La proposta: “Diamo Kalinic ai cinesi a fine febbraio”

Alessandro Bocci del Corriere della Sera dà un parere controcorrente sulla questione Kalinic

di Redazione VN

“Vado controcorrente, ma non credo che cedere Kalinic a 40 milioni sarebbe una buona operazione per la Fiorentina, dopo aver detto e ripetuto che c’era una clausola per blindarlo”. Lo ha detto Alessandro Bocci, giornalista del Corriere della Sera, ai microfoni di Radio Bruno Toscana. Aggiungendo: “Economicamente è una grande operazione, ma se la fai a gennaio mandi un messaggio che questa stagione la consideri già compromessa. Allora lancio una provocazione, se dobbiamo vendere Kalinic ma prendere il sostituto vero a giugno, allora diamo Kalinic ai cinesi il 24 di febbraio (il mercato cinese chiude a fine febbraio, ndr) almeno ce l’abbiamo per un mese in più e gioca contro il Borussia Monchengladbach. Rinunciamo a lui solo negli ultimi 3 mesi e a quel punto diamo spazio a Babacar”.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. donkey - 4 anni fa

    provate voi a tornare a casa dai babbo a dirgli che Kalinic s’è fatto il crociato e avete perso 40 milioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. massimo_383 - 4 anni fa

    Proposta da respingere. Se non pagano la clausola e se la Fiorentina non è in grado di comprare un valido sostituto NON VENDIAMO Kalinic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pitto - 4 anni fa

    la penso esattamente come Bocci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonio Capo d'Orlando - 4 anni fa

    Se fattibile ( non so se e’ possibile), sarebbe una buona idea. Ma se poi si infortuna??
    FV

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy