Milenkovic, crollo verticale con un paradosso. Ma non si è mai fermato

Milenkovic, crollo verticale con un paradosso. Ma non si è mai fermato

Il difensore serbo ha partecipato al calo del reparto difensivo: rendeva meglio da terzino

di Redazione VN

È la faccia della trasformazione. Quello che meglio di ogni altro rappresenta il crollo verticale della difesa viola. Nikola Milenkovic vive un momento difficile – scrive il Corriere Fiorentino – forse il più difficile da quando è a Firenze. Con un paradosso: proprio quando è tornato a giocare nel suo ruolo naturale (centrale), Nikola si è perso. Come se avesse smarrito l’orientamento. Da terzino invece, è stato praticamente perfetto. Un po’ di stanchezza, probabilmente, perché Non si è praticamente mai fermato: in Serie A ha giocato 1.930’ su 2.340 mentre, in Coppa Italia, non ha saltato nemmeno un minuto. Tre gare, e 270’ in campo. Normale, quindi, che possa accusare un calo.

Violanews consiglia

Di Francesco: “Sousa allo stadio per Porto-Roma? Scelta legittima”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy