Salvini: “Razzismo, giusto interrompere le partite. Ma lo stadio non è un teatro…”

Le parole rilasciate dal noto politico

di Redazione VN

Matteo Salvini ha parlato a Tmw Radio riguardo l’interruzione di Orsato per i “buu” a Dalbert:

L’arbitro ha fatto bene, l’educazione viene prima di tutto. Poi c’è da dire una cosa: per il “buu” di colore fermiamo la partita e il “buu” al bianco? E’ chiaro che vai allo stadio e non alla Scala. Un vaffa può scapparti senza guardare il colore. Era un ambiente diverso primo. C’era una sana rivalità. Finita la partita ti bevi un caffè e andavi a casa. I buu li avrei riservati a tanti giocatori bianchi sabato sera (ride, ndr).

 

Di Gennaro sulla Fiorentina: “Si facciano vedere gli attaccanti. Se non si fanno punti è un problema serio”

 

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. magicdolc_8322107 - 1 anno fa

    Nemmeno il Papetee è Montecitorio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 1 anno fa

    Il 30 e passa per cento degli italiani vota uno che dice idiozie del genere. Certo, vedendo qualche alternativa, la cosa è (minimamente) comprensibile, ma è triste lo stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gasgas - 1 anno fa

    Ma secondo voi chi fa i buu per chi vota?
    I buu per i bianchi, questa mancava…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Violentina - 1 anno fa

    fammi star zitta va..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lo scatizzolagobbi - 1 anno fa

    Se non capisce la differenza che parla a fare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bati - 1 anno fa

    Poverino, lui pensa a minimizzare col finto buonsenso, ma due sono le cose: o fa lo scemo per non pagare il dazio (probabile) o i suoi limiti intellettivi gli impediscono di capire che siamo ad un livello pericolosamente superiore. Anni di idiozie xenofobe uscitegli dalla incontinente bocca hanno portato alla situazione attuale, dove per divertimento due ragazzini si sentono legittimati a picchiare senza motivi il primo ragazzo nero che gli capita nei paraggi, tanto per parlare solo dell’ultimo episodio. L’odio nel calcio è esattamente lo stesso che ormai si è radicato nella società in cui viviamo. Chissà come mai il picco negli ultimi anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. vecchio briga - 1 anno fa

    Questo modo di parlare del problema, sminuendolo sempre da parte di questo politicante è dannosissimo. Oltretutto in pochi hanno evidenziato che quando lo speaker ha annunciato la sospensione della partita, tutto lo stadio ha fischiato. Poi Gasperini con le sue dichiarazioni, ma anche Montella che ha detto di non aver sentito nulla. Non va bene, su queste cose il giudizio dei protagonisti deve essere duro, sempre. Tutto questo è indice di un livello bassissimo a cui siamo arrivati in Italia. Lo ha detto anche Antonio Conte, dopo tre anni è tornato e ha trovato una situazione peggiore. Bisogna riconoscere che il razzismo in Italia è un problema grave e insopportabile. Il calcio dovrebbe iniziare seriamente a occuparsene, dato che chi guida o ambisce a guidare il paese se ne occupa solo in funzione dei voti che porta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio62 - 1 anno fa

    E questo fino ad un mese fa era il ministro dell’interno eh…giusto per capire in che mani s’era..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ursusminimus - 1 anno fa

    amico di gasperini nella sostanza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. batigol222 - 1 anno fa

    Evidentemente, quest’uomo non sa di cosa parla. Finita la partita si usciva a prendere un caffè insieme agli avversari? Ma li ha mai visti i video degli scontri feroci tra tifoserie per strada, roba da guerriglia urbana. L’odio nel calcio è un problema, si dovrebbe incitare la propria squadra e non odiare l’altra

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy