Corvino: ok alle cessioni, ma non per abbassare il monte ingaggi

Corvino: ok alle cessioni, ma non per abbassare il monte ingaggi

Lavoro importante di Corvino a gennaio per sfoltire la rosa

di Redazione VN

Nell’analizzare la nuova rosa della Fiorentina, La Nazione scrive che il mercato di gennaio è ruotato soprattutto su un pacchetto di cessioni (non facili) che Corvino ha voluto realizzare più per limare il numero della rosa che per questioni di monte ingaggi.

vnconsiglia1-e1510555251366

Com’è cambiata la Fiorentina: solo 22 giocatori e 3 baby

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alan1971 - 6 mesi fa

    Tutte cessioni – sarebbe il caso di ricordarlo – di enormi e colossali pacchi COMPRATI O PRESI IN PRESTITO DA LUI STESSO.

    Ecco i nomi di chi è andato e venuto negli ultimi 2 anni, per chi ha memoria selettiva:
    Dragowski, De Maio, Toledo, Diks, Cristoforo, Sanchez, Maxi Oliveira, Milic, Saponara, Sportiello, Gaspar, Scalera, Thereau, Lo Faso, Gil Dias, Zekhnini, Falcinelli, Hristov, Eysseric.

    Cosa ci sia da incensare per “averli venduti” dopo che lui stesso li aveva scovati e ce li ha fatti digerire (“se non li conoscete è un problema vostro” ipse dixit) è qualcosa che sfugge alla razionalità.

    Considerato che in rosa (e pure titolari in alcuni casi) hai gente che non riscatterai mai come Gerson e Pjaca, e altri solo di passaggio, come Norgaard, Hancko, Vlahovic e Ceccherini, sono la bellezza di 25 (VENTICINQUE !!!) giocatori che
    – hanno gravato sulle casse della società per 1 o 2 anni (oppure anche di più)
    – non hanno mai visto il campo, quindi non hanno avuto alcuna utilità tecnica o tattica
    – hanno totlto eventuale spazio a giovani della Primavera (Sottil era forse peggiore di Pjaca?…)
    – sono stati molto più difficili da rivendere che da comprare.

    Eppure, nonostante tutto questo, ci sono tromboni disposti a giurare e spergiurare che trattasi tutti di fenomeni incompresi….

    Ovviamente non parlo di quelli della sua gestione precedente, ossia Do Prado, Paolucci, Roccati, Brivio, Pazienza, Lobont, Bochu, D’Ambrosio, Guigou, Di Loreto, De Falco, Cortese, Turchetta, Del Sante, Lattanzio, Potenza, Mateo, Alex, Tagliani, Felipe, Reginaldo, Vanden Borre, Lupoli, Mazuch, Hable, Papa Waigo, Diakhatè, Bettoni, Fedi, Petri, Romizzi, Da Costa, Cacia, Comotto, zauri, Almiron, Gulan, Jefferson, Bonazzoli, Di Tacchio, Savio, Castillo, Felipe, Bolatti, Keirrison, Boruc, Maritato, Di Prete, Loureiro, Lepri, Salifu, Ashing, Aya, Bettoni, Campanharo, Giovannetti, Kharja, Lazzari, Munari, Santiago Silva, Tafi, Seferovic, Amauri, Cenciarelli, Zohore, Olivera….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi Barzini - 6 mesi fa

      Madonna mia! Ma come fai a sapere tutte queste cose? Che invidia!!!!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alan1971 - 6 mesi fa

        Mi dispiace per te, non so che farci.
        Io leggo e ricordo quello che leggo, visto che ci tengo alle vicende della mia squadra.
        Se tu non ti ricordi nulla, o non capisci quanto si scrive, non so come tu faccia ad essere tifoso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luigi Barzini - 6 mesi fa

          Sei un po’ troppo nervoso, pallino! Il mio era un complimento ma, evidentemente hai la coda di paglia. Per me puoi fare quello che ti pare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Etrusco - 6 mesi fa

      Ti sei dimenticato dei campioni che ti ha portato però: Toni, Mutu, Ljiaic, Jovetic, Nastasic, Vargas, Gilardino, Felipe Melo (rivenduto a cifre incredibili alla Juve), Pasqual, Montolivo, Ujfaluši, Jorgensen, Liverani…. poi certo ha pure toppato in alcuni acquisti ma se Pradè non avesse avuto il tesoretto dovuto alla vendita dei campioni scelti dal Corvo mi sa che avrebbe avuto difficoltà a prendere Gomez e Rossi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alan1971 - 6 mesi fa

        L’articolo parlava del “pacchetto di cessioni che Corvino ha voluto realizzare”, non dei campioni (o presunti tali, visto che inserire Nastasic, Montolivo Pasqual, Liverani in una ipotetica lista di campioni” è quantomeno opinabile….)

        Per cui ho parlato delle cessioni, non di chi è rimasto.
        Se l’articolo avesse parlato dei “campioni portati, avrei risposto su quello.

        Quanto alla frase “ma se Pradè non avesse avuto il tesoretto dovuto alla vendita dei campioni scelti dal Corvo” è una forzatura bella e buona; è vero che poi ha rivenduto Nastasic (24) Jovetic (26), Ljajic (11) e Behrami (7) presi da Corvino, ma la base della squadra del 2012 (Gonzalo, Valero, Savic, Pizarro, Aquilani, Cuadrado) è stata costruita con la bellezza di 17 milioni… ossia il costo dei pacchi Saponara, Maxi Olivera e Eysseric messi assieme.

        Ecco il dettaglio:
        – Gonzalo (1,4)
        – Aquilani 0 (zero)
        – Cuadrado (prestito con diritto della metà a 1)
        – Savic (7)
        – Pizarro (1)
        – Valero (7)
        Ci aggiungo Toni (ripreso a 0, ben 8 gol da panchinaro). Poi Cuadrado “esplose” e quindi l’Udinese rivide le cifre, ma questi sono i numeri.

        Casomai è stato Corvino a salvare la baracca coi giocatori di Pradè, e non il contrario (Alonso, 30 mil portato da Pradè a zero; Ilicic, Bernardeschi, Kalinic, Valero, Vecino ecc per un totale di 120 milioni).

        Non oso immaginare cosa avrebbe fatto Pradè con 130 milioni (considerando pure i 10 di Babacar del gennaio scorso).
        E’ un colossale FALSO STORICO che Pradè abbia avuto i soldi e Corvino no: ha avuto un monte ingaggi più alto per 2 anni, questo sì, ma non un portafoglio più ampio.

        Infine, informati meglio su Jorgensen, da te presentato come un “campione portato da Corvino”….:
        Corvino non lo voleva proprio e andò alle buste con l’Udinese che mise 0 (zero); Corvino mise la bellezza di 500 euro (https://it.wikipedia.org/wiki/Martin_Jørgensen) “mentre i friulani non offrirono alcunché, i toscani presentarono una cifra di 500€, un’offerta considerata offensiva per la dignità del calciatore (si consideri, a titolo di paragone, che il biglietto per la finale del Mondiale del 2006 costava 600€)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user - 6 mesi fa

    Bulgaro tu conosci il significato del sostantivo campione?
    Se per te Borja Valero,ma potrei dire lo stesso di Jovetic è un campione può significare due cose:
    o sei troppo giovane oppure sei un pò di manica larga,ma parecchio larga…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BVLGARO - 6 mesi fa

    da 17 anni siamo ripartiti dalla C2. Dopo la Gestione Cecchi Gori. Potevamo portare a casa una Coppa Uefa e una Coppa Italia. Potevamo andare più avanti in Champions senza il furto di Ovrebo. Quest’anno possiamo alzare la coppa italia. Io mi accontento di questa squadra. Non mi accontento della mediocrità degli ultimi anni. Mi piacerebbe più intraprendenza della proprietà e scelte fatte da veri intenditori di calcio. Il Napoli sta andando molto meglio di noi perchè ha fatto tanti affari, uno dietro l’altro. Hamsik, Cavani, Lavezzi, Higuain, Jorginho. Il problema nostro è che abbiamo SEMPRE reinvestito male i soldi delle cessioni. In questo caso la gestione tecnica è stata fallimentare. Abbiamo visto a Firenze campioni come Toni, Mutu, Gilardino, Jovetic, Borja Valero, Pizarro, ma anche Riganò, Savic, Alonso e adesso chiesa e Milenkovic. Ringrazierò sempre la proprietà anche se non siamo riusciti ad alzare mai un trofeo. Di questi tempi una proprietà italiana che tiene all’economia della Fiorentina è il meglio che possiamo avere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. unial5_10119788 - 6 mesi fa

    Un giocatore, per la Fiorentina diventa valido se prende poco. In base alla gente acquistata si sa già chi parte, portando plusvalenze dell’ordine tra i 120-150 ml €, mentre per gli acquisti, quelli veri si dovrà attendere. Ad oggi, senza sapere se arriverà Messi, o 7 Maxi Olivera, il monte ingaggi è ulteriormente diminuito. Penso che siamo abbastanza vicini al nono monte ingaggi della serie A, mentre siamo 6 sugli introiti. Quindi, ricapitolando, due DEVONO scomparire da Firenze, vendendo, dando in affitto, quello che più gli aggrada, l’importante è uscire di corsa dalla Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. max power - 6 mesi fa

      Allora era meglio tenersi Therau per non abbassare il monte ingaggi? Ma che ragionamenti fai?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BVLGARO - 6 mesi fa

      quindi tu vorresti un salto nel buio? Magari una proprietà come quella del Perugia? Giocare con Carpi, Cesena, Lecce? E’questa la tua ambizione? O fai parte di quella categoria degli illusi che vogliono lo Sceicco a Firenze? Cosa hai nella testa amico mio? Per fortuna che non gestisci tu la Fiorentina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user - 6 mesi fa

    Certo…Sono convinto anche io che il monte ingaggi è l’ultima cosa che guardano…
    Vaia vaia Corvino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy