Minacce di azioni legali per Chiesa: anche gli sponsor contro la SPAL?

Minacce di azioni legali per Chiesa: anche gli sponsor contro la SPAL?

Non si placa la polemica su Federico Chiesa, in attesa delle scuse ufficiali

di Redazione VN

«È l’ora delle scuse», titolava stamattina La Nazione in merito alla querelle tra la SPAL e Federico Chiesa. Minacce di azioni legali sventolate in lontananza per «danno di immagine», con alcune distinzioni: dal punto di vista della società – essendo come noto in vigore la clausola compromissoria – questa dovrebbe ottenere il via libera per un’azione risarcitoria attraverso il nullaosta del Consiglio federale. Dal punto di vista della famiglia di Chiesa – il padre lo assiste in veste di procuratore – alcuni i vincoli cadrebbero. Ma c’è anche un altro aspetto da considerare: Chiesa ha sponsor personali che operano a livello mondiale e la questione del danno di immagine potrebbe essere valutata anche dalle aziende che hanno investito così tanto sul talento viola. L’attesa per il comunicato della SPAL slitta ad oggi. Nessuna certezza, solo la speranze che questa vicenda si chiuda (almeno formalmente).

vnconsiglia1-e1510555251366

Sorpresa: il figlio di Insigne “tifa” Fiorentina e indossa la maglia viola! [FOTO]

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 3 mesi fa

    Non me ne frega un c***o delle scuse, ci fossero stati altri presidenti, li avrebbero SBRANATI dopo neanche mezz’ora dal triplice fischio finale. Bisogna abbozzarla con questo disinteresse per le cose di campo travestito da fair play e tutelare in ogni sede il buon nome della società, della piazza e soprattutto DEL GIOCATORE contro qualunque genere di intromissione indebita, provenga essa dal proprietario di un’altra società come da quei quattro bambocci che l’hanno infamato da dietro un monitor e una tastiera sui vari siti e social. Fare rimpiangere a tutti di aver detto quelle cose, in quel modo.

    Capisco che a taluni contabili qualsiasi cosa che non intacca il bilancio societario non interessi, ma mettiamola così: se passa tutto ciò che di INTOLLERABILE è stato detto su questo ragazzo negli ultimi tempi, peraltro per un fallo NETTO, Chiesa verrà preso di mira sempre più, con rischio di interventi proditori ai suoi danni e di svalutazione del capitale: suona un po’ meglio, adesso?
    Attaccarli senza pietà e farlo SUBITO, siamo già quasi a giovedì e non si è sentito altro che un “dichiarazioni inopportune”, oltre all’attesa di presunti comunicati di scuse per scrivere i quali sembra ci voglia più di quanto il Manzoni impiegò a scrivere i Promessi sposi… Dopo il danno anche la beffa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14014713 - 3 mesi fa

    Le scuse mi sembrano doverose,anche oltre ad avere la classe del campione, Federico dimostra di essere un campione completo.Ha la scorza durissima e un carattere fortissimo, più forte delle critiche e soprattutto di chi lo infama

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il Viola di Gallipoli - 3 mesi fa

    Spero davvero che si muovano le aziende così presidenti, romanisti, laziali, e gli altri a cui rode il deretano, ci penseranno più di una volta prima di calunniare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mauro1949 - 3 mesi fa

    Fosse stato un calciatore “strisciato” la querelle non sarebbe neppure nata….il Sig. Nela sarebbe stato imbeccato in modo diverso, la stampa non avrebbe dato risalto e sarebbe rimasto tutto nei ranghi…..invece in Viola la cosa e’ diventata quasi ingestibile…..questo per dire che la societa’ deve crescere TANTO, saper tutelare i propri tesserati e di conseguenza i propri interessi (visto anche casi precedenti), quindi pugno duro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Burlamacchi - 3 mesi fa

    Linea dura su questa cosa. Le accuse infamanti non possono essere accettate.

    Riguardatevi l’azione di Chiesa: prima del fallo di Felipe, Cionek colpisce Chiesa sbilanciandolo. Se fosse un “cascatore” “uno che si tuffa” ecc… come vanno a raccontare, si sarebbe buttato sentendo quel tocco. Invece resiste, resta in piedi e continua. Scarica la palla e subisce il pestone (anche qui: il pestone è evidente, assurdo parlare di simulazione per un colpo del genere).

    Guardate che se passa il concetto che “Tanto Chiesa è uno che si tuffa”, gli avversari entreranno sempre più duramente su di lui. Perchè implicitamente protetti dal condizionamento degli arbitri, che gli fischieranno meno falli.

    L’ho già scritto tempo fa: prima del Mondiale 2006 Totti subì un grave infortunio alla caviglia che lo tenne fuori dal campo per diversi mesi e mise in dubbio la sua partecipazione al mondiale. Peraltro un fallo inutile, lontano dalla porta. All’epoca si sollevò sui giornali una discussione sul fatto che certi giocatori importanti anche per la nazionale vanno preservati. Nel senso che anche gli arbitri non possono aspettare che questi ragazzi si facciano male per tirar fuori i cartellini.
    Secondo me quel discorso è valido ancora oggi, sia perchè Chiesa di falli ne subisce tanti, sia per il discorso che facevo prima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. sinistro viola - 3 mesi fa

    concordo in pieno e aggiungo..domenica al Franchi arriva..forse con l’arbitro giusto..tutto si appiana..FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Staffa - 3 mesi fa

    le scuse ormai sono inutili, o arrivano subito o il danno è fatto…

    causa subito e bella pesa, risarcimento, e tutto in beneficenza al Meyer con tanto di servizio televisivo.

    comunque ribadisco, qui ci dovrebbero essere delle leggi severissime da parte della lega, nessun tesserato(presidente, dirigente o giocatore) si deve permettere, a torto o ragione, di ridicolizzare..infamare..criticare..un’altro tesserato, che sia in tv, in radio, sui social..
    le rimostranze vanno fatte per vie legali e passando per la lega…

    ma che me lo dico a fà….lega calcio italiana…ho già detto tutto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. stini - 3 mesi fa

      Concordo in pieno.da Da domenica dico questo anch’io,la tempestività è tutto per zittire una nomea che montava,ora è tardi.forza Federico

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy