Addio allo stadio nuovo? “No” al bando Mercafir, incertezze su Campi: e il Franchi…

Addio allo stadio nuovo? “No” al bando Mercafir, incertezze su Campi: e il Franchi…

Situazione molto complessa, difficilmente la Fiorentina avrà un nuovo stadio

di Redazione VN

Come scrive Repubblica in edicola oggi, si va verso l’addio per la costruzione del nuovo stadio. Commisso ha deciso di non partecipare al bando Mercafir, su Campi Bisenzio ci sono delle incertezze e l’appello ai sindaci metropolitano di lanciare le candidature è andato praticamente deserto. Il Franchi andrebbe ristrutturato ma dovrebbe occuparsene il comune: secondo il quotidiano in futuro l’attuale impianto potrebbe anche non superare più i vincoli Uefa. Se così fosse, in caso di partecipazione alle coppe da parte della Fiorentina, la squadra dovrebbe migrare in un’altra città per le partite. Adesso fra Nardella e Commisso la situazione è tesa. La società presenterà all’amministrazione uno studio che dimostrerà quanto la Fiorentina faccia bene all’economia cittadina.

Caricamento sondaggio...

VIDEO – Quando Batistuta rovesciò l’Udinese e Malesani diede spettacolo in bermuda

66 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Powerfons - 1 mese fa

    Non si potrebbe fare come fecero alla famiglia dei Bischeri? Ci si trova tutti con picconi e carriole una notte al Franchi e lo si abbatte, poi si portano i calcinacci a casa di Pessina così ci gioca al lego. Oh arrestateci in 40.000!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. glover_3713546 - 1 mese fa

    Ieri è giunta notizia che Bloomberg ha quotato il patrimonio di Rocco Commisso, che è salito vertiginosamente negli ultimi mesi,… adesso è a quota 8,42 miliardi, cioè 1,60 miliardi rispetto a solo qualche settimana fa, ed è entrato così nella lista dei 200 uomini più ricchi del mondo…. io mi ricordo che quando si parlò di lui per la prima volta a Firenze, ad aprile 2019, tutti i giornali dicevano che il suo patrimonio era sui 4 miliardi,,, dopo che ha comprato la Fiorentina è raddoppiato il suo capitale? Quindi se non altro gli abbiamo portato fortuna e popolarità nel mondo, adesso anche in America è spesso intervistato e ormai conosciuto da un vasto pubblico.
    Allora dico… Caro Rocco noi ti vogliamo bene, lo stadio fallo, fai un sacrificio, 20 milioni in più o meno, per te sono bruscolini, che poi con il brand Firenze potrai recuperare tranquillamente con Hotel, centro commerciale e direzionale…. non mollare, costringi Nardella a cedere qualcosa con il secondo Bando (oggi è impossibile), e fai questo meraviglioso stadio, che in futuro (più tardi possibile) porterà il tuo nome, come il Santiago Bernabeu.
    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dallapadella - 1 mese fa

    “su Campi Bisenzio ci sono delle incertezze” ma avete capito quali??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. glover_3713546 - 1 mese fa

      E tanti vincoli… come quello aeroportuale… dove l’Enac (come Toscana Aeroporti che investirà 400 milioni) non gli darà mai i permessi, con la pista nuova, visto che Campi è nel cono di volo, sia di partenza che di atterraggio… e ci vorranno degli anni prima che sia chiarita la situazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MrBreaker - 1 mese fa

        Scusa Glover ma da quello che ho capito la nuova pista sará parallela all’autostrada, anche per questo lo stadio alla Mercafir non potra essere piú alto di 30 metri e dovranno interrarlo. Non capisco come possa Campi rientrare nel cono di volo. Poi chssá ogni due giorni viene fuori un nuovo progetto chissá…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. glover_3713546 - 1 mese fa

          La Mercafir essendo più a est del’aeroporto non verrà mai sorvolata dagli aerei, che partiranno e si fermeranno prima, semmai crea problemi a Castello per la sicurezza… mentre a Campi ci passerà sopra. C’è uno schema su Facebook che fa vedere la piantina dei voli, ed è molto chiara, prova su Google

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. stefano.panicacc_11517610 - 1 mese fa

    Mi ricordo ancora quando Nardella, in occasione delle discussioni a Roma, disse “Incapaci, noi lo stadio l’abbiamo praticamente già fatto”! Ridicolo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Credo proprio che tu ricordi male.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. glover_3713546 - 1 mese fa

        l’altezza consentita dello stadio poi, è di 40 metri, e servirebbero invece 42 metri per fare uno stadio da 45.000 posti come vorrebbe Commisso… ma bisogna chiedere una deroga a Enac, che per 2 metri darà sicuramente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. glover_3713546 - 1 mese fa

    New York. L’ipotesi Campi sembra tramontata per i troppi vincoli e le incertezze sulla fattibilità. L’appello lanciato dal presidente della Fiorentina Rocco Commisso agli altri sindaci dell’area metropolitana a presentare proposte è andato deserto. L’idea di ristrutturare il Franchi non è presa in considerazione: « tocca al Comune ristrutturarlo » dicono

    Così inizia l’articolo di Basile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13966502 - 1 mese fa

    Ma il tifo fiorentino dovrebbe ribellarsi , fare qualcosa , è incredibile che nessuno protesti .
    Bisognerebbe ad ogni partita casalinga , mandare a f** Nardella e tutti i suoi affiliati che gli stanno intorno , massa di incapaci nullafacenti e lapponi .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. glover_3713546 - 1 mese fa

    Ci sono ancora dei creduloni che credono ancora a Campi…. mai esistita come opzione per Commisso, solo uno specchietto per le allodole, come detto spesso da Massimo Basile…. la sua unica opzione è sempre stata Novoli, e nient’altro, le altre servivano a stimolare Nardella

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Johan Ingvarson - 1 mese fa

    Punto 1: la Repubblica è di parte, quindi bisogna sempre prendere con le pinze ciò che viene scritto in un giornale di parte, perché è ovvio che scrive solo quella parte di verità che gli conviene.
    Punto 2: il calcio non è tutto a Firenze. Penso che potrei citare almeno 10 problematiche che hanno la precedenza sul nuovo stadio della squadra cittadina. Ergo, se la Fiorentina rimanesse al Franchi, e quindi non compisse il famoso salto di qualità, ci rimarrei male, come tifoso, ma non ne farei una tragedia.
    Punto 3: Do a Commisso il merito di aver tolto ogni scusa possibile a chi amministra da 70 anni la città. La questione stadio è sempre stata palese fin dall’inizio: a molti farlo nuovo da fastidio, perché poi il Franchi diventerebbe un rudere a spese della comunità, proprio come è successo a Roma con il Flaminio di rugby. Commisso per me ha solo 2 opzioni: o lo fa in Provincia, acquistando magari da privati, oppure si deve rassegnare a rimanere al Franchi. In città è sicuro come l’oro che lo stadio nuovo non glielo faranno fare mai, proprio come è successo a tutti coloro che lo hanno preceduto negli ultimi 40 anni alla guida della società.
    Punto 4: l’Italia è un paese morto economicamente, e Firenze ne è solo uno dei tanti esempi. E’ un paese ingessato, bloccato, asfissiato dallo Stato e dalla burocrazia (alla faccia di chi parla di neoliberismo o liberismo in Italia! Siamo forse il paese più socialista di tutto il continente e c’è gente che invoca ancora più Stato!). La faccenda stadio ne è un esempio mediatico perfetto, ma di casi così ne esistono a decine, in ogni settore, e in tutto il paese. Lamentarsi di chi ci governa è inutile, poiché la classe dirigente è sempre lo specchio del paese che amministra. Se ci troviamo ladri e cialtroni a governare (sia di destra, di sinistra che di 5S sia chiaro, eh!) è perché siamo un popolo di ladri e cialtroni. Il caso del coronavirus (con gente che non rispetta la quarantena, che ritorna dalla Cina sbattendosene dei controlli, o che parte dalle zone del contagio e va in vacanza) è un altro esempio di quanto il nostro popolo sia allergico alle regole ed al buonsenso.
    Miglioriamo come persone, come popolo, come italiani e forse anche pantomine come quella dello Stadio finiranno. Ma visto come è stato l’andazzo del paese negli ultimi 40-50 anni, nutro poche speranze in merito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Labaroviola72 - 1 mese fa

      Quoto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 1 mese fa

      D’accordo con quello che scrivi ma non basta. Per migliorare occorre avere delle opzioni di cui puntare e noi che opzioni abbiamo? Quando devi scegliere tra Salvini, Renzi o la Meloni che opzioni hai? Purtroppo siamo destinati ad una ignobile fine. Abbiamo un glorioso passato un presente incerto ed un futuro inesistente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 1 mese fa

        L’opzione di non scegliere niente. Non siamo obbligati a scegliere tra quello che c’è, se niente è passabile si manda tutti a casa. E si riparte.
        Niente è immutabile, solo quello che noi stessi pensiamo sia immutabile non cambia mai. Vale per tutto non solo per la politica.
        Se per esempio tutti prendessimo coscienza davvero che le scelte economiche e produttive che stiamo facendo da un secolo a questa parte sono MORTALI per il clima del pianeta su cui viviamo, rapidamente tutto il sistema industriale cambierebbe, se noi ci rifiutassimo di comprare oggetti prodotti secondo gli standard attuali. Nascerebbero industrie completamente green e favorevoli al riuso.
        Se prendessimo coscienza che è assurdo lavorare 8-10 ore al giorno per far guadagnare più soldi ai capi azienda, magicamente nascerebbero molti più contratti part time perchè molti si rifiuterebbero di lavorare in quell’altro modo.

        Noi siamo il mondo, non è il mondo che è in un modo e noi lo prendiamo così com’è. Siamo noi stessi che lo costituiamo, che lo muoviamo. Purtroppo c’è chi muove le masse mettendogli paure, abitudini assurde (come quella sul lavoro), ecc… e facendogli appunto credere che le cose non possono che essere così come ce le mettono davanti. Basterebbe aprire gli occhi

        PS. Solo per fare un esempio, io nella mia vita l’ho già fatto, ottenendo le condizioni che io volevo, accettando tutti i rischi che mi hanno messo davanti e le decurtazioni dello stipendio. Adesso ho il lavoro come penso sia umano farlo, a condizioni abbastanza giuste. Quello che in molti considerano impossibile e che tutt’ora che l’ho già fatto stentano a crederci

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. sinistro viola - 1 mese fa

    se il bando va deserto due le conseguenze: l’amministrazione butta via la chance di dare alla cittadinanza un nuovo stadio e un mercato nuovo oltre a perdere gli introiti che servono alle casse comunali per sostenere gli obiettivi programmatici e i bisogni collettività; rocco non fa più lo stadio in città (e da altre parti chissà quando), non ha più le entrate “italiane” (senza vendere calciatori)per rafforzare la squadra e non mantiene le promesse fatte alla tifoseria… visto che il boccone(dell’intera operazione)è troppo amaro..bisognava dirlo fin dall’inizio oppure andava addolcito un pò(chi investe deve avere certezze altrimenti perde soldi)..FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 1 mese fa

      Bastava vedere gli ultimi anni dei DV per capirlo come andava a finire. Come Diego si è stufato di farsi prendere per i fondelli, ha chiuso i rubinetti e messo tutto in dismissione fino alla vendita.
      Commisso per me farà lo stesso: finita la luna di miele, anche lui si stuferà di spendere senza aver alcun ritorno, e forse stavolta la cosa peggiore è che accadrà molto prima, e dopo aver blandito e lusingato il tifo organizzato con promesse da marinaio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 1 mese fa

        Rocco a differenza di diego a vera passione, è un tifoso. Tutto è possibile, ma niente fa pensare che andrà così.
        Di sicuro però se non ci saranno gli introiti dello stadio non ci saranno rafforzamenti grossi, non roba da champions league. Potrebbe tenere la squadra in zona europa league come è sempre stata storicamente. Per gli investimenti servono i ricavi, l’ha detto più volte e poi lo dice anche il fpf: può essere usato come scusa, ma nel lungo termine è così, non ti permettono di far andare avanti il calcio con i tuoi soldi, vogliono che tu crei un business che produca soldi sempre. Gli investimenti di tasca sono una tantum, vogliono la crescita del business calcio a livello globale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. mastice67 - 1 mese fa

    Proprio non ce la fate a capire…Il sindaco di una città non amministra i beni per i privati ma per tutti i cittadini..anche per chi del calcio non frega nulla! Esistono delle leggi, si fa un progetto in cui si destina un’area ad essere urbanizzata e poi sempre x legge si fa un bando pubblico!
    Se tu ( privato) compri un terreno e costruisci delle case l’urbanizzazione è a carico tuo x legge!
    So lo nel caso sia il comune ha costruire opere pubbliche l’ubanizzazione è a carico suo!
    Poi mi dite quali altre società di serie A hanno costruito stadi in nuove locazioni?
    I Gobbi hanno costruito sul vecchio Delle Alpi, L’udinese sul vecchio Friuli, l’Atalanta Sul vecchio Rigamonti, Il Cagliari Sul vecchio Sant’Elia..
    Tutti gli altri progetti Mila/Inter Roma non mi pare vadano meglio.
    La verità è che chi vuole fare lo stadio a Firenze,(Della Valle prima e Commisso ora), non lo fa per fare un piacere a noi ma per un proprio tornaconto personale!O davvero credete alla favola dell’Italo Americano, tifoso della Juve che ad un tratto,(dopo aver provato a prendere il Milan), viene fulminato sulla via di Firenze..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. BaggioBati - 1 mese fa

    Ma tu guarda…. chi l’avrebbe mai detto!!! Ohhh sveglia gente! Sennò l’aveva già fatto DDV da dieci anni. Lè l’ora di levarsi l’anello dal naso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. glover_3713546 - 1 mese fa

      Si, ma se trovava un finanziatore che tirava fuori i milioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. jonathan.targetti - 1 mese fa

    Tipico esempio di giornalismo terrorismo. Dopo l’incontro tra Commisso e il sindaco di Campi Bisenzio, numerosi sono stati gli articoli scritti sotto dettatura che dimostrano di avere come unico obiettivo quello di provare a mandare tutto a monte. Sono così forti gli interessi sull’area Mercafir ? Talmente forti da scatenare questa campagna mediatica per delegittimare l’unica opzione valida sul tavolo, ovvero quella di Campi ? Se scrivete che ci sono incertezze sull’area di Campi dovete scrivere quali sono queste incertezze. A Firenze stiamo vivendo una situazione surreale. Da una parte il tifo, che pur di avere una struttura nuova, moderna, tutta coperta, funzionale e di proprietà della Fiorentina è disposta ad andare a Campi senza troppi problemi. Dall’altra ci sono una manciata di giornalisti, gli interessi che rappresentano e gli articoli che ogni tanto fanno uscire per destabilizzare il percorso verso il nuovo stadio. È vergognoso. Mi auguro che Commisso non si faccia impantanare dalle solite sabbie mobili fiorentine e che tiri dritto verso la strada più in discesa (o meno in salita) verso il nuovo stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Mastice è inutile, non ce la farai mai! Qui c’è gente che per qualsiasi cosa riguardi la Fiorentina, sia cosa sia, dallo stadio ai rigori, non riesce a ragionare, come i tori cedono rosso loro vedono solo viola. Purtroppo il buon senso nelle cose non esiste e, se le scrivi ti vengono addosso come un gruppo di bisonti. All’ignoranza non c’è mai fine come al fanatismo. Lasciali sfogare se ne faranno una ragione. Se la prendono a turno con quello e quell’altro, si scagliano contro i politi come se li avessero eletti gli altri e poi si lamentano e basta. Se mancano le scuole se ne accorgono solo se i loro figli vanno a scuola, se mancano i posti letto in Ospedale se ne accorgono solo se ne hanno bisogno, se manca il lavoro solo quando perdono il loro. E’ il popolo Italiota per eccellenza cosa vuoi farci. Su una cosa sono tutti d’accordo. Quando c’è da fare qualcosa per la Fiorentina allora tutto è lecito, e tutto DEVE essere fatto. Il Sindaco che gli paga l’urbanizzazione e l’ICI, il Sindaco che gli deve trovare i terreni adatti e questi devono avere le infrastrutture. Ma il Sig. Commisso cosa credeva di trovare in Italia? Credeva di trovare il Sindaco che gli paga metà dell’investimento? Ma se a Firenze non ci sono i soldi nemmeno per sistemate le strade. Gli stessi che qui scrivono lamentandosi sempre perché non fanno una bella sottoscrizione come hanno fatto a Barcellona o a Madrid e si tassano per 1000 Euro a testa?, se è vero che siamo perlomeno 500.000 tifosi della Fiorentina fate voi i conti. Mille Euro? ma se non tirano fuori nemmeno i soldi per la mensa scolastica. Tutti buoni con il c…o degli altri!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fornamas63 - 1 mese fa

        E’ un analisi che condivido, anche per la parte che riguarda le responsabilità della pubblica amministrazione, penso che la soluzione Mercafir avesse una sua valenza pubblica perchè a minor impatto cementizio e perchè consentiva l’ammodernamento della struttura di una partecipata, quindi un bene pubblico pur con tutti i distinguo del caso. Quello che però mi chiedo riguardo alla vicenda è se una situazione così complessa non poteva prevedere da parte del comune perlomeno un piano B perchè a Firenze ne esistono altre di zone da riqualificare, penso ad esempio all’ex ippodromo. Insomma anche io da ignorante capivo che i tasselli da mettere in fila non fossero pochi e così semplici come ci si illudeva.
        Poi tutti quelli che blaterano su Sindaco terreni e concessioni con la stessa facilità con cui si parla di schemi di calcio mi fanno solo pena. Li metterei un giorno solo a prendersi delle responsabilità nell’amministrazione di un comune.
        Ah! non ho votato Nardella e non lavoro al comune o in un azienda pubblica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 1 mese fa

          Qui è pieno di PRESSAPPOCOLOGHI che vogliono passare per TUTTOLOGHI.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. dave.087_273 - 1 mese fa

    Mi pare una barzelletta questa, uno arriva con i soldi e un si riesce a costruire nulla lo stesso. Comunque questo è un caso di studio che andrebbe studiato all’università per spiegare l’immobilismo Italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mastice67 - 1 mese fa

      Il fatto che abbia i soldi non gli da il diritto di andare oltre la legge, c’è un bando pubblico, partecipa, paga e costruisce come una qualsiasi impresa in Italia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 1 mese fa

        Il bando è stato fatto in maniera volutamente viziata. Tutte le spese (massime) a carico di commisso e anche tutti i rischi accollati a lui. Al comune nessun obbligo di rispettare i tempi.
        Che per caso la legge ti dice che non puoi inserire una penale per garantire chi vince regolarmente il bando in caso non si rispettino i tempi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. JolietJake - 1 mese fa

    tanti non hanno capito che il problema è quel comitato d’affari che è il partito che ammnistra questa città da più di 30 anni. Vogliono sia il controllo totale dell’operazione e il tornaconto economico attraverso le coop e la banca del partito. Tra l’altro nemmeno fiorentine: si parla di cmpani e emiliani. Ci trattano da camerieri…con tutto il rispetto per quelli veri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 1 mese fa

      Si è vero. Votiamo tutti Lega! Salvini ci salverà. Poeri brodi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. JolietJake - 1 mese fa

        salvini mi fa recere. Però il PD è quello.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. iacopo - 1 mese fa

          Ma facci il piacere e resta tra le tu’ mura: a Lucca se un siete salvini, vussiete meloni. E a Firenze ci piace i cocomero…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Antonino - 1 mese fa

      Mancava che parlasse del partito comunista cinese e di Soros ed avrebbe chiuso il cerchio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. JolietJake - 1 mese fa

        i terreni in questione sono di Unipol e chi costruisce, se il controllo è del Comune, com’è stato per i tranvai, sono le Coop emiliane. Unn’è Soros… l’è storia…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Antonino - 1 mese fa

          Unipol vende, se vuole, a chi vuole, non ascolta certo gli ordini del governo o del PD o di Nardella, ma soltanto del Suo Portafoglio… Pagare cammello, vedere cammello… il resto sono baggianate

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Linko - 1 mese fa

      Il problema è che non c’è un alternativa, il centrodestra quando c’erano le elezioni a Firenze erano per il restyling del Franchi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. violaebasta - 1 mese fa

    Io mi rifiuto di credere che si vada verso il no. Ditemi che senso avrebbe continuare a spendere soldi in abbonamento, trasferte se sai già in partenza come andrà la stagione. Ora capisco perché la fiorentina non è stata mai competitiva ad alti livelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. woyzeck - 1 mese fa

    Sarebbe una catastrofe inammissibile: troppi pusillanimi in questa vicenda che dovranno rispondere del disastro economico-sportivo che ne scaturirà, e il conto sarà molto salato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. bati - 1 mese fa

    Ma secondo voi, perchè Diego Della Valle ha mollato il progetto Cittadella-Stadio e di conseguenza la Fiorentina. Ci voleva Commisso per capirlo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Etrusco - 1 mese fa

    Roba da Covid-19: prima si passano settimane a mostrare i 10 sindaci dell’area fiorentina pronti a tutto pur di costruire lo stadio a casa loro, adesso si apre il web e si scopre che son scappati tutti, domani -tanto per scrivere l’inverso- apparirà pure un articolo sul sindaco di Poggibonsi disposto a fare lo stadio. La verità sta solo da una parte e cioè che dovremmo smettere di leggere queste cavolate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ste.brandin_491 - 1 mese fa

    Lo rifà pure il Bologna, ma noi non ci riusciamo. Una tristezza incredibile…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 1 mese fa

      Infatti il Bologna rifà il Dall’Ara, non lo costruisce da zero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iacopo - 1 mese fa

        Non ci fosse Pessina a far la prima donna, si potrebbe rifare anche il Franchi.
        Ma tant’è…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

    La presentazione del bando è stata una mossa politica del sindaco per evitare di rimanere con il cerino in mano…ma troppe informazioni sono state occultate e non rese pubbliche, specialmente riguardo i costi aggiuntivi. Logico che Commisso non partecipi, non è Babbo Natale ma un imprenditore che vuole anche investire e nello stesso tempo creare una struttura che porti benefici ed un ritorno economico alla sua Società ma nello stesso tempo anche alla città stessa. Come da norma, se il bando rimanesse vuoto il Sindaco dovrà ribassare i costi ed allora Rocco ci penserà. Certo se perdiamo questo treno…ci ritroveremo una Fiorentina mediocre in una città mediocre per sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Masai - 1 mese fa

      no, la presentazione del bando è stata fortemente voluta da Commisso, perchè giustamente solo in questo modo avrebbe avuto la proprietà e il “total control” e di conseguenza lo stadio avrebbe fatto patrimonio in virtù anche del fpf. Purtroppo però il bando è una legge e di conseguenza va rispettata in ogni sua parte, per non rischiare l’impugnatura da parte di terzi! Informarsi please prima di scrivere a vanvera!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. woyzeck - 1 mese fa

        Veramente le cose a vanvera le scrivi tu perché a Commisso premeva e preme solo fare lo stadio, non certo il modo per arrivare a farlo, quello è un problema tutto dell’amministrazione cittadina, e anzi fosse stato per lui avrebbe percorso strade molto più brevi e dirette, ma effettivamente in Italia esistono migliaia di leggi, leggine e leggiucole che rendono praticamente impossibile fare qualsiasi cosa… A Commisso premeva soltanto la velocità con cui fare le cose, per quanto riguarda invece il total control, quello non lo ottieni certo con un bando pubblico che deve sottostare a mille cose diverse…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 1 mese fa

          Su infatti quando tu compri un terreno per investire in un edificazione fanno tutti a gara a pagarti le urbanizzazioni e l’ICI.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

            Gli oneri di urbanizzazione non sono una tassa, ma un corrispettivo di compartecipazione alla trasformazione del luogo.(Dpr 381/01, art.16 e succ.modifiche). Il problema è che non sono stati resi pubblici prima del Bando, ma dopo. Permetti che possono incidere sulla decisione di Commisso di non partecipare?

            Mi piace Non mi piace
          2. 29agosto1926 - 1 mese fa

            Permetti che chi fa parte dei tecnici di Commisso dovesse saperlo? Quando ti rivolgi ad un ingegnere o architetto che sia e gli fai fare un progetto la prima cosa che ti fa presente è che ci sono da pagare gli oneri di urbanizzazione. E’ come la facciata di una casa, ti la fai ma poi devi anche tingerla oppure vuoi che te la tinga il comune?

            Mi piace Non mi piace
          3. 29agosto1926 - 1 mese fa

            Forse il 380 ma se invece di citarlo e basta lo leggi anche ti si chiariscono un poco le idee. Saluti

            Mi piace Non mi piace
        2. Masai - 1 mese fa

          Ripeto informarsi prima di scrivere, non tanto sugli intenti del presidente, sui quali non metto bocca e forse sarebbe bene non lo facesse nessuno, ma sulle procedure! RIPETO, se lo stadio non entra nel patrimonio della Fiorentina, e questo succede solo con il total control richiesto da Commisso, quindi conl’acquisto dei terreni, quindi con un bando, non servirà a niente a livello di fpf!
          Per capirsi, lo juve stadium, rifatto sul delle alpi dove c’è una concessione sopra per 99 anni, è una proceura molto più snella e veloce, però non è nel patrimonio della società juventus….chiaro?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

        Forse dovresti riguardare la cronistoria della Mercafir.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. JolietJake - 1 mese fa

        si…vabbè…è colpa dei populisti, della raggi e di cristo che è morto di sonno!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Ste73 - 1 mese fa

    Il silenzio delle associazioni del tifo è grave!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 1 mese fa

      Spiegaci cosa dovrebbero dire

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 1 mese fa

        Dovrebbero richiamare tutti i sindaci dell’area metropolitana alle loro responsabilita’. Una squadra di calcio professionistica del livello della Fiorentina richiede infrastrutture adeguate, uno stadio adeguato ad ospitare gare internazionali per l’area metropolitana di Firenze e’ un’infrastruttura praticamente essenziale. Non ci sono citta’ del livello di Firenze che non ospitano manifestazioni sportive di quel genere. Invece di fare delle liti da cortile i sindaci dell’area metropolitana dovrebbero vedersi tutti insieme e considerare a livello sistemico l’area migliore per la costruzione dello stadio e garantire i servizi di trasporto e logistici necessari a livello di metropoli. Visto come vanno le cose in Italia questa e’ una bella illusione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 1 mese fa

          Ma….. Hai mai partecipato o assistito ad una riunione di giunta? Ma cosa credi che possano fare i Sindaci? Ma smettiamola di scrivere cavolate. È il sistema Italia che è questo e purtroppo è sbagliato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. rificolona - 1 mese fa

    Fino a 1 settimana fa dicevano c’era la fila dei comuni che si offrivano per fare costruire il nuovo stadio, ma una volta tanto raccontare le cose come stanno davvero, un c’è proprio verso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Masai - 1 mese fa

      A me piacerebbe sapere cosa si sono detti col sindaco di campi, che non più di 10 giorni fà parlava d’incontro molto positivo etc etc…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. JolietJake - 1 mese fa

        Fossi aspetta le elezioni regionali…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Ale 1926 - 1 mese fa

    Incredibile… L’unica epidemia che abbiamo in questo paese è l’italiavirus… e non esistono vaccini… che popolo singolare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aldo - 1 mese fa

      Veramente è solo secondo le supposizioni della nazione che non si farà. Credo, come ho commentato in un altro articolo, che sperino di convincere l’opinione pubblica che è meglio rimanere in uno stadio vecchio, brutto e scoperto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luismi - 1 mese fa

      Amico mio.Sono chi lo governa e non il popolo è il sistema italiano,non solo per costruire impianti,limitano agli imprenditori di fare business per troppi regole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 1 mese fa

        Chi elegge chi Governa? Ci sentiamo tutti vittime ed invece siamo tutti complici.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. vecchio briga - 1 mese fa

    Tutto molto ovvio e tristissimo. Se si guarda al lungo termine, la Fiorentina è destinata a fare finuccia. Incredibile che non si trovino 30 ettari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy