SONDAGGIO VN: il fallimento viola ha un nome ben preciso

SONDAGGIO VN: il fallimento viola ha un nome ben preciso

Si è chiusa anzitempo la stagione della Fiorentina, per il terzo anno fuori dalle Coppe Europee

di Redazione VN

Con l’uscita dalla Coppa Italia, si sancisce di fatto la fine della stagione per la Fiorentina. E il bilancio non può che essere fallimentare, vista la classifica disastrosa e il terzo campionato consecutivo senza qualificazione alle Coppe Europee. Vi abbiamo chiesto di individuare il responsabile ( o i responsabili) del fallimento viola. Con oltre 4500 votanti il campione è abbastanza importante e il risultato è sicuramente chiaro. Per il 72% dei nostri lettori il primo responsabile è Pantaleo Corvino che si lascia alle spalle con il 46% dei voto la proprietà, ovvero la famiglia Della Valle che ha fortemente voluto il ritorno di Pantaleo dopo la sua prima parentesi fiorentina. Meno colpevoli Pioli, la società rappresenta dal Presidente Cognigni ed infine i giocatori.

Caricamento sondaggio...
27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. blackwate_11635665 - 7 mesi fa

    Ma anche basta.
    Non è possibile neanche stare a discutere sul fatto che Corvino debba essere allontanato il prima possibile dalla stanza dei bottoni tanto è evidente il fallimento economico (l’ennesimo buco di bilancio) che sportivo, dopo avere avuto tra le mani 100 mln di euro, spesi malissimo dopo aver distrutto la miglior Fiorentina dell’era dellavalle, quella che è stata in testa al campionato nella prima metà della stagione 2015/16. Senza contare i danni morali subiti da noi ‘clienti’.
    Ovviamente bisognerebbe avere fiducia nella volontà della proprietà di rinnovare e rilanciare, fiducia che sta a zero.
    Morale: della valle andatevene una volta per tutte!!!
    Anticipo i leccavalle: se me li prestate voi i soldi la Viola la compro io

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13664476 - 7 mesi fa

    LA DEMOCRAZIA È UNA GRAN COSA MA TOCCHEREBBE A VOI GIORNALISTI INFORMARE E QUINDI PER FAVORE FATECI SAPERE CON PRECISIONE QUANTO HA SPESO CORVINO E QUANTO VALGONO AD OGGI I CALCIATORI ACQUISTATI SENZA VALUTARE IL VALOR E ENORME DI CHIESA .UN DS SI VALUTA IN BASE AL BUDGET E SOLO DOPO SI VEDE SE IL RISULTATO SPORTIVO È CONSONO ALLE SPESE EFFETTUATE. TUTTI I 5 DIFENSORI DELLA VIOLA SONO COSTATI 28 MILIONI CIOÈ TANTO QUANTO IL MILAN HA SPESO PER CONTI CHE NON HA MAI GIOCATO

    IL POPOLO PUÒ PARLARE MA VOI GIORNALISTI AVETE IL DOVETE DI INFORMARE@!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gasgas - 7 mesi fa

      E te dicci come si è classificata la Fiorentina con Corvino e Gnigni al comando… Dicci chi ha tirato nel cesso soldi per eysseric, hugo, laurini, dias, oliveira, Cristoforo, saponara, Simeone, benassi, e la lista è lunga…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gaetano - 7 mesi fa

    Il Vero cancro della Fiore, sono i giornalisti di Firenze. Supponenti e incompetenti. Tutte le volte che gioca, vengono fatte le pagelle e tolti quei 3, sono tutte insufficienze. Farebbero smettere di giocare anche Ronaldo. Parlano male di tutti. Il calcio è un giochino che si può anche giocar bene anche quando si perde, a Firenze non è così.
    Tutti scarponi. Ma andate a casa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gasgas - 7 mesi fa

      Ma le guardi le partite? Ci sono tanti altri sport…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gasgas - 7 mesi fa

      Certo che se Pestuggia non si mangiasse quei goal saremmo in Europa…
      Per non parlare delle papere del Bargellini…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Aoi_Haru - 7 mesi fa

    A me dispiace che Cognigni sia così indietro nell’attribuzione delle colpe. Se non gli viene imputato nulla è semplicemente perché totalmente inutile. Fantoccio della società, non lo si vede mai mentre la faccia la metton sempre Corvino e soprattutto Antognoni, ogni tanto ADV. Lo si ricorda solo per gli “arcobaleni viola”. Visto che la squadra, purtroppo, non passerà mai di mano ad una proprietà seria e competente in campo calcistico come Percassi, i primi da cacciare sono proprio lui insieme a Corvino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Burlamacchi - 7 mesi fa

    Strano che coso lì, 29 agosto 1926, ultimamente sia silente. Sarà che deve recuperare delle materie a scuola o sarà che preferisce nascondersi?

    (Per il sondaggio direi che è palesemente colpa di Corvino e di chi ce l’ha messo, Della Valle in primis. Questa squadra se continua così retrocederà nel giro di poche stagioni)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. CippoViola - 7 mesi fa

    Bah ci sono tanti quesiti che meriterebbero risposta e chiarezza. Le prime che mi vengono in mente.
    Che uso si fa della primavera? Quale è il suo scopo per la società?
    In che percentuale l’allenatore, il bilancio, i procuratori incidono sugli acquisti e cessioni?
    In assenza di queste risposte per me la colpa ce l’hanno tutti in parte uguale, dalla proprietà fino a certi giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. I'Generale - 7 mesi fa

    “Il pesce puzza dalla testa” dice il proverbio….
    Retorica a parte, direi che i primi responsabili sono i DV se non altro perchè nesuno ha imposto loro i collaboratori che hanno scelto per gestire la società. Cognini è solo il passacarte che controlla come e quando vengono spesi i soldi societari, ma è palesemente uno che prende solo le decisioni che gli dicono di prendere….
    Corvino invece, essendo il responsabile dell’area tecnica, è il primo responsabile per lo scempio di rosa costruito buttando al vento praticamente tutto ciò che le precedenti gestioni tecniche avevano valorizzato (Sousa avrà fatto anche ostruzinismo, ma aveva lanciato giovani e valorizzato un sacco di calciatori), riuscendo alla fine ad arrivare anche a fare un buco di bilancio… allucinante!!!
    Pioli ha solo allenato (maluccio ad onor del vero) un gruppo di calciatori male assortito, in cui ci sono poche figure di personalità e capacità e molti comprimari senza troppe pretese…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Filippo - 7 mesi fa

    Manca fra le opzioni quella dei principali colpevoli: chi difende la società

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Up The Violets - 7 mesi fa

    I Della Valle e l’autofinanziamento c’erano anche quando i direttori sportivi si chiamavano Pradè e Macia, ma ciò non ha impedito a questi ultimi di costruire in quattro e quattr’otto la stupenda prima Fiorentina di Montella dalle macerie ancora fumanti di quella di Sinisa e Delio Rocky. Quindi ritengo che ormai NONNO ci possano essere dubbi su chi sia il primo responsabile di questo disastro, come del resto ormai dico da mesi e mesi, se non da anni. Recentemente, tra l’altro, ha ceduto di schianto anche la fake news del direttore che “non è in grado di costruire grandi squadre, ma almeno fa guadagnare soldi alla proprietà”: i quasi centottanta milioni di plusvalenze sprecati; gli oltre centotrenta milioni sperperati negli ultimi due anni, tra un Simeone a diciotto, un Lafont a nove e un Rasmussen a sette, per arrivare prima ottavi per il secondo anno di fila e poi quest’anno probabilmente “-esimi”; i sedici milioni di rosso; gli Zaniolo e i Mancini persi a parametro zero per prendere i Fruk a due milioni, smentiscono categoricamente anche quest’ennesima novella.

    Mi piacerebbe che Antognoni (che a suo tempo scoprì Thuram e che ha una grande conoscenza del settore giovanile nazionale dopo i suoi anni in Federcalcio) avesse più voce in capitolo sull’area tecnica, mi piacerebbe vedere Freitas costruire da solo una squadra di respiro internazionale facendosi magari aiutare da Jorge Mendes (che di per sé non è un male: chiedere a Monaco, Atlético Madrid o Wolverhampton… basta che che ci porti i Ruben Neves e non i Gil Dias), in alternativa mi piacerebbe vedere un giovane con idee interessanti come Faggiano, o se no uno esperto… insomma, fate voi, ma CHIUNQUE sarebbe meglio dell’attuale direzione tecnica. Se invece quest’ultima dovesse essere confermata o si giocasse per l’ennesima volta al ribasso, allora i fratelli salirebbero automaticamente dal secondo al primo posto in quest’ipotetica graduatoria di colpevolezza. E con loro Cognigni, che nel sondaggio viene proposto da sé ma che per me è inscindibile dai due padroni del vapore, dei quali è emanazione diretta.
    Importa poco che abbiano fatto tutto da soli o che sia stato lui, a forza di parlare (a caso) del “modello Atalanta”, a convincerli della necessità di ridurre l’impegno sulla Fiorentina al punto tale da farci finire dietro all’Atalanta stessa (e alla Samp, e al Toro, e perfino al Cagliari…) La fredda cronaca racconta che nell’estate del 2012 bastò allontanare Corvino e ridurre drasticamente i poteri decisionali di Cognigni per passare da una salvezza alla penultima giornata a tre quarti posti consecutivi (che adesso sarebbero valsi altrettante qualificazioni alla Champions) nonché a una finale di Coppa Italia e a una semifinale di Europa League, perse più per errori dei singoli (Ilicic, Montella…) che per effettiva inferiorità della squadra, come invece è accaduto ieri sera. Basta scegliere l’uomo giusto.

    Chiusura con il terzo gradino dell’ipotetico podio di colpevolezza: squadra e Pioli, indubbiamente, ma anche alcuni tifosi e giornalisti che, accecati dal troppo amore nei confronti della Fiorentina, hanno mascherato fino a ieri sera una situazione ormai da anni intollerabile, il tutto per l’illusione di poter vincere a Bergamo e poi in casa della Lazio (perché anche se tu fossi passato ieri sera, poi avresti comunque dovuto vincere una finale difficilissima, questo in pochi se lo ricordano). Come ho scritto a quello dei novantadue minuti di applausi, amare qualcuno o, come in questo caso, qualcosa, significa mettere le mani sul volante per provare, finché si è in tempo, a evitare che il guidatore si schianti contro il muro. Non vuole certo dire accorgersi del rischio e dire solo a schianto avvenuto che chi guidava stava andando fuori strada. Quello non è amare o, in questo caso, tifare per una squadra. Ricordatevelo per il futuro, ché se resta Corvino temo ce ne sarà ancora bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Il polemico - 7 mesi fa

    Siccome penso che le rose della Dea del Toro e della Samp non siano nettamente meglio della nostra per me la colpa principale è di chi non ha saputo far valere i propri giocatori(Pioli) e di chi ha scelto un allenatore non all’altezza(Corvino)la colpa della società è di Non aver mai fatto la voce grossa…ora devono cacciare Corvino per sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 7 mesi fa

      Sei sicuro che le rose siano equivalenti? Dai un’occhiata al nostro centrocampo e confrontalo con le altre. Vedrai che cambi idea

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. vecchio briga - 7 mesi fa

    Corvino massimo responsabile di questa PENA cui assistiamo da 3 anni. Ha portato una quantità di bidoni vergognosi. Se ne deve andare via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. fabio1926 - 7 mesi fa

    Manca l’opzione “i tifosi” .
    Pare incredibile che persone che durante tutto l’anno hanno contribuito a creare un clima d’odio intorno alla Fiorentina non vengano neppure menzionati.Gli stessi tifosi che oggi rimpiangono la Fiorentina che fu protagonista in Europa League ma all’epoca fu offesa schernita e ridicolizzata dopo aver perso in SEMIFINALE.
    Mi spiace, io non voto, non assolvo le responsabilità tecniche della dirigenza Viola, ma a questo giochino non mi presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lor29 - 7 mesi fa

      Ha ragione. Manca l’opzione “tifosi”. Sono infatti i tifosi i colpevoli di questa situazione di mediocrità assoluta. Tifosi che hanno mandato giù (e continueranno a farlo) senza batter ciglio tutte le plusvalenze fatte in nome del “Dio Bilancio” da questa mediocre Proprietà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gasgas - 7 mesi fa

      Hai ragione, andrebbe inserita anche la casella tifosi. Quei tifosi che hanno accettato tutto senza battere ciglio, quei tifosi del “prossimo anno siamo forti”, quelli di “è colpa di Sousa”, gli adoratori del Mago del Salento a cui bastava vedere un video su youtube per certificare di aver un nuovo campione… A questo punto dovreste almeno avere la decenza di eclissarvi per non aver capito una mazza, per aver visto fenomeni in giocatori mediocri, per aver messo in croce l’allenatore di turno e soprattutto per aver offeso a più riprese chi aveva gli occhi aperti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Larry_Smith - 7 mesi fa

        Si potrebbe anche aggiungere l’opzione tifosi ma seconndo logica si piazzerebbe all’ultimo posto nel sondaggio. Se la colpa dei tifosi è di non aver contestato a sufficienza la proprietà significa che la maggiore responsabilità spetta a quest’ultima

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Violino - 7 mesi fa

      Si è vero manca l’opzione tifosi…CIUCCIAVALLE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. I'Generale - 7 mesi fa

      Trovo del tutto fuori luogo tirare in ballo i tifosi per questa situazione. Perchè nonostanto tutto quello che è successo in 9 mesi, la contestazione è arrivata “da ultimo e per forza”, per mesi pur non condividendo praticamente niente di quanto veniva fatto in società non hanno mai fatto mancare il proprio sostegno alla squadra e al mister. I primi fischi sono arrivati solo dopo il frosinone, quando il bubbone tecni-proprietà era già scoppiato da un mese… fate voi…….
      Si potrà eccepire circa i tempi della contestazione, dicendo che magari non era il tempo di contestare a una settimana dalla partita di ritorno di C.I., ma per il resto non credo proprio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Mario - 7 mesi fa

    Siamo seri, a volte le partite girano bene e ti ritrovi in finale di CI. Ma non può essere un risultato a far tirare le somme, così come il 1 posto con Sousa non era programmazione ma solo frutto di coincidenze e intuizioni felici estemporanee. Ripeto, siamo seri, sono anni che non si fa calcio in modo professionale e le colpe sono di chi permette tutto questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Roberto Maria - 7 mesi fa

    Capisco lo sgomento, ma in campo Della Valle non ci va, va poco anche a gli allenamenti e questa forse è una colpa, ma ci vanno poco anche gli altri proprietari. Corvino, purtroppo credo sia un ottimo aguzzino per ramazzare danaro e pagare poco i giocatori, ma di fantasia mi pare ne abbia poca e soprattutto, credo rimanga simpatico a pochi, Ramadani a parte. Se ci viene, proverei con Monchi che credo dopo Roma sia per ora libero, a Siviglia ha fatto meraviglie, ma magari non ci viene lui. Allora visto che siamo diventati ripetitivi, riprenderei il buon Pradè, grande bevitore, ma con Montella sarebbe il cacio sui maccheroni, in quei tre anni ci hanno fatto divertire, in Italia e in Europa. SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. woyzeck - 7 mesi fa

    #viaCorvinoViaCognigni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Gasgas - 7 mesi fa

    Purtroppo a questa proprietà non credo ci sia alternativa perciò ci tocca tenerceli. Al collezionista di bidoni invece c’è sicuramente alternativa. Per piacere cacciarlo immediatamente. Corvino VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Fosterdato - 7 mesi fa

    Rimane l’obiettivo del quartultimo posto… se si perde col Sassuolo forse ce la facciamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 7 mesi fa

      E’ pur sempre un quarto posto. A qualcosa ci qualificherà

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy