“Commisso non un padrone ma un custode, la Fiorentina è della città”

Il Presidente del Venezia Tacopina parla di Commisso

di Redazione VN

Ci sono molte proprietà straniere nel nostro calcio, a partire dalla Serie A. Dopo il closing avvenuto da pochi giorni, anche la Fiorentina è ‘americana’. Il Corriere Fiorentino ha intervistato Joe Tacopina, che qualche anno fa rilevò un Venezia in D portandolo attualmente in Serie B. Il patron lagunare ha parlato di Commisso e del nuovo club viola:

Rocco ha tanto entusiasmo e grandi idee. Ha fatto crescere molto il calcio in America, ha una visione ampia ed è un grande professionista. Inoltre, rassicuro i tifosi perché ha anche risorse per fare un grande club. Ritengo che sia l’uomo giusto al momento giusto: ha carpito una grande occasione per tutti perché da nessun’altra parte c’è fascino della Serie A. Senza dubbio ha chiaro un punto: non sarà un padrone ma custode, perché prima di tutto viene la comunità ed è una vetrina della città. Lo ha capito subito.
Gli ho consigliato di farsi vedere il più possibile, perché la presenza è importante e la squadra va vissuta da vicino, bisogna essere parte integrante di essa. Per lui la Fiorentina è una benedizione, un club che può e vuole fare il salto di qualità ad esempio non può non avere uno stadio. Mi aspetto anche una struttura che sappia dialogare e una sinergia fra americani e italiani fra parte finanziaria e sportiva. Un pericolo? Il modo di lavorare non si cambia subito, servirà pazienza perché in Italia le cose si fanno diversamente. Ma sono certo che Firenze lo amerà.

Violanews consiglia

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. epicuro - 1 anno fa

    Perfetto. Lui deve fare il custode. Non come i Della Valle che facevano i padroni. A decidere devono essere i tifosi che sono la vera risorsa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy