Sconcerti: “Dispiaciuto per come hanno lasciato i DV e Corvino. Su Batistuta…”

Le parole di Mario Sconcerti

di Redazione VN

Le parole del noto giornalista e tifoso ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno Toscana:

Ci vuole un centravanti di esperienza, uno dei motivi del fallimento dello scorso campionato è che non ce lo avevamo. È bello sognare giocatori come Ibrahimovic che si autopagano visto i numerosi sponsor. Mi fa piacere che si voli alto e che si senta parlare di nomi precedentemente fuori dai nostri parametri. Su Traorè io non credo alla storia del cuore, l’ho visto giocare ed è un prospetto molto interessante, una mezzala vera. Credo che quando la Fiorentina andrà in America non voglia fare brutte figure, dovrà essere una squadra competitiva. Su Pradè sono molto contento , lo considero molto competente ed una brava persona. Mi è dispiaciuto per come sono andati via i Della Valle e Corvino, troppe offese da parte dei tifosi. Non ho mai pensato a Batistuta come uno particolarmente innamorato di Firenze, ha sempre chiesto molti soldi per rimanere.

Violanews consiglia

 

Pres. calcio storico: “Nardella sta parlando con Commisso per farlo Magnifico Messere”

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudiog197_3585294 - 1 anno fa

    Anche io sono dispiaciuto . Speravo che in questa estate di rivoluzioni dove è cambiata tutta la dirigenza e dove si cambieranno quasi tutti i giocatori si cambiassero anche gli opinionisti che parlano di fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 1 anno fa

    Le offese non sono mai condivisibili; certo è che non si può imputare tutto ai tifosi quando le varie letterine e dichiarazioni di Diego Della Valle e le farneticazioni odierne di Corvino non sono meno offensive, stavolta però in direzione opposta, perché quando sento le autocelebrazioni di Corvino, a me viene parecchio nervoso. Tante volte leggo accuse parecchio pesanti verso di lui, totalmente non condivisibili, perché non credo minimamente, per dirne una, che lui avesse interessi occulti, ma che dopo tre anni del genere debba leggere che lui è un genio incompreso attaccato per rancori personali, questo non è tollerabile. Perché non ci ha spiegato piuttosto l’affare Traorè, Zaniolo, Simeone (ed intendo non averlo comprato, ma averlo comprato a 18 milioni quando poteva prenderlo un’anno prima e pagarlo circa un terzo, come fece il Genoa…)? Perché i giornalisti non glielo chiedono? E siamo noi tifosi offensivi? Per piacere…io comunque sono curioso di vedere, dato che Pantaleone ha dichiarato di “essere sul mercato”, chi è che lo assume e tra quanto, dato che per ora non l’hanno ripreso nemmeno a Lecce. Magari Paratici ha bisogno di un’aiuto, hai visto mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. curra. - 1 anno fa

    Non è che vuole sedersi su qualche poltrona gestita da DDV?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dellone68 - 1 anno fa

    Non ho sentito i suoi commenti su Radio Blu anche se ho sentito i giornalisti della redazione che lo accompagnavano, che erano volate parole forti. Ad ogni modo, se si riferisce a come sono andati via i Della Valle e Corvino, si può anche provare ad immaginare come ragiona Sconcerti, in fondo vive la città in maniera più distaccata, lavora ormai fuori Firenze da tanti anni, conosce tante persone che contano, quindi è comprensibile che sia dispiaciuto per come è finita tutta questa storia. Sconcerti, come tanti altri colleghi suoi, vive queste vicende con il giusto distacco professionale e quindi rimane sorpreso. Il problema è che i tifosi che fanno i tifosi (sennò, se dobbiamo anche smettere di fare i tifosi allora finisce il calcio per come lo intendiamo) sono stati giustamente critici sull’operato della ex proprietà e dell’ex DS. Soprattutto di Corvino. La gente si è accorta che questo signore aveva totalmente in pugno la società. Quindi, se fai buoni acquisti e porti risultati allora tutti stanno buoni, se invece fai squadre penose, questo suo “modus operandi” non certo ortodosso, viene fuori e ci fai pessime figure. Poi volano gli insulti. Corvino ha sfidato lo sfidabile, esattamente in linea con i suoi padroni. Ha fatto male in termini di risultati ed è venuto giù tutto. La gente delle volte non riesce a contenere la propria presunzione e questi sono i risultati. Sulla ex proprietà non dico più nulla. Ho scritto montagne di post su questo sito, sono FELICISSIMO che se ne siano andati, nessun rimpianto, nessun rancore. Finalmente abbiamo altro e quindi forza Viola, forza Commisso, forza ragazzi, forza Giancarlo, forza Montella, forza Pradè, forza Giobbarone, forza tutto l’ambiente. Ci siamo FINALMENTE LIBERATI di una cappa di piombo. Chi sta lontano, come Sconcerti, non si immagina come si respira oggi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Etrusco - 1 anno fa

    A quota cento ancora non c’è?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ì cignale ve le chiava tutte - 1 anno fa

    Ancora questo?
    Di calcio un ci intende nulla, provi col freesbee o con la briscola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. cikko - 1 anno fa

    ma si potrà mai sapere come è andata la storia di Traorè???? redazione sapete qualcosa???? grazie

    —-

    La Fiorentina non ha depositato il contratto dopo ripetuti controlli medici che non hanno convinto lo staff viola.
    La Redazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hap Collins - 1 anno fa

      Si certo, e c’era anche la marmotta rosa che confezionava la cioccolata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. MixViola - 1 anno fa

    Credo che puntare il dito su coloro che lanciano insulti coperti dall’anonimato della curva non sia scorretto.
    Ora però non generalizziamo caro Sconcerti, perché dai toni da lei usati sembra che tutta la tifoseria vola non abbia fatto altro che inveire e vituperare la proprietà per tutto l’anno.
    In realtà il tifo viola allo stadio è quanto di più generoso, sincero e appassionato esista al mondo. Fiesole in testa, uniche persone che allo stadio sembravano vive in questi lunghi agonizzanti anni, lo stadio ha sempre sorretto la squadra con il cuore che solo Firenze sa esprimere.
    Ripagati da cosa? Da un comunicato in cui si dà la colpa ai contestatori cazzari se la squadra va male e se i padroni sono costretti a vendere…
    Arroganza, mancanza di un briciolo di autocritica e di rispetto per il ‘cliente’. Roba per la quale la precedete proprietà (non me ne ricordo neanche più il nome) dovrebbe magari un pochino vergognarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Andrea - 1 anno fa

    Non ha mai capito niente di calcio, anche all’epoca di Cecchi Gori, figurati adesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 1 anno fa

      Tu pensa , lui che non capisce niente di calcio è riuscito a fregare centinaia di migliaia di persone facendosi leggere i propri articoli calcistici e diventando anche direttore di svariati quotidiani. Pensa, addirittura è riuscito a farsi pagare da tanti editori diversi montagne di soldi. Quindi, in definitiva se lui non capisce niente di calcio, quanto ne devono capire quelli che, editori e lettori, lo hanno foraggiato tutta la vita?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ì cignale ve le chiava tutte - 1 anno fa

        Meno di lui

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bati - 1 anno fa

          giusto!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. TonyManero - 1 anno fa

    Ha TOTALMENTE ragione.
    Roba da vergognarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ì cignale ve le chiava tutte - 1 anno fa

      Sei meglio come ballerino

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy