Ferrara scrive: “La Fiorentina di Prandelli, il tempo di Anfield e dei grandi progetti”

Un estratto del pezzo di Benedetto Ferrara su Repubblica in edicola oggi

di Redazione VN

Ma come era bella quella Fiorentina, quella con Toni e Mutu, con Gilardino, Jorgensen e tutti gli altri. Era la banda degli intrusi, era la sensazione di vivere qualcosa di davvero speciale. Per far fuori l’amato Cesare bastò lavorare mediaticamente per provare a farlo passare per traditore e avvisare i procuratori che a fine stagione sarebbe cambiato tuto. È così che i giocatori mollarono il colpo, il gioco sparì e la passione lentamente appassì, anche perché troppo amore stanca: gelosia, invidia, cattiverie, pettegolezzi. Le solite storie. Quando quel rapporto speciale si spezzò il nuovo CT ebbe un lampo di piccola gloria agli Europei (una finale non è poco) e mesi in prima pagina, fino al tracollo brasiliano e all’inizio di un declino inimmaginabile. […] Prandelli ha iniziato a vagare: Turchia, Spagna, Dubai. E poi parole non mantenute e delusioni collezionate in serie. […] Tutto mentre la Fiorentina ripartiva dal sequel di quel ridimensionamento per riscoprirsi normale e ritrovare, per la prima volta, il suo ex allenatore contro. Una squadra molto distante da quei ricordi di calcio bello e diverso, quello del terzo tempo e di Anfield Road, quello dei grandi progetti svaniti nel poco e nel nulla.

Violanews consiglia

Milan, Leonardo vuole fare un tentativo per Veretout. Le cifre e la formula

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 2 anni fa

    Sarebbe interessante confrontare i risultati ottenuti come DS da Corvino con e senza Prandelli. Già questo aiuterebbe a capire dove stanno i meriti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. woyzeck - 2 anni fa

    Bravo Benedetto! Fu un vero scandalo, ridicolo, grottesco, portato avanti vergognosamente anche da certi giornalisti e da certi opinionisti che non dimentico, una storiella senza né capo né coda che però riuscì a convincere tanti poveri beoti (adesso leccavalliani) che fosse vero, e la cosa fu replicata con il caso Rossi in Nazionale…. se avessimo memoria e rigore morale tanti di quelli che continuano a parlare e scrivere oggi sui maggiori media nazionali e locali sarebbero invece a casa a badare al cane… PS. Tanto per ricordare agli smemorati cosa ha fatto Prandelli a Firenze con una squadra di medio valore complessivo (guardate cosa hanno fatto o cosa stanno facendo altri allenatori con squadre nettamente superiori….): ci ha portato per quattro volte in CL (due tolte dall’ Ingiustizia Sportiva), di cui una volta in una stagione in cui stavamo partecipando alla stessa CL, cosa che accade solo alle grandissime squadre, ci ha portato in EL da meno 15 (!), e in semifinale di Coppa Uefa oltre a vittorie prestigiosissime con Liverpool e Bayern Monaco, cosa che ci avrebbe portato a fare i quarti di finale di CL se non fosse stato per Ovrebo….! Ha fatto meglio di qualsiasi altra gestione successiva, compreso Montella, e precedente, eccettuati Bernardini e Pesaola…! E nonostante tutto questo fu costretto ad andarsene, delegittimato di fronte alla squadra perché faceva ombra a dei miseri personaggini all’interno della società….. IGNORANTI, SMEMORATI E IRRICONOSCENTI! Insomma, leccavalle….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vecchio briga - 2 anni fa

    OEOO

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy