riunione del Coni, che non sempre il tocco con altra parte del corpo assolva il difendente) e che ha tutto per essere involontario, l’episodio arriva fuori dall’area di rigore, dunque fuori dal protocollo VAR.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

Nel primo tempo dato rigore alla Fiorentina per l’intervento di Koulibaly (ammonito) su Simeone: poi con la Var si passa al punizione dal limite e rosso per il difensore. Giusto: in area non c’è la tripla sanzione quando l’entrata è ‘genuina’, vale a dire con una contesa del pallone, ma se il fallo accade fuori area (come in questo caso), allora la chiara occasione da rete negata si paga sempre con l’espulsione. Nella ripresa Albiol devia col braccio alto il cross di Chiesa: sarebbe punibile, ma la Var non interviene perché non si capisce se il tocco sia dentro o fuori area.

Violanews consiglia

Situazione disciplinare: un difensore viola salterà la prossima gara per squalifica

Napoli, una sconfitta che fa malissimo: giocatori in lacrime, lo Scudetto un miraggio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy