Ulivieri: “Fiorentina male assortita, ora deve mettersi in testa di essere squadra”

Le considerazioni del presidente dell’AIAC sulla Fiorentina e non solo

di Redazione VN

Il presidente dell’Associazione Allenatori Renzo Ulivieri ha fatto il punto sulla Fiorentina e sul campionato ai microfoni di 30 minuto in onda su Toscana TV. Ecco le sue parole:

Su Prandelli: “Oggi ci sono state le elezioni e Prandelli è stato eletto con il massimo dei voti: è entrato nel Consiglio direttivo dell’Aiac. Si sapeva che questa squadra avrebbe avuto delle difficoltà. Il percorso di Prandelli in panchina parla chiaro: ha provato a cambiare soprattutto in difesa ma si è reso conto che non aveva le giuste risposte. Probabilmente la Fiorentina non è una grande squadra, nemmeno scelta bene come uomini. Per quanto possa fare Prandelli con questa squadra è la norma perdere con le big. Le sue partite sono altre: ha fatto un buon lavoro operando in una situazione complessa. In fondo si stanno muovendo e la conduzione del tecnico la ritengo positiva”.

Su Samp, Spezia e Udinese in calendario: “Non sono partite facili, tutti all’inizio pensavano che lo Spezia fosse la vittima sacrificale. Sarà una squadra complicata da affrontare: pensare che siano partite semplici è sbagliato. Oggi la Fiorentina non è nelle condizioni di pensare che siano passeggiate: dovrà mettersi in testa di essere squadra, cosa che a tratti non si vede”.

Sull’allenatore che lo ha colpito: “Dionisi dell’Empoli sta affrontando il corso da UEFA Pro, Italiano lo ha finito da poco. Nessuno avrebbe pensato che lo Spezia potesse dare questa valenza al campionato, ma il clima e la voglia di fare stanno sopperendo alle carenze tecniche. Ci sono tanti allenatori bravi e dalle idee innovative: le nuove generazioni portano molti ragazzi bravi in A”.

Vlahovic-Ribery
GERMOGLI PH: 23 GENNAIO 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS CROTONE NELLA FOTO GOL ED ESULTANZA VLAHOVIC
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy