“Chiesa, è solo l’inizio”. Dopo il bastone, il mercato come “carota” per convincere Federico

Dopo il pugno duro, adesso la società è la prima a voler dimostrare, tramite il mercato, le proprie ambizioni a Federico Chiesa

di Redazione VN

Come riporta questa mattina sulle proprie pagine Il Corriere dello Sport Stadio, non sono state tranquille le ultime 24-48 ore in casa Fiorentina con il caso Chiesa a tenere banco. Joe Barone ha dovuto fare la voce grossa e minacciare il giovane talento viola con ben due possibili multe se non avesse mantenuto gli accordi pubblicitari, sfilando con la nuova divisa e tenendo l’intervista a Wall Street. Altra condizione richiesta dal dirigente viola il “dover chiedere scusa a tutta la squadra per l’atteggiamento tenuto nelle ultime ore”. La dirigenza non cede di un centimetro su Federico che forse si era già prefissato ‘altri lidi’, palcoscenici internazionali come con la Juventus di CR7 e co.

Convinto a parole, adesso si tenterà di convincere Chiesa con i fatti. La dirigenza nonostante il pugno duro delle ultime 24-48 ore vuole dimostrare a Federico le proprie ambizioni passando per il mercato. Una sua permanenza significherebbe una garanzia in più per l’arrivo di nuovi e papabili rinforzi e big di mercato.

Commisso e Barone si sono riuniti assieme a Pradè per dare il via al mercato della Fiorentina: un mercato che conterà almeno due grandi nomi e una decina di rinforzi e innesti per la rosa di Montella.

 

 

Chiesa-Barone, volano gli stracci? Linea dura della società, Federico ad un passo dalle lacrime

Top e Flop di Fiorentina-Benfica: continua a stupire Vlahovic, ma che gol si è mangiato Benassi?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy