altre news

Caso tamponi, due mesi di inibizione per Lotito che resta consigliere Figc

RIYADH, SAUDI ARABIA - DECEMBER 21:  SS Lazio President Claudio Lotito looks on during the training session at the Al Shabab stadium of Sunday's Italian Supercup match against Juventus  on December 21, 2019 in Riyadh, Saudi Arabia.  (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

La Corte d'Appello ha ridotto a due mesi l'inibizione per il presidente della Lazio Claudio Lotito per il caso tamponi

Redazione VN

Due mesi di inibizione per il presidente della Lazio Claudio Lotito, cinque per i medici biancocelesti Ivo Pulcini e Fabio Rodia, cinquantamila euro di multa per il club. Si conclude con un maxi sconto la vicenda tamponi davanti alla Corte d'Appello Federale riunita questa mattina sotto la presidenza di Marco Lipari.

In virtù di questa decisione, Lotito torna a tutti gli effetti consigliere federale e si cancella il rischio della decadenza. In precedenza, nel primo grado di giudizio, il numero uno del club era stato condannato a sette mesi di inibizione, sanzione che era salita a dodici nel primo pronunciamento in appello. Poi la decisione del Collegio di Garanzia di chiedere di "rivalutare" i fatti ha portato allo sconto. La procura della Federcalcio aveva chiesto 10 mesi di inibizione per il presidente laziale e 11 per i medici.

 Laboratorio Coronavirus (Photo by Pedro Vilela/Getty Images)