Bocci: “Questo modulo lo vedremo a lungo. Difficile togliere Ribery o spostare Chiesa per un centravanti”

Il giornalista de Il Corriere della Sera fa il punto sulla vittoria della Fiorentina di ieri sera a San Siro

di Leonardo Vignozzi, @VignozziLeonard

Il giornalista de Il Corriere della Sera Alessandro Bocci è intervenuto in collegamento al Pentasport di Radio Bruno Toscana:

 

“Ci sono tanti aspetti positivi. Siamo al quarto risultato positivo consecutivo con la seconda vittoria di fila. Montella ha ridato un’anima a questa Fiorentina, rendendo la squadra una squadra tosta che lotta e che fraseggia molto bene. Ieri sera la squadra viola ci ha dato una grande dimostrazione di maturità.

Ribery e Chiesa non danno alcun punto di riferimento ed insieme, magicamente, sanno sempre come completarsi nello sviluppo delle azioni. Sembra che Federico abbia superato la querelle estiva anche se penso che rimarrà comunque complicato trattenerlo a Firenze. Vedo una coppia che riesce a mettere in grande difficoltà le difese delle squadre italiane. Ad oggi Ribery non puoi toglierlo, così come si fa male a Chiesa di tornare sulla fascia. Se penso all’exploit di Castrovilli finora… Credo che questo assetto lo vedremo ancora a lungo in questa Fiorentina.

Pedro? In tanti, tra quelli che lo hanno visto giocare in Primavera, mi hanno detto che è parecchio indietro a livello di condizione. Ci vorrà evidentemente del tempo per vedere il brasiliano ma per adesso si può aspettare.

Dragowski spero faccia un salto di qualità nel corso della stagione. Anche ieri sera l’ho visto molto tranquillo del suo ruolo e della sua posizione. Ha grandi doti tecniche e fisiche su cui deve lavorare e continuare la sua crescita.

Con Caceres Montella è riuscito a dare personalità, esperienza e forza fisica al reparto difensivo. Questo è il profilo dei difensori che si richiede in una squadra.

Dalbert? Nel primo tempo si è visto meno. Molto bene nel secondo tempo quando la Fiorentina doveva chiudere la partita e si sono creati anche spazi maggiori con l’espulsione del Milan. Sta ritrovando fiducia a Firenze ed è la cosa più importante. Se continuerà a crescere, i suoi cross potrebbero rivelarsi un’arma importante per questa Fiorentina.

Benassi? Deve tornare ad essere protagonista anche perchè, ad ora, per quanto stanno facendo bene i tre centrocamapisti titolari, non ci sono grandi alternative in panchina. Penso all’utilizzo di Benassi finora o a quello di Zurkowski”.

 

 

Bucciantini: “Ribery un artista che vede un calcio diverso, pensa e fa sempre la cosa giusta”

Quando lo stadio avversario si inchina ai campioni: che soddisfazione per le roi Ribery

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy