Alla scoperta del Belenenses: occhio al ‘talentino’ Sturgeon

Alla scoperta del Belenenses: occhio al ‘talentino’ Sturgeon

4-3-3 e difesa-colabrodo nonostante l’esperienza di Brandao, ex Parma e Cesena

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Tredicesimo posto nel massimo campionato portoghese, la Primeira Liga, frutto di una vittoria, sei pareggi e una catastrofica sconfitta per 6-0 nel derby contro il Benfica. Qual è il vero volto del Belenenses che alle 19 affronterà la Fiorentina? Anzi, gli undici volti, per la precisione. Tra i pali troveremo Hugo Ventura, classe ’88, classico portiere di stampo portoghese mai esploso in passato tra le fila di Porto e Sporting Lisbona. Contro il Lech Poznan i suoi interventi nel secondo tempo sono risultati decisivi per lo 0-0 finale.

In difesa probabile quartetto formato da Amorim, Brandao, del 35enne Tonel e Geraldes. Non esattamente una diga inviolabile: lo testimoniano i 13 gol subiti in otto partite di Primeira Liga, che per il Belenenses significano peggior difesa del campionato in coabitazione con l’Academica, fanalino di coda ancora fermo a zero punti. Attenzione però all’esperienza internazionale di Brandao, difensore centrale giramondo che dalla sua può contare esperienze professionali in Italia (Parma e Cesena), Inghilterra e Romania.

A centrocampo Carlos Martins e Rubén Pinto sono sicuri del posto. Il primo, scuola Benfica, è una promessa che alla soglia dei 24 anni aspetta ancora di essere mantenuta. Discorso diverso per Martins, mezz’ala di talento dal passato glorioso che ha già dimostrato di avere un buon feeling con il gol con la doppietta rifilata al Goteborg nei preliminari di Europa League. E’ sicuramente lui l’elemento più pericoloso del reparto. L’altra maglia da titolare se la giocheranno Andrè Sousa e Ricardo Dias, due onesti mestieranti rispettivamente classe ’90 e ’91.

Infine il tridente d’attacco Sturgeon-Luis Leal-Kuca. Occhio soprattutto al primo, gioiellino di casa classe ’94 già cercato dall’Udinese nel recente passato e nazionale Under 21. Gli altri due elementi che andranno a completare il reparto offensivo della squadra portoghese – uno saotomese, l’altro capoverdiano -, sono entrambi alla ricerca di gloria dopo un inizio di 2015 non certo esaltante tra Turchia e Cipro. Questa la probabile formazione di stasera:

 

BELENENSES (4-3-3): Ventura; Amorim, Brandao, Tonel e Geraldes; Carlos Martins, Rubén Pinto, Andrè Sousa (Ricardo Dias); Sturgeon, Luis Leal, Kuca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy