Il triste ritorno in treno a Firenze. Cuffie e silenzio, parla solo Rocco

Il triste ritorno in treno a Firenze. Cuffie e silenzio, parla solo Rocco

Il n° 1 viola si è soffermato con i giocatori, deluso e stanco. I giocatori invece si sono chiusi nel silenzio

di Redazione VN

Volti scuri, bocche cucite, nessun sorriso e un forte senso di frustrazione. E con le forze dell’ordine che hanno scortato la squadra in cima al binario per evitare il contatto con i tifosi altrettanto sconsolati che attendevano di salire sul medesimo treno per tornare dalla triste trasferta di Torino. Le tre ore successive – scrive il Corriere Fiorentino – sono state vissute in un clima pesante e di rabbia, che ha portato i giocatori ad isolarsi con le proprie cuffie e smartphone: non prima però del confronto con Rocco Commisso, che ha espresso la sua delusione per la sconfitta e per come è stata giocata la partita. Stanco e deluso per quanto visto, il patron ha camminato avanti e indietro soffermandosi alle varie postazioni dei giocatori per parlare con loro.

 

Banega e Politano le piste più calde per gennaio. E una prima punta…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Burlamacchi - 2 mesi fa

    Almeno è presente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antonino - 2 mesi fa

      sai che “sosfazione” diceva quella donnina di Campi…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy