Barone costruisce la nuova Fiorentina: cellulari infuocati alla ricerca degli uomini giusti

Il braccio destro di Commisso al lavoro insieme al numero uno italoamericano per creare una dirigenza forte e stabile

di Redazione VN

Joe Barone lavora da giorni per individuare persone di fiducia e di spessore internazionale che possano rilanciare l’immagine della Fiorentina. L’obiettivo di Rocco Commisso – scrive La Repubblica – è quello di affermare il marchio viola in Italia e in Europa, per poi lanciarlo in grande stile agli occhi del pubblico americano. Associare il brand Fiorentina alla storia e allo splendore di Firenze: un connubio sul quale Commisso vuole scommettere, certo del potenziale che rappresenta la città d’arte in tutto il mondo. Un’operazione di immagine che dovrà passare inevitabilmente dai risultati sportivi. Per questo saranno fondamentali le prossime mosse, quelle che daranno un nuovo assetto societario ai viola: Antognoni anello di congiunzione tra storia e futuro, Gandini come amministratore delegato. La suggestione Spalletti come allenatore, insieme ad altri nomi come Ranieri, Gattuso, Garcia e Donadoni. I cellulari di Commisso e Barone, in questi giorni, sono infuocati. In attesa del loro primo viaggio assieme a Firenze, dove è tutto pronto per la nuova era americana della Fiorentina.

Violanews consiglia

Rock&Gol – Rocco e Joe

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ivo - 1 anno fa

    Io preferirei un allenatore moderno. Con Ranieri si torna indietro di 40 anni. Lui è tipo Pioli.
    Montella con i giocatori giusti non credo farebbe malissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dejan - 1 anno fa

    In generale, dalla scelta dell’allenatore si capisce il tipo di investimento che una società farà…
    Gli allenatori in auge, abituati a primeggiare ovvero ad allenare grandi squadre, non accettano programmi risicati e dettano condizioni sulla tipologia e la qualità degli acquisti dei giocatori…
    Per questo motivo, la scelta di Spalletti vorrebbe significare la costruzione di un’ottima squadra: poi il campo darà il responso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. folder - 1 anno fa

    Con Ranieri abbiamo vinto una CI ed una SCI! Va bè che aveva Bati;Toldo;Rui ed un’ottima squadra…ma:hai visto mai che Rocco un la rifaccia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 anno fa

      anche con Mancini abbiamo vinto una CI!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Burlamacchi - 1 anno fa

    A me Spalletti non dispiacerebbe. Ha sempre manifestato grande voglia di allenare la Fiorentina e credo ci farebbe fare un salto di qualità rispetto agli ultimi anni.
    D’altronde veniamo da un triennio non semplice

    Non credo sia un allenatore di vertice, ma uno che con una buona rosa potrebbe puntare all’Europa.

    Più o meno come Ranieri. Che tra i citati è un altro che apprezzerei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13889043 - 1 anno fa

    Se si vuole ripartire ci vuole gente affamata,
    Ranieri no
    Gattuso no
    Spalletti no, ma sarebbe un segnale importante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mick - 1 anno fa

    Tutta la vita Ranieri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. epicuro - 1 anno fa

    Gandini? OK.
    Ranieri? OK.
    NO a “ringhio”Gattuso
    NO a “tristezza” Spalletti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Max - 1 anno fa

    perché Ranieri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AstiViola - 1 anno fa

      Perché è libero, conosce Firenze, ha fatto vincere una Premier al Leicester (credo che negli USA la Premier sia seguita) e soprattutto parla inglese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. epicuro - 1 anno fa

      Perché è un tecnico preparato con una buona esperienza internazionale.
      Preferisci Gattuso? Anche se il calcio è un gioco l’intelligenza conta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lo scatizzolagobbi - 1 anno fa

    Gattuso e Donadoni no via…un scherziamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy