Forza voi, l’occasione è ghiotta

Forza voi, l’occasione è ghiotta

Lotta a tre per l’Europa League, la Fiorentina deve continuare a vincere per tenere continuare a credere nel sogno europeo

di Stefano Fantoni, @stefanto91

Un mese dopo è di nuovo Udinese-Fiorentina. Un mese dopo la tragedia di Davide Astori, i viola tornano in Friuli per sfidare i bianconeri di Massimo Oddo. Un mese dopo è cambiato tutto. La scomparsa del Capitano ha dato la scossa ad una squadra che sembrava inconsciamente arrendersi ad una posizione di metà classifica. Un mese dopo Pioli e i suoi ragazzi cercano il quinto successo di fila e credono ancora all’Europa League, ora distante soli tre punti.

La lotta è a tre per un posto. Atalanta a 47 punti, Fiorentina e Sampdoria a 44. Ma quel Milan, sesto a quota 50, in caso di sconfitta nel derby, ed ovviamente vittoria viola alla Dacia Arena, potrebbe clamorosamente rientrare in questo lotto di formazioni che si giocano un posto nell’Europa minore. La Fiorentina deve fare una sola, anzi: pensare a se stessa e continuare a vincere. Poi, al fischio finale, dopo aver fatto il proprio compito, giustamente l’occhio andrà sui risultati delle altre. Oggi in particolare su Atalanta-Sampdoria. C’è la possibilità di staccare i blucerchiati, o di agganciare i nerazzurri, oppure di guadagnare su entrambi.

Il calendario della Fiorentina è il più difficile di tutti, perché da qui alla fine di aprile incontrerà Roma, Lazio e Napoli, oltre a due pericolanti come Genoa e Sassuolo, a cui va unito la sfida all’ultimo turno con il Milan. Ecco perché già da oggi è importante fare bottino pieno. Per dare un segnale a se stessi e alle rivali: noi ci siamo e ci crediamo fino alla fine. E allora, parafrasando un post su Instagram di Saponara: forza voi, l’occasione è ghiotta.

 

Violanews consiglia

Fiorentina, rebus formazione: quanti dubbi da centrocampo in su. Spera anche Falcinelli

La pazza idea di Sconcerti: “Marchisio dovrebbe andare alla Fiorentina”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy