A tu per tu con Luca Calamai – Corvino, Pioli e gli acquirenti che latitano

A tu per tu con Luca Calamai – Corvino, Pioli e gli acquirenti che latitano

Torna il consueto appuntamento con Luca Calamai che risponde alle domande su Pioli, Corvino e i possibili acquirenti della società

di Redazione VN

Torna il consueto appuntamento con Luca Calamai che risponde alle domande d’attualità che ci sono pervenute in redazione senza il consueto annuncio del martedì

Marco Giansanti – Cosa ne pensa dei nuovi acquisti viola?
Mi fido delle impressioni di Giancarlo Antognoni e quindi penso che Gaspar possa essere il terzino destro che la Fiorentina cerca da tempo. Mi ha entusiasmato meno Vitor Hugo. Ha un fisico molto massiccio e non mi sembra particolarmente rapido. Ma siamo all’inizio della preparazione. Essere imballati è normale. Anzi, è giusto. Sarebbe un errore entrare in forma troppo presto. Continuo a pensare che alla fine arriverà Simeone e se ne andrà Kalinic. L’argentino può diventare il nuovo Diaz. Ha grinta, cattiveria, senso del gol. Inoltre abbiamo bisogno di talenti da scoprire. Talenti che potrebbero far innamorare i tifosi viola.

Giulia Marchetti Vald’Orcia – Che voto darebbe ai primi giorni di Pioli?
Otto e mezzo. Se ragionassi solo con la pancia gli darei dieci perché il mio amico Stefano per il momento non ha sbagliato un colpo usando le parole giuste, mettendo la sua faccia a copertura del progetto Fiorentina, cercando di ricucire gli strappi dolorosi che turbano il mondo viola. L’importante però è non chiedere a Pioli di fare tutte le parti in commedia. Tra pochi giorni dovrà abbandonare i panni del comunicatore e iniziare a lavorare a testa bassa sul progetto tecnico. Spero che la dirigenza gli consegni velocemente un gruppo serio sul quale lavorare.Prima della fine del ritiro devono arrivare due aquisti. Ma di quelli veri. Non delle scommesse.

Luca Mosti Arezzo – Lei continua a difendere Corvino. E’ ancora convinto che sia l’operatore giusto per il mercato della Fiorentina?
Si. Anche se un giudizio definitivo lo rimando a fine mercato. Pantaleo sta vendendo bene. Presto avrà tra le mani un bel tesoretto. Poi dovrà dimostrare di saper alzare il livello delle sue scelte. Ma lo ha già fatto in passato, nel suo primo ciclo alla Fioerntina. Ricordate i soldi spesi per Vargas, Toni o Mutu? Come dice Corvino è sempre meglio friggere con l’olio invece che con l’acqua. Speriamo sia olio buono. A proposito caro Pantaleo non ti offendere ma preferisco l’olio toscano al tuo pugliese.

Alex Firenze – Ci sono novità sugli acquirenti del club viola?
Nessuno. Naturalmente non c’è traccia di compratori fiorentini. Ma questo non è una sorpresa. Il vero problema è che pare si sia bloccato il progetto Mercafir a causa dei ritardi legati all’aeroporto. Senza il progetto stadio non arriveranno compratori stranieri. Si rischia una situazione di stallo che non giova a nessuno. Tantomeno alla Fiorentina.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Popeye FVS - 2 anni fa

    Cara redazione, vedo che le critiche alla “direzione artistica” non passano il vaglio della censura. Ho toccato un tasto dolente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 2 anni fa

    -Acquirenti? Secondo me ci sono perché se il calcio è ancora un investimento per gente davvero facoltosa (non per poveretti) pensate voi a farlo in una delle città più belle del mondo, semplicemente è questione di soldi e quindi ci vorrà ancora dle tempo per chiudere la facenda ma entro questo campionato tutto sarà concluso.
    -Corvino è un grande DS ma la coppia Pradè-Macìa era superiore.
    -Pioli? Sa il fatto suo e finalmente si torna a giocare di più all’italiana quindi sono felice che sia qua.
    -Il mercato Viola per ora è improntato sui giovani e va bene così, quando arriveranno i soldi delle vendite anche di Berna e Kalinic le cose miglioreranno ed arriveranno pure dei big.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Svarcarolo - 2 anni fa

    Dopo le dichiarazioni del procuratore di Borja…dopo l’intervista di Bernardeschi alla gazzetta….e dopo l’espressa volontà di Kalinic ancora qualcuno piange dietro la cessione o l’ipotetica partenza di questi “signori”. Non conta forse solo la maglia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. palo - 2 anni fa

    anche se ci fossero acquirenti TE lo vengono a dire a te !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-2073653 - 2 anni fa

    “Vendendo bene” Borja Valero a 5 milioni con tutto il mondo che dice che l’affare l’ha fatto l’Inter? Pazzesco…e scommetto pure che per Bernardeschi 50 non ne arrivano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 anni fa

      Valero a 7 milioni è grasso che cola, per uno che cammina in mezzo al campo andavano benissimo anche 5.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Fabio - 2 anni fa

        Bravo 29agosto1926, qui sono d’accordo con te, anche se senza borja la fiorentina faceva fatica a trovare un minimo di gioco,però nessuno si ricorda i gol presi per colpa sua( e vero s’impegnava), ma solo perche con la famiglia si è trovato bene i genitori dei scompagni del figlio nol vuol dire che la società lo deve tenere , per me ha fatto bene a
        cedere questo giocatore,ora vediamo se risolve i problemi del prete che allena l’inter.
        anche se firenze stravede per questo personaggio ,che a me sembra molto scomodo, per la città di firenze. è facile allenare con i programmi che ti passano,non faccio nomi, perche ritengo che non sia giusto.
        saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy