AMARCORD – Edmundo trafigge l’Udinese al fotofinish e manda Firenze in cielo

Era il 4 ottobre 1998. Fu la quarta vittoria in campionato per la Fiorentina in altrettante giornate. I viola erano in testa alla classifica da soli

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Vincere, si sa, è sempre bello. Ancor di più se i tre punti arrivano in pieno recupero, quando la partita non sembra più avere niente da dire. La gioia dei tifosi è incontenibile. La logica e la razionalità lasciano il posto alle emozioni e all’irrazionalità. Un po’ come avvenne il 4 ottobre 1998. Quel giorno la Fiorentina ospitava al “Franchi” l’Udinese. I gigliati erano partiti a razzo in quel campionato grazie alle vittorie contro Empoli (2-0 in casa), Vicenza (2-1 in trasferta) e Milan (3-1 al Meazza). Non fu da meno, però, l’avvio della squadra friulana che si presentò a Firenze con sette punti: 2-2 contro la Sampdoria all’esordio e poi le vittorie contro il Bologna per 3-1 e con la Salernitana per 2-0.

Il giorno prima della gara, La Stampa titolò: “Batigol: Firenze non ha più paura di volare”, “Tutta la città in vetta con i viola” e “Il bomber argentino si prepara al duello con il brasiliano Amoroso, l’altro leader della classifica cannonieri”.

Quella domenica 4 ottobre 1998 la Fiorentina, priva di Cois, scese in campo con: Toldo, Repka, Padalino, Heinrich, Falcone, Torricelli, Rui Costa, C. Amoroso, Batistuta, Edmundo, Oliveira. L’Udinese, allenata da Francesco Guidolin, rispose con: Turci, Navas, Bertotto, Calori, Pierini, Bachini, Walem, Giannichedda, Jorgensen, Poggi, Amoroso. Arbitro dell’incontro: Stefano Braschi. Diluviava, ma al Franchi c’erano quasi 34mila persone. I padroni di casa andarono vicini al vantaggio con un tiro dal limite di Edmundo, ma Turci deviò in angolo. Furono poi gli ospiti a rendersi pericolosi con una conclusione di Amoroso, di poco fuori alla sinistra di Toldo. All’inizio della ripresa i bianconeri sfiorarono nuovamente l’1-0 con un palo colpito da Bachini. La Fiorentina sbloccò il risultato grazie ad un tap-in vincente di Oliveira dopo una botta al volo di Edmundo, ma l’arbitrò annullò la rete per fuorigioco del calciatore belga. Il match sembrava avviarsi verso lo 0-0. In pieno recupero, però, ecco la svolta: dialogo dentro l’area di rigore tra Rui Costa ed Edmundo e tiro del brasiliano sotto la traversa. Franchi in visibilio. E pensare che alla vigilia il Trap dichiarò: “Chiedo ai tifosi di aver pazienza. Una partita come questa va vinta all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero”. Ci aveva azzeccato.

Pubblicità Numericalcio

LEGGI ANCHE:
-> Il calendario stagionale della FIORENTINA
-> Tutte le classifiche del RANKING UEFA e RANKING FIFA 

-> Tutti i risultati di CHAMPIONS LEAGUE ed EUROPA LEAGUE
-> 
Da Baresi a Pellissier, oltre venti anni di maglie ritirate in Italia
-> TUTTITALENTI.COM – Le schede dei giovani talenti

 

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mannuccigabriele7_14377276 - 1 mese fa

    Venne giù tutto sotto il diluvio. Bellissimo primi da soli in classifica. Che goduria!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vb - 1 mese fa

    C’ero. Al goal uno degli urli più paurosi che abbia mai sentito in uno stadio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. magicdolc_8322107 - 1 anno fa

    9 Batistuta
    10 Rui Costa
    11 Edmundo
    Mah..fate voi…!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pepito4ever - 1 anno fa

    io c’ero e se non si faceva male Bati e a O’ Animalo non gli pigliava la voglia di carnevale, nel 98/99 avremmo vinto un altro scudetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vecchio briga - 1 anno fa

    C’ero sotto un diluvio universale al gol di edmundo venne giù la curva

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TonyManero - 1 anno fa

      Anche io. Che bellezza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Leo72 - 1 mese fa

      Non solo la curva, venne giù lo stadio!
      Che goduria

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy