Fiorentina promossa e impaurita, a suo agio nelle battaglie per l’Europa

Fiorentina promossa e impaurita, a suo agio nelle battaglie per l’Europa

Il commento alla partita della Fiorentina da parte del popolare giornalista fiorentino

di Alessandro Rialti

Promossa e impaurita. Così, secondo me, esce la Fiorentina da uno degli esami più autenticamente complicati della stagione, la gara contro il Napoli di Ancelotti.

Promossa sul piano dell’impegno, del cuore, della voglia di non accettare di farsi chiudere indietro, all’angolo, come talvolta si fa quando la paura ti prende la gola. I viola ci hanno provato, anche se poche volte sono arrivati al tiro, anche se Muriel e Chiesa sono stati meno scoppiettanti, meno imprudenti, meno spregiudicati. E comunque tutta la squadra non ha mai mollato. L’immagine esemplificativa è quella di Veretout. Lo stesso che con l’Udinese aveva sbagliato facendolo pagare a caro costo a tutta la squadra. Veretout ha risposto sul campo, con coraggio contro quello che rimane uno dei migliori centrocampo d’Europa. E mi hanno commosso i viola quando nel finale della gara avevano finito tutte le energie, quando l’infortunio di Mirallas aveva tolto la possibilità di altre sostituzioni, quando tutti aspettavano il fischio finale avendo esaurito ogni millimetro di energia, hanno comunque continuato a tenere botta. Promossi sul piano del sangue, del sudore, del rispetto della maglia, della personalità.

L’Europa rimane lontana con le vittorie, affatto facili e un po’ fortunate, di Atalanta e Torino, anche se la Sampdoria ha perso il casa con il Frosinone. Sarà comunque battaglia fino alla fine e questa Fiorentina nelle battaglie si trova a proprio agio. Ma adesso c’è da aspettare l’esito dei controlli sui legamenti del ginocchio di Pezzella. E questo fa paura, con lui c’è una Fiorentina, senza una sicuramente meno solida. E sarebbe un peccato e un’innegabile ingiustizia nei confronti di una squadra alla quale non si può che voler bene.

Violanews consiglia

Un vero e proprio generale

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bruttu1966 - 6 mesi fa

    e vero siamo mediocri il nulla dove oggi l Atalanta di gioca un posto in chenpion

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gariboldi - 6 mesi fa

    Ormai siamo anestetizzati. Alla fine della partita ero contento e orgoglioso della prestazione, poi ho pensato che stavo bello carico, per aver “strappato” un pareggio in casa al Napoli (non al Barcellona), il Napoli che fino a qualche anno fa guardavamo come minimo alla pari, che siamo decimi senza speranze reali di Europa, che siamo più o meno come ai tempi del buon Melloni che abbiamo una squadra orgogliosa, ma mediocre, come con Pagliari, Sella, Casarza, ma di che cosa dobbiamo gioire del nulla al quale ci hanno portato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. glomantic - 6 mesi fa

    I giornalisti fiorentini a cui sono molto affezionato perché seguo da quando sono piccolino o sono raccamandati.o sono incompetenti calcisticamente oppure quelli un po’ più bravi hanno la paura di fare la fine di Prizio questo è quanto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Crjstiano72 - 6 mesi fa

    Forse non ci sono io con la testa e puó anche essere, ma a volte mi do un pizzico x capire se stia sognando. Siamo 10mi in campionato e non x una sventurata circostanza. Lo siamo stabilmente da mesi. Mi verrebbe da dire da 3 anni ormai. Vaghiamo tra il 10mo e l’8 posto. Siamo a 6 punti dalla 7ma e, seppur sia lo sbandierato obiettivo del timido Andreino, sappiamo che non vale potenzialmente nulla. Davanti a noi abbiamo una lanciatissima Atalanta, Milan, Lazio e Roma tra il 4 e il 7mo posto. Possiamo dire che a nostro agio x le posizioni europa ci stiamo col c***o?
    Non abbiamo una identitá di gioco, mai uno schema, mai regolaritá di rendimento. Passiamo dalle bollicine con la Roma, alla noia assoluta con l’udinese. La prova col Napoli? Vogliamo parlarne? Ricordo un solo tiro nello specchio della Viola con Veretout e almeno 4 MIRACOLI di Lafont. Direte che è un calciatore viola e concordo, ma oltre ai muscoli e al cuore, cosa abbiamo visto? Se non si innescano i contropiedi come con la Roma anche Chiesa e Muriel diventano stetili davanti ad una mediocre Udinese. MANCANZA DI GIOCO, MANCANZA DI IDENTITÁ TATTICA questa é la veritá! Se a qst aggiungiamo MANCANZA DI OVIETTIVI SPORTIVI DELLA società…..
    Pioli dice che l’asticella é di migliorare l’anno passato! Lo giudicate un obiettivo da Fiorentina? L’anno passato dopo la tragedia di Davide abbiamo fatto 6 vittorie consecutive sui nervi. Le faremo quest’anno? Ma poi se si migliorasse di un punto la classifica dello scorso mediocre campionato, daremmo felici?
    IO NO!!!!!
    Vedo una Firenze seduta, addormentata, mediocre nel tifo e nella critica (quella professionale) al pari della societá che guida la nostra amata squadra! Sará una situazione figlia dei tempi, ma a me fa venite solo il mal di stomaco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. glomantic - 6 mesi fa

    Io rincaro la dose , ma con Corvino siamo sempre arrivati da metà classifica in giu , Prandelli Toni e Mutu apparte, il problema più grosso è che alla società va bene cosi, anche fare risultati con la primavera con giocatori pagati 4 5 milioni e fuori quota riesce a tutti….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. glomantic - 6 mesi fa

    Abbiamo vinto tre partite nelle ultime 15 partite, qui siamo tutti di fori….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alcor73 - 6 mesi fa

    Anche lui uno di quelli che quando si vince siamo bravi e quando si perde bisogna trovare il responsabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy