Di Biagio su Chiesa: “Alla Fiorentina giocava sempre anche se sbagliava. Ora non più”

Il parere dell’ex ct che lo ha lanciato sia in Under 21 che in Nazionale maggiore

di Redazione VN

Lo ha fatto esordire in Under 21 prima e il Nazionale maggiore poi. L’ex ct Gigi Di Biagio a Tuttosport parla del trasferimento di Chiesa alla Juventus e ne tesse le lodi: “Federico era ed è il prototipo del giocatore moderno: ha fisicità, dribbling, tiro. A proposito di tiro: io stravedo per lui, ma dovrebbe e può fare più gol. Ora deve fare uno step ulteriore e ha la potenzialità per farlo”. Un giocatore dalle mille potenzialità, che però non ha ancora espresso appieno tutta la sua cilindrata. Anche perché ha già cambiato molti ruoli: “Io lo vedo esterno offensivo, in un 4-3-3 o in un 4-2-3-1. Gli serve la fascia in partenza, come punto di riferimento, ma da lì può svariare e accentrarsi. Io lo preferisco a sinistra”. Alla Juve uno step ulteriore: “Fino a ora era giudicato su cinque partite: alla Fiorentina se ne sbagliava una in quella successiva giocava lo stesso. Da ora in poi sarà giudicato magari per un quarto d’ora e non dovrà sbagliarlo, perché è in un organico di tutti campioni. E’ un salto che deve fare velocemente”.

E CHIESA TRONCA COL PASSATO: HA SMESSO DI SEGUIRE LA FIORENTINA

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 3 settimane fa

    Giusta l’osservazione che la pacchia del viziato è finita. Da noi tutto è permesso, siamo degli “artisti” scapestrati.
    Però è giusto anche tutto il resto della valutazione che fa Di Biagio. Non sono affatto sicuro che sarà un flop, che farà panca, che farà il bis di Bernardeschi. Purtroppo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Angelo_373 - 3 settimane fa

    Infatti, sé né accorgerà presto che le coccole sono finite. Viziato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. tattarin_11475634 - 3 settimane fa

    PAROLE SANTE !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy