Rialti: “Bernardeschi? I soldi della sua cessione devono restare a disposizione di Corvino”

Rialti: “Bernardeschi? I soldi della sua cessione devono restare a disposizione di Corvino”

Il parere del giornalista di Stadio e nostro editorialista

di Redazione VN

Il giornalista del Corriere dello Sport e editorialista di Violanews.com, Alessandro Rialti, ha parlato così a Radio Bruno Toscana:

“Se la Fiorentina non voleva dare via i migliori, doveva far prolungare Gonzalo. Penso che fra due o tre giorni saranno annunciati Gaspar e Diallo. Per ognuno che va via, Corvino ne prende uno. Questa è la sua filosofia. Borja potrebbe essere un’alternativa interessante per Pioli. Bernardeschi? Se dovesse essere ceduto, i soldi devono restare a disposizione di Corvino perché in questa maniera avrebbe la possibilità di rivoluzionare la squadra”.

Caricamento sondaggio...
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Freddy - 2 anni fa

    Mai come quest’anno avrebbe potuto esser bella una rivoluzione.
    La famosa rivoluzione di fine ciclico, poi risciacquo e centri fuga.
    Che bello sarebbe svegliarsi che sò fra un paio di giorni, magari andare all’edicola e leggere lo sceicco tal dei tali stanotte a Doha a rilevato le quote dai fratellini. E promette clamorosi investimenti in Fiorentina.
    Invece caro Rialti siamo all’ennesimo alleggerimento spese ingaggi a le nuove cessioni. Eccellenti o meno senza nessun costrutto o proposito di crescita.
    Per carità una società deve poter operare delle scelte senza guardare in faccia nessuno. Solo ch’ero rimasto a lo scorso anno, com’era più italiani e giovani in rosa.
    Sicuramente è tutta colpa di noi tifosi, non siamo mai contenti, dovremmo baciare per terra la dove i nostri Patron posano le loro Tod’s.
    Invece siam sempre ingrati nonostante i loro sacrifici per mantenerci al livello che ci compete.
    Siamo Firenze
    E il livello che ci compete è la bellezza.
    La bellezza di avere l’opera più bella e difenderla con i denti, come fù con Giancarlo Antognoni.
    Ma per far questo la città bisogna sentirsela scorrere dentro, come il suo piccolo fiume a volte capace di ergersi a dimensioni di Mare che invade e si riprende tutto, sommergendo con rabbia e di rabbia le umane iniquità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. unial5_42 - 2 anni fa

    Mi sembra di leggere, tra le righe, che si è in dirittura di arrivo per la cessione della società non appena arriveranno i nulla osta a costruire la cittadella, detta anche nuovo stadio. Ridurre al minimo il monte ingaggi, giocatori a basso costo, tifoseria narcotizzata. Tre cose che rendono appetibile, a qualche discreto investitore, il brand Fiorentina. Quando avverrà tutto ciò? Entro l’anno o al massimo entro giugno 2018.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lallero - 2 anni fa

    cerrrrrrrrtoooooooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. cesarecp - 2 anni fa

    ma che fa? ne dubita?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy