Di Gennaro: “A Marassi mi aspetto Pulgar. Prandelli ha trovato l’equilibrio ma…”

Le impressioni dell’ex viola Antonio Di Gennaro sulle tematiche di casa Fiorentina

di Redazione VN
Di Gennaro

L’ex viola Antonio Di Gennaro è intervenuto a 30’ Minuto su Toscana TV parlando delle tematiche riguardanti la Fiorentina. Ecco le sue principali considerazioni:

Sul progetto: “Mercato di riparazione, per salvare ciò che non è stato fatto a giugno. Malcuit viene da un infortunio abbastanza serio, Kokorin ha giocato poco e ci vorrà tempo. La Fiorentina paga una scelta sbagliata all’inizio: quella di tenere Iachini”.

Sulla squadra: “Non so se questa squadra ha voglia di giocare con due attaccanti e Ribery… Ora qualche equilibrio lo ha trovato, ma bisogna arrivare al più presto ai 40 punti. Tutti si augurano che si stia preparando il terreno per giugno-luglio. Prandelli ha parlato di squadra fragile e non so se il miglioramento vero c’è stato. I punti sono arrivati ma non con prestazioni all’altezza. Magari Kokorin potrà farsi valere, ma deve trovare qualche equilibrio in più”. 

Sul centrocampo a Marassi: “Amrabat, Bonaventura e Castrovilli hanno dato qualche certezza. L’ex Verona davanti alla difesa è un po’ in difficoltà, ma con la sua assenza ci sarà Pulgar, più bravo sui calci piazzati anche se copre meno. Gli altri due hanno caratteristiche diverse: Castrovilli ha lo strappo giusto, Bonaventura ha anche gli inserimenti. Mi aspetto questo centrocampo a Genova”.

Su Callejon: “Ho letto che è stata una scelta di Iachini, ma nel 3-5-1-1 è difficile da collocare. È un giocatore importante, che nel Napoli giocava sempre. 

Su Montiel: “È stato preso poco in considerazione, l’ho visto giocare contro l’Udinese e segnò il gol vittoria. Non so per quale motivo non viene considerato”. 

Su Italiano: “Ci vuole il coraggio e lo vedo per quello che sta facendo. In Serie B dopo sette giornate era penultimo in classifica, Angelozzi ha avuto la forza di tenerlo e ha vinto il campionato. Se verrà a Firenze bisogna dargli un progetto di minimo tre anni e assecondarlo sui giocatori da prendere. Chi viene alla Fiorentina deve avere tempo e una squadra costruita. Penso che verrebbe con grandi motivazioni. Ho sentito anche parlare del Sassuolo, quindi se la Fiorentina lo vorrà dovrà sbrigarsi”. 

GERMOGLI PH 13 GENNAIO 2021
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. flanari69 - 3 settimane fa

    I-TA-LIA-NO.
    Da portare a Firenze anche se si scende in B (anzi pure meglio)
    Firma subito

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy