Graziani: “Due punte a Torino sarebbe un segnale forte. I nuovi? Se il buongiorno si vede dal mattino”

Graziani: “Due punte a Torino sarebbe un segnale forte. I nuovi? Se il buongiorno si vede dal mattino”

“C’è un po’ di timore a giocare contro il Torino di adesso alla luce della vittoria contro la Roma, anche se forse ci potrebbe esser stato un po’ troppo entusiasmo”

di Redazione VN

Il doppio ex di Torino e Fiorentina Ciccio Graziani a Radio Bruno Toscana: “Belotti mi assomiglia, ha la stessa cattiveria e corre un po’ gobbo come facevo io. Il Torino ha bisogno di un attaccante che giochi davanti per tanti anni. E’ cresciuto anche sul piano caratteriale. Che partita mi aspetto? E’ difficile giocare contro la Fiorentina. La vittoria di ieri ha dato fiducia. C’è un po’ di timore a giocare contro il Torino di adesso alla luce della vittoria contro la Roma, anche se forse ci potrebbe esser stato un po’ troppo entusiasmo. Il Torino attacca a testa basta. Zarate? Ha qualità enormi, è un peccato vederlo fuori a volte. Babacar in questo momento sta bene, sarebbe bello vederlo insieme a Zarate. Le due punte anche a Torino sarebbe un segnale forte, ma penso che Sousa non senta da quest’orecchio. I nuovi? Stanno impressionando, soprattutto Sanchez. Se le cose continueranno così, complimenti a Pantaleo. Se il buongiorno si vede dal mattino. Ma aspettiamo la fine del girone d’andata per dare un giudizio completo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy