Genova-Roma: due situazioni simili trattate con metro di valutazione diverso

Genova-Roma: due situazioni simili trattate con metro di valutazione diverso

in entrambi i campi di Serie A ci sono stati problemi causati dalla pioggia, ma le situazioni si sono risolte in maniera differente

di Alessandro Barbati, @Barbatino95

Il pomeriggio di Serie A è stato molto particolare, improvvisamente a Genova e a Roma si sono riversati dei temporali che hanno reso il terreno di gioco impraticabile. Lo stesso cambiamento meteorologico sui due campi sopracitati, ma le decisioni dei rispettivi due arbitri sono state differenti.

A Roma la gara è ricominciata dopo un’ora e dieci minuti dalla sospensione, con i giallorossi in svantaggio 1-2 contro la Sampdoria, mentre Genoa-Fiorentina è stata rinviata. Due decisioni completamente differenti, non si sa dovute a cosa, sarà per la differenza del tipo di terreno (peggiore) di Marassi rispetto a quello dell’Olimpico? La risposta esatta non esiste, ma è un dato di fatto che nei due casi sia stato utilizzato un metro di giudizio diametralmente opposto.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. c.ghilarducc_492 - 3 anni fa

    Io credo che il suo ragionamento sia corretto e per cortesia le chiedo di ampliare il discorso rispondendo a queste domande delle quali non conosco la risposta: cosa prevede con precisione il regolamento ??? Dopo quanto tempo l’arbitro deve o può decidere ??? Anche io mi sono posto la domanda: e se a Genova avessero aspettato più di un’ora ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Larry_Smith - 3 anni fa

    Sempre alla ricerca della polemica. È la decisione che è stata diversa, non il metro di giudizio. Non è la stessa cosa, o no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GianBurrasca - 3 anni fa

    ma di cosa ragioniamo? non sono i casi che sono stati trattati diversamente ma i campi hanno tenuto diversamente la pioggia. all’olimpico c’erano 5 cm d’acqua ma ha filtrato, genoa era un campo di riso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. kk53 - 3 anni fa

    Si fanno tante parole per la sicurezza a tutti i livelli,se un campo di calcio
    non ha un drenaggio a norma non si deve giocare e la società deve porbi rimedio
    se vuole continuare il campionato,altrimenti siamo sempre a fare chiacchere inu
    tili,quella dello stadio di Marassi lo sanno anche i sassi che è una zona disperata,con il Bisagno vicino che esonda in continuazione,ma a giochi Preziosi
    è concesso questo ed altro e allora continuiamo a vederci queste partite di m……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Antonio da Papiano - 3 anni fa

    Dai che ci è andata di cu…una volta tanto !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ilconte - 3 anni fa

    A Genova ….non hanno aspettato nemmeno il minimo consentito dal regolamento ….che dice entro 45 min ….di là Fanno quello che gli,pare …..e il rigore finale e la ciliegina uj

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. c.ghilarducc_492 - 3 anni fa

      Fosse così, e ti credo, il regolamento è stato violato due volte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. canocch_320 - 3 anni fa

    Ma come si fa a scrivere una cosa del genere ? Mah …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. wellys2@mail2italy.com - 3 anni fa

    il metro è lo stesso e cioè: se il campo è praticabile, si gioca. In un caso era praticabile perfettamente (Olimpico), nell’altro no (Marassi). Quindi non c’è alcun “metro diverso” come asserito nell’articolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro Barbati - 3 anni fa

      Il tuo discorso è giusto, ma a Genova non hanno aspettato 1 ora e 10 (non che cambiasse molto probabilmente, ma era questo il senso)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. wellys2@mail2italy.com - 3 anni fa

        il terreno dell’olimpico ha un drenaggio perfetto, a marassi forse domani si può giocare…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Axel - 3 anni fa

          Il punto è capire entro quanto tempo si deve prendere una decisione. Non puoi fare che in una gara puoi decidere dopo cinque ore e in un’altra dopo 20 minuti. L’uniformità di giudizio passa anche da questo. Gli si da un’ora, 30 minuti, due ore, come si preferisce, e se dopo questo tempo il campo è ancora impraticabile si rinvia la partita. Probabilmente dopo 20 minuti anche l’olimpico era ancora impraticabile. Alla fine son contento così anche perchè la gara non s’era certamente messa alla grande per noi…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. donkey - 3 anni fa

    Barbati, se i campi son diversi, i temporali son diversi, anche con lo stesso metro di giudizio si prendono due decisioni diversi… Il prato dell’olimpico appena smesso di piovere era perfetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro Barbati - 3 anni fa

      Sono d’accordo, ma il punto era il perchè a Roma si sia aspettato 1 ora e 10

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. wellys2@mail2italy.com - 3 anni fa

        perchè stava venendo giù un nubrifagio, quando ha smesso hanno deciso di giocare perché il campo era perfetto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Axel - 3 anni fa

          Se smetteva dopo quattro ore avrebbero aspettato quattro ore?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. wellys2@mail2italy.com - 3 anni fa

    finita la pioggia l’olimpico era perfetto dopo 10 minuti. Marassi faceva schifo. E’ ovvio quindi decidere in maniera diversa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy